Papavero rosso

Papavero

I papaveri rossi, con fiori che abbelliscono qualunque spazio all'aperto e si impongono per la vivacità dei colori, crescono spontaneamente sia nei terreni coltivati, in mezzo ai campi di grano, sia nei prati. Si coltivano con facilità, non richiedono cure particolari e assicurano al contempo una nota particolarissima al vostro giardino. I fiori dei papaveri rossi sono posti all'estremità di esili fusti pelosi e hanno petali vellutati, dalla bellezza effimera. Possono essere coltivati nelle zone più aride e assolate del giardino, poco adatte ad altri fiori e alle quali i papaveri rossi conferiscono una bellezza naturale e selvaggia. Il papavero rosso è una pianta apprezzata non solo per il suo aspetto, ma anche per le sue virtù terapeutiche e per il suo uso in cucina.
Papavero

Papaveri rossi. Il soffio caldo del favonio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,86€
(Risparmi 2,44€)


Caratteristiche principali della pianta del papavero rosso

Fiore di papavero rosso Pianta originaria del bacino del Mediterraneo, il papavero rosso (o papavero comune o rosolaccio) appartiene alla famiglia delle Papaveraceae. Il genere Papaver comprende più di 70 specie, di svariati colori e di dimensioni diverse. Alcune specie possono anche raggiungere il metro di altezza, mentre le varietà nane sono alte appena 20-25 cm. Il genere Papaver comprende specie sia annuali che perenni. Le specie annuali, di cui fa parte anche il papaver somniferum, sono spesso tossiche.

I fiori delicati e inodori del papavero sono posti all'estremità dell'esile stelo, le foglie sono ovali, lunghe, con margini dentellati e ricoperte di una fitta peluria. Lo stelo produce una sostanza lattiginosa che respinge gli insetti.

Alle nostre latitudini la pianta del papavero rosso cresce spontaneamente e comprende oltre 120 varietà diverse. La maggior parte di esse ha petali rossi con macchie nere alla base. Gli steli dal portamento eretto sono robusti e lunghi. Hanno una fitta peluria e sorreggono foglie allungate con bordi dentellati. I fiori iniziano sbocciano da metà maggio fino a giugno ma esistono varietà tardive che protraggono le loro fioriture fino a ottobre. È proprio il fiore a contenere preziosi principi attivi che vengono adoperati nella farmacopea ufficiale. In particolare alcune sostanze hanno proprietà sedative alla base di molti rimedi con effetto calmante. Gli stami vengono utilizzati in erboristeria per creare tisane sedative rilassanti sia per la mente che per la muscolatura.

Papavero rosso in breve
Famiglia Papaveraceae
Genere Papaver
Tipo di pianta  Da fiori, da reciso
Origine Bacino del Mediterraneo
Vegetazione Annuale
Fogliame Caduco
Portamento  Eretto
Uso Balcone, terrazza, giardino, siepe
Altezza a maturità Da 15 cm a 60-80 cm
Velocità di crescita  Rapida
Malattie e parassiti Afidi e oidio
Temperatura Resistenza al freddo, ma non al caldo umido

  • papavero ornamentale Buona sera, ho una ditta di fiori secchi e importiamo papavero per uso ornamentale, volevo chiedere se e dove si coltiva il papavero in Italia e quali varietà sono assolutamente legali per grandi colt...
  • Papavero salve,tra 15 gg mi arrivano dei semi di papaveri meravigliosi,cosa mi consigli,ossia dove e come piantarli e se fargli 1 serra...
  • Conoscere il significato ed il linguaggio dei fiori è di fondamentale importanza per non fare brutte figure e per non sbagliare mai tipo di fiori in ogni occasione. Scopri quale fiore regalare a secon...
  • Dieffenbachia genere appartenente alla famiglia delle araceae, che comprende 30 specie di piante perenni sempreverdi con un fusto robusto e foglie molto grandi, e oblunghe.Anche se è originaria dell'America cent...

Un papavero rosso ogni tre metri de gran. Romeo Isepetto: un eroe imbarazzante. Con CD-Audio: 1

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,75€
(Risparmi 2,25€)


Varietà di papavero rosso

Fiore di papavero rosso Le varietà di papavero rosso attualmente esistenti sono molte. Alcune sono frutto di incroci casuali avvenuti in natura mentre altre sono state create con ibridazioni. Fra le varietà più belle c’è senza dubbio il papavero atlantico. È originario del Marocco e i fiori sono particolarmente grandi. Resiste bene alle elevate temperature e non teme periodi prolungati di siccità. Anche il papavero rupifragum è altamente decorativo e cresce spontaneamente nel sud della Spagna. I fiori hanno una tonalità di rosso aranciato e una volta fioriti, perdurano sui fusti per un paio di giorni prima di cadere al suolo. Fra le varietà più indicate per creare bordure ci sono la heldreichi e la lateritium. Entrambe provengono dalla Turchia ma crescono bene anche alle nostre latitudini.


Fioritura del papavero rosso

La fioritura del papavero rosso dura l'intera estate colorando con macchie di rosso intenso tutto il giardino: la forma e il colore fanno sì che i fiori risultino immediatamente evidenti nelle bordure, nei giardini rocciosi e nelle aiuole, nonostante l'esile forma della pianta. Non si può non ricordare che la bellezza effimera del papavero rosso è stata una fonte di ispirazione per numerosi poeti e pittori, citiamo ad esempio Claude Monet che li ha ritratti nel quadro “I papaveri” e Vincent Van Gogh nel “Campo di papaveri”.

Il papavero rosso può essere associato nei giardini ad altri fiori di campo, ai colchici, alle escolzie oppure ad altre piante verdi.

La coltivazione del papavero rosso
Coltivazione Facile
Manutenzione  Assente
Esposizione Pieno sole
Terreno Calcareo, sabbioso, ben drenato
Pulizia/potatura  Assente
Necessità idrica  Media
Concimazione Non necessaria
Moltiplicazione Semina


Coltivazione del papavero

Campo di papaveri rossi La pianta del papavero rosso non ha bisogno di attenzioni particolari per crescere bene. Tuttavia se desiderate creare nel vostro giardino un’aiuola di soli papaveri, procuratevi i semi della varietà prescelta presso un consorzio di agraria. Concimate il terreno con dello stallatico maturo e miscelatelo assieme a qualche manciata di sabbia per aumentarne le caratteristiche drenanti. Cospargete il suolo con i semi in primavera, annaffiate e aspettate con pazienza che inizino a germinare. A distanza di qualche settimana potrete vedere le nuove piantine. Attendete che raggiungano perlomeno un’altezza di cinque centimetri prima di diradarle. Per ottenere le piante in maniera più veloce, vi conviene acquistarle presso un rivenditore e metterle a dimora con i primi tepori primaverili.

Coltivare il papavero rosso è piuttosto facile, perciò è una pianta adatta anche a persone non esperte di giardinaggio. Occorre solo seminarlo e attendere di veder spuntare le piantine, che in breve si riprodurranno coprendo tutto il terreno. Per la semina è opportuno scegliere un punto del giardino molto asciutto, drenato ed esposto al sole. Il papavero comune preferisce i terreni calcarei e poveri, dove si riprodurrà spontaneamente anno dopo anno.


Significato del papavero rosso

Fiore di papavero rosso La pianta del papavero rosso, in virtù delle sue caratteristiche antispasmodiche e rilassanti, è il simbolo per antonomasia di chi ha un carattere debole. Tuttavia, fin dai tempi più remoti, il suo color rosso intenso è stato interpretato come simbolo del potere assoluto. A tale proposito c’è anche una leggenda collegata ad uno dei re di Roma: Tarquinio il superbo. Mostrò al figlio quale fosse il metodo più veloce per distruggere la città di Gabi dicendogli di abbattere prima i papaveri più alti, ovvero le cariche politiche di spicco, poi tutti gli altri. In epoca rinascimentale il papavero è stato scelto come figura allegorica per indicare la fedeltà coniugale e non di rado si trova raffigurato in opere realizzate nel Cinquecento. Invece, nel linguaggio dei fiori contemporaneo, il papavero viene interpretato come l’orgoglio sopito.


Come coltivare il papavero rosso

papavero Esposizione

L'esposizione al sole è senza dubbio preferita dal papavero rosso, che può talvolta crescere anche a mezz'ombra.

Temperatura

Il papavero comune è una pianta molto resistente alle temperature basse, anche a quelle inferiori a 00 gradi, ma non sopporta il caldo umido.

Terriccio

Il papavero rosso non ha particolari esigenze riguardo al terreno, infatti può crescere anche in terreni poveri, purché ben drenati, ma preferisce il terreno di tipo calcareo.

Annaffiatura

Non è necessario annaffiare la pianta, che non necessita di un apporto idrico elevato. Ma si consiglia di non far sopportare alla pianta periodi di siccità troppo lunghi.

Concimazione

I papaveri sono delle piante poco esigenti, perciò non hanno bisogno di concimi se non al momento della semina.


Potatura del papavero

Il papavero rosso non richiede nessuna cura. Se vedete tuttavia che le piante si moltiplicano rapidamente in uno spazio limitato, procedete ad eliminare le capsule con i semini quando i petali saranno appassiti: eviterete così che le piante diventino troppo folte. Quando le foglie cominciano ad appassire, tagliate gli steli senza strappare le piante in modo che spuntino nuovi fiori spontaneamente l'anno seguente.


Propagare il papavero

fiori di papavero La propagazione del papavero avviene inizialmente per semina, ma una volta che le piante hanno attecchito, si riproducono in maniera spontanea.

Per semina

Procedere alla semina nel mese di aprile, quando la temperatura comincia ad aumentare. Prima della semina, preparare il terreno, eliminando le erbacce e lavorandolo. Se è troppo pesante, aggiungetevi della sabbia in modo da renderlo più drenante. Create una superficie regolare e umidificate il terreno nebulizzandovi dell'acqua.

Se volete che le piante di papaveri nel vostro giardino abbiano un aspetto più naturale, simile a quello dei campi, spargete i semi a pioggia, poiché è molto più bello vedere i papaveri distribuiti in maniera disordinata in uno spazio. Dopo la semina, servendovi di una piccola zappa, ricoprite con del terriccio facendo attenzione a non accumulare i semi nel medesimo posto, e di nuovo nebulizzate sul terreno dell'acqua.

Dopo la semina, fate in modo che il terreno rimanga costantemente fresco, finché non vedrete spuntare le piantine. Quando appariranno i primi germogli, eliminate alcune piante nei punti in cui risultano più fitte. Una distanza di circa 20 cm tra una pianta e l'altra potrebbe essere sufficiente. Portata a termine questa operazione, innaffiate le piantine.

Da questo momento in poi il papavero rosso non ha più bisogno di alcuna cura, poiché non richiede annaffiature né concimazioni. L'anno successivo, non sarà necessario procedere nuovamente alla semina, poiché avviene in modo spontaneo di anno in anno. Infatti non può essere piantato, ma lo si può riprodurre soltanto attraverso la semina spontanea oppure no.

Il papavero può essere seminato anche a settembre, perché il freddo invernale favorirà il riposo dei semi e faciliterà lo sviluppo delle nuove piantine nel periodo primaverile.


Parassiti e malattie

Il papavero è poco soggetto all'attacco di insetti poiché il lattice contenuto nello stelo in genere allontana i parassiti. Tra i nemici principali figurano gli afidi e l'oidio se il terreno in cui viene coltivato è troppo umido oppure se le piante vicine sono infestate dai parassiti. In questo caso non vi sono rimedi, se non quello di evitare l'eccessiva umidità del terreno oppure di nebulizzare sulle piante una soluzione con acqua e sapone.


Consigli

fiori papavero Se intendete utilizzare i petali per le tisane, raccoglieteli prima che appassiscano e cadano, facendoli poi essiccare all'ombra, disponendoli su fogli di carta o su un telo, e mettendoli in un luogo caldo e ventilato. Se è necessario, muoveteli in modo che che non anneriscano o acquisiscano un colore troppo scuro a causa dell'essiccazione. Portata a termine l'essiccazione, conservateli in un barattolo di vetro a chiusura ermetica, premendoli leggermente in modo che resti la minor quantità di aria possibile all'interno del barattolo, che porrete in un luogo non esposto alla luce.

Se volete conservare le capsule intere oppure soltanto i semi contenuti nelle capsule, raccoglietele prima dell'essiccazione, che provocherebbe la fuoriuscita dei semini. Lasciate essiccare le capsule e conservatele in un barattolo a chiusura ermetica. Se invece intendete conservare solo i piccoli semi, aprite le capsule essiccate e prelevate i semi. Se non sono completamente essiccati, portate a termine il processo di essiccazione esponendoli al sole, ma attenzione all'umidità della notte e alla rugiada del mattino che comprometterebbero il processo. Quando sono secchi, conservateli in un barattolo a chiusura ermetica non esposto alla luce.


Curiosità: le proprietà curative del papavero rosso

Il papavero rosso viene molto utilizzato dalla medicina naturale per una serie di proprietà fitoterapiche. Oltre alle virtù sedative, è molto utile anche contro la tosse e la raucedine. Perciò viene solitamente consigliato per l'insonnia e per le affezioni delle vie respiratorie. Con i petali, le capsule e le foglie del papavero si preparano infusi e tisane.

I fiori sono commestibili e possono essere utilizzati anche per decorare alcuni piatti oppure per colorare delle bevande. I teneri germogli sono ottimi per le insalate, come le foglie. I semi trovano largo impiego in pasticceria e per preparare il pane o altri prodotti da forno, ma anche in profumeria, infatti il papavero rosso è utilizzato per preparare, profumi, saponette e creme grazie alle proprietà cosmetiche che gli vengono riconosciute.


Infuso di papavero

Per l'infuso (a scopo sedativo): si pongono sul fondo di un recipiente 20 g di petali essiccati oppure 6-8 petali, si versa un litro di acqua bollente, si copre il recipiente e si lascia in infusione per 5-10 minuti. Trascorso il tempo di riposo, si filtra con un colino e si consuma caldo o tiepido immediatamente se si desidera che risulti efficace.


Decotto di papavero

Per il decotto (contro l'insonnia): portate a bollore un litro di acqua e aggiungetevi da 8 a 10 capsule di papavero rosso essiccate si fa bollire. Continuate a far bollire per 10 minuti circa e filtrate. Assumete il decotto tiepido.


Papavero rosso: Precauzioni papavero rosso

Alcune persone potrebbero essere particolarmente sensibili al papavero, perciò testare l'infuso o la tisana assumendone piccole dosi.

L'assunzione di prodotti a base di papavero è controindicata per bambini con meno di 7 anni e durante la gravidanza e l'allattamento. Inoltre, se assunto a dosi elevate, il papavero può provocare sonnolenza o allucinazioni.



COMMENTI SULL' ARTICOLO