Parco Gargano

Il Parco Gargano

Il Parco Gargano è costituito dal promontorio del Gargano che rappresenta dal punto di vista della biodiversità un'isola a sè, separata dal resto della Piana del Tavoliere delle Puglie. Il territorio del parco è formato da roccia calcarea, con molte grotte e formazioni carsiche. Una volta era completamente ricoperto di boschi, oggi ne rimane solo il 15% rappresentato dalla Foresta Umbra. Il Parco Gargano nasce per tutelare una grande concentrazione di habitat differenti: dalle coste alte e scogliose, ai valloni assolati a sud, dove si possono trovare specie endemiche molto rare. Anche, per quanto riguarda la fauna il Parco Gargano rivela le presenze eccezionali del capriolo e dei picchi, che comprovano la straordinarietà di queste foreste. Il sottobosco offre una concentrazione incredibile di specie di fiori diverse.
Scorcio del Parco Gargano

Guida al parco nazionale del Gargano

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,63€
(Risparmi 1,87€)


Gita al Parco Gargano

Paesaggio del Parco Gargano Facendo una gita nel Parco Gargano se ne possono apprezzare le peculiarità. Tra queste c'è sicuramente la foresta Umbra. Questo nome non si sa se, derivi dal fatto di essere molto fitta e perciò ombrosa o se derivi dalle popolazioni di Umbri, una tribù preistorica. In ogni caso, questa foresta è ciò che rimane della selva millenaria che ricopriva il promontorio, e sicuramente è l'ambiente più rappresentativo del Parco Gargano. Ha resistito ai forsennati disboscamenti e ha mantenuto, praticamente intatto il suo manto forestale. Altro ambiente del Parco Gargano, particolarmente interessante, è quello delle Zone Umide, di grande importanza comunitaria. Qui sopravvivono gli anfibi e alcuni rettili molto particolari. Inoltre, qui sostano occasionalmente uccelli acquatici in rotta migratoria tra l'Africa e l'Europa.

  • cervo II Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi nasce nel 1990 per tutelare un territorio di straordinaria valenza paesaggistica e naturalistica; copre circa 32000 ettari, con ambienti di alta e media montagna....
  • Parco Il Parco Naturale Adamello – Brenta è la maggiore area protetta del Trentino e una delle più vaste delle Alpi. Occupa un territorio montuoso di 620,5 kmq, posto tra 477 e 3558 m. di altitudine.Verso...
  • Parco Adagiato nelle dolci ed armoniche colline moreniche, il parco giardino Sigurtà offre una giornata di grande interesse, una passeggiata all’interno di una boutique floreale. Definire il parco Sigurtà u...
  • Il grande pescecane, scultura. Situato in una frazione Toscana famosa per la floricoltura e il Palio dei Rioni, il parco di Pinocchio viene visitato dagli anni Cinquanta e risulta un fulcro attrattivo notevole data la notorietà del...

Parco nazionale del Gargano. La foresta umbra, le riserve naturali, le zone umide, le isole Tremiti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,3€
(Risparmi 5,7€)


Raggiungere il Parco Gargano

Foresta Umbra Il Parco Gargano racchiude in sè molti paesi e cittadine della provincia di Foggia. Varrebbe la pena di elencarli tutti, perché ognuno andrebbe visitato per le sue peculiarità. Tra le località del Parco ci sono: Varano, Carpino, Ischitella, Isole Tremiti, Lesina, Manfredonia, Mattinata, MonteSant'Angelo, Peschici, Rodi Garganico, San Giovanni Rotondo e Vieste. Molti di questi centri sono sul mare e vi si arriva dalla litoranea. Per raggiungere le quattro meravigliose Isole Tremiti ci si può imbarcare a Termoli. Queste fanno parte di una zona marina protetta e sono un paradiso per i sub. Per giungere al Parco Gargano da Nord s'imbocca l'A14, sino al casello di Foggia, poi si prosegue sulla S.S. 89. In treno si possono utilizzare le Ferrovie del Gargano e l'aeroporto più vicino è quello di Foggia.


Educazione ambientale nel Parco Gargano

Zone umide nel Parco Gargano "Scuolambiente" è la proposta didattica del Parco Gargano, rivolta alle scuole del territorio e non. L'educazione ambientale nel Parco Gargano è affidata alla Cooperativa Mediterranea. I programmi sono quattro, molto differenziati fra loro. Il primo è: in giro nel Parco Nazionale del Gargano, i ragazzi sono coinvolti nell'esperienza dell'esplorare e della scoperta della natura. Il secondo è svolto a scuola: il parco in classe. Il terzo programma si occupa del'agricoltura del territorio e il quarto è programmato con visite mirate alle masserie, dove si possono riscoprire manualità perdute, sapori e odori d'altri tempi. Lo scopo dell'educazione ambientale del Parco Gargano è quella di trasmettere un sapere antico e di insegnare a proteggere e a preservare le biodiversità del territorio, come la foresta, la zona marina protetta, le terre umide.




COMMENTI SULL' ARTICOLO