Passiflora

Domanda : Passiflora

Ho una bellissima pianta di passiflora, cortesemente potreste dirmi quando raccogliere i fiori e le foglie per farne poi le tisane. Grazie
passiflora

Passiflora (Pianta mezzo sempreverde) - Vaso 1,5 litro (Pianta rampicante - Pianta adulta) - Muri e recinzioni, Pergola, Balconi e terrazze | ClematisOnline - clematidi e rampicanti più economiche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,95€


Risposta : Passiflora

Gentile Nica,

la passiflora è una pianta suffruticosa, rampicante, originaria dell’America meridionale, da dove è stata esportata in tutto il mondo; viene infatti coltivata anche in Europa, dove è in alcune zone sfuggita alle colture; in alcune zone a clima tropicale del mondo, la passiflora è considerata una pianta infestante, perché tende a svilupparsi in modo eccessivo. In erboristeria i fiori e le foglie vengono utilizzati per preparare tisane, mescolati di solito a melissa e semi di finocchio, perché ha dimostrato avere azione anti ansia, anti insonnia, ed è utile anche contro il nervosismo, per stimolare il sonno, e anche contro i problemi gastroenterici dovuti a stress. I fiori e le foglie possono venire utilizzati freschi, e si raccolgono al momento di maggiore fioritura, ovvero nel mese di maggio-giugno (dipende dalla zona); dopo il raccolto possono venire essiccati al sole e conservati per l’inverno. La gran parte delle tisane in cui è presente la passiflora contengono anche altre erbe, ma questa pianta può venire utilizzata anche da sola, miscelando foglie e fiori; si utilizza una dose di circa 100 g di fiori e foglie ogni litro di acqua di infusione, e li si lascia in infusione per circa 10 minuti; la passiflora viene spesso utilizzata nel periodo estivo, per conciliare il sonno quando la stagione è fastidiosamente calda. Chiaro che se il disturbo persiste, o ad esso si aggiungono sintomi di altro genere, è consigliabile rivolgersi al medico, in modo da integrare la tisana con altri prodotti, farmaceutici o erboristici. In molte zone la passiflora viene utilizzata per preparare infusi per i bambini, mescolando l’infuso con del mele, per renderlo più gradevole. Nonostante si tratti di piante dalle origini esotiche, le passiflore sono coltivate anche in Italia, e alcune specie sono rustiche, per questo motivo non è difficile procurarsene fiori e foglie, da utilizzare per le tisane; quando raccogliamo piante che utilizzeremo per le tisane, cerchiamo delle piante sane, prive di insetti, e che non siano state trattate con insetticidi o fungicidi, o le sostanze residue sulle foglie altereranno la composizione della tisana. Oltre a questo, atteniamoci strettamente alle dosi indicate, evitando di produrre tisane “più concentrate”, aggiungendo quantità eccessive di piante all’acqua della tisana, questo perché, seppur molte piante manifestano al loro interno la presenza di alcune sostanze attive prevalentemente benefiche, non è detto che in dosi massicce le stesse piante non possano avere anche effetti nocivi, o anche semplicemente fastidiosi.


  • Passiflora La Passiflora caerulea o "fiore della passione" è originaria delle Regioni Tropicali dell'America Meridionale. La famiglia di appartenenza è quella delle Passifloraceae. Sono circa cinquecento le spec...
  • Passiflora fiore Al genere passiflora appartengono centinaia di arbusti rampicanti, tutti originari dell'America meridionale; catalogate da religiosi nei secoli passati, il loro nome comune è dovuto al fatto che nella...
  • Passiflora Il nome Passiflora, che significa appunto Fiore della Passione, ha evocato negli anni immagini e pensieri che si spingono nel mondo dell'erotismo, arrivando persino a considerare il frutto di questa p...
  • Adenia spinosa piccola pianta succulenta caudiciforme, originaria dell'Africa meridionale. Costituisce un piccolo cespuglio, con alla base un grosso caudex legnoso, da cui si dipartono lunghi rami spinosi, con fogli...

Vivai Le Georgiche PASSIFLORA EDULIS (MARACUJA – FRUTTO DELLA PASSIONE) [Vaso Ø15cm]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18€



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO