L'Albizia

Quando e quanto irrigare

Le specie e le varietà appartenenti al genere denominato Albizia sono all'incirca 50 e possono essere coltivate in vaso oppure in piena terra. Le piante giovani hanno bisogno di attenzioni costanti, soprattutto durante la delicata fase dell'attecchimento. Infatti, un aspetto molto importante è l'apporto idrico da fornire in maniera regolare, a partire dalla stagione estiva. Se questa tipologia di piante cresce in zone connotate da estati calde e afose la quantità d'acqua dispensata deve essere maggiore, per ottenere sempre una crescita rigogliosa. Gli esemplari di Albizia già adulti sono abbastanza autonomi e necessitano di irrigazioni soltanto nei periodi siccitosi. In autunno le annaffiature vengono diradate gradualmente e in inverno sono sospese del tutto, fino all'arrivo della bella stagione.
Fiori albizia edwallii

Kit albero bonsai, cresci il tuo albero bonsai a partire dal seme – Il set regalo include 5 varietà di alberi da piantare – Coltivazione al chiuso con istruzioni dettagliate

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,97€
(Risparmi 2,93€)


Come prendersene cura

Fiori albizia julibrissin Le piante appartenenti al genere Albizia sono rustiche e riescono ad adattarsi senza troppe difficoltà a svariati contesti ambientali. Infatti, sopportano il freddo e le temperature molto inferiori allo zero, resistono al caldo afoso e non risentono della salsedine. Se vengono coltivate in vaso hanno bisogno di vani contenitori capienti, dato che non amano i travasi effettuati troppo frequentemente. Il terreno che prediligono le specie di Albizia è fertile e ben drenato, l'ideale è scegliere un substrato composto da terriccio leggermente acido mescolato con una parte di sabbia grossolana, per assicurare il drenaggio delle irrigazioni. Gli interventi di potatura sono necessari a fine inverno, per mantenere la forma della chioma ed eliminare i rami secchi e danneggiati dalla stagione fredda.

  • Cydonia bonsai i cotogni da fiore e da frutto che vengono utilizzati per bonsai sono il chaenomeles japonica, il chaenomeles speciosa, il chaenomeles superba, e la pseucydonia sinensis, il cotogno da frutto. Chaeno...
  • Ficus retusa famiglia che riunisce alcune decine i specie di piante sempreverdi provenienti prevalentemente dalle zone tropicali, in natura raggiungono dimensioni imponenti, coltivate in vaso si mantengono sui 2-...
  • Acero bonsai Gli aceri sono tra le piante più coltivate come bonsai da esterno; si prediligono le molte varietà di acer palmatum, grazie alla già ridotta dimensione del fogliame rispetto al altre specie di acero; ...
  • narcisi salve, vorrei sapere perchè è da cinque anni che i miei narcisi non producono più fiori. grazie...

Compo 21578 Fertilizzante per conifere 850 g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,91€


Quando e come concimare

Varietà albizia Il genere di vegetali denominato Albizia deve essere concimato durante tutto il periodo della fioritura. Infatti, è importante supportare queste piante fornendo i principali elementi nutritivi necessari per la produzione floreale. Il momento più indicato per iniziare a somministrare un buon concime organico liquido è in tarda primavera. La soluzione viene diluita direttamente nell'acqua destinata alle irrigazioni e il procedimento si ripete all'incirca ogni 20 giorni. In alternativa, è possibile optare per un fertilizzante granulare a lenta cessione da spargere sul terreno. Inoltre, è opportuno sapere, per scegliere il prodotto specifico più indicato, che questa tipologia di piante non ama i concimi con alti livelli di azoto. Terminata la fioritura, le somministrazioni vengono sospese fino alla primavera successiva.


L'Albizia: Esposizione, malattie e rimedi

Rami pianta albizia Gli arbusti e gli alberi di Albizia prediligono le esposizione ben soleggiate e luminose, se vengono coltivati nelle regioni settentrionali. Al contrario, nelle zone meridionali è consigliabile sistemare gli esemplari verso est, in maniera tale da ricevere la corretta quantità di luce e rimanendo al riparo dal sole delle ore più calde. Il principale nemico delle piante di Albizia è un insetto fitofago conosciuto con il nome di psilla. Le infestazioni sono pericolose e danneggiano gravemente l'intera struttura della pianta. La prevenzione e il monitoraggio dei singoli vegetali è importante, inoltre, è opportuno rivolgersi a del personale specializzato per affrontare l'attacco parassitario. In generale, si consiglia l'uso di sali di potassio per le larve mentre gli insetti adulti vanno trattati con del rotenone.



COMMENTI SULL' ARTICOLO