La curcuma

Storia e origini della pianta

La pianta della curcuma appartiene alla vasta famiglia delle Zingiberacaee; se ne conoscono un’ottantina di specie ma le più diffuse e utilizzate sono la varietà longa e la alismatifolia. Dalla prima si ricava la spezia più utilizzata fra le piante aromatiche esotiche, sia per la cucina sia per usi terapeutici. La seconda è invece sempre più diffusa come pianta ornamentale, in giardino e in appartamento. La curcuma è originaria dell’India, ma è coltivata anche in Cina, in Giappone, a Taiwan, in Cambogia, in Birmania e in alcune regioni africane; grazie alle sue proprietà e alla bellezze dei suoi fiori, oggigiorno è però molto diffusa in tanti altri paesi, Italia compresa. La spezia della curcuma si ottiene dal rizoma della pianta: essiccato e ridotto in polvere, è utilizzato da millenni nella cucina indiana.
Pianta della curcuma

100pcs Semi curcuma Radici Curcuma longa erba medicinale Spice facile crescere semi Adenium Obesum pianta dei bonsai Seeds

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Curcuma longa o zafferano dell’India

Curcuma longa Quando si parla genericamente della specie curcuma, si fa riferimento alla pianta della curcuma longa, dal cui rizoma si ricava la spezia omonima, che è alla base di molte ricette della cucina orientale. Le sue numerose qualità e i suoi molteplici utilizzi, sia in cucina che in medicina, l’hanno resa molto preziosa e per questo la pianta è anche chiamata "zafferano dell’India". Può essere coltivata in vaso o in piena terra (ma solo in luoghi con temperature miti, perché patisce il freddo). E’ una pianta stagionale: dalla primavera all’estate va bagnata regolarmente e in autunno i rizomi vanno messi a dimora in un luogo buio e fresco (ma non freddo) e le annaffiature vanno interrotte fino alla primavera successiva, quando rispunteranno i germogli e giungerà il momento di metterli nuovamente in vaso o di piantarli nel terreno.

  • piante da giardino In questa sezione parliamo di arbusti.Una raccolta di schede dettagliate sulle diverse specie coltivate nei nostri giardini.I consigli per una giusta scelta in base alle esigenze della vostra aiuo...
  • arredamento giardino Le giornate soleggiate invitano a passare più tempo all’aria aperta, a contatto con la natura; per meglio godere di giardini, terrazzi o semplici balconi, possiamo attrezzare le nostre aree verdi con ...
  • Benvenuto nella sezione di giardinaggio.it dedicata ai mobili da giardino dove interessanti articoli spiegano caratteristiche, qualità e peculiarità dei diversi modelli e delle diverse tipologie prese...
  • Utilissime per chi deve gestire grandi superfici come per chi vuole mantenere l'ordine nel proprio giardino domestico, le casette da giardino possono essere costruite in differenti materiali, avere va...

Terriccio biologico in un bricchetto essiccato e compresso. Una miscela speciale di coco peat + coco husk chips per Piante curcuma turmeric . Il bricchetto pesa 800 grammi. Il modo più rispettoso dell'ambiente per comprare il terreno da potting. Aggiungere acqua per reidratare fino a 10 litri di terreno di potting fresco. PH 5,8-6,5, EC: <0,5 mS / cm. Qualità del coltivatore commerciale. Spedizione gratuita.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,46€


Curcuma alismatifolia o tulipano del Siam

Curcuma alismatifolia La curcuma alismatifolia è venduta spesso come pianta da interno, perché non appartiene alle aromatiche rustiche e dunque non è adatta al giardino, a meno che non viviate in paesi caldi o con temperature miti. Viene quindi sovente coltivata in vaso: preferisce un terreno ricco e misto a sabbia. Va esposta alla luce ma non al sole diretto; accanto ad una finestra o in veranda trova il suo luogo ideale, ma attenzione alle correnti d’aria. Come le altre varietà di curcuma, la alismatifolia è stagionale, perciò i rizomi vanno piantati da febbraio a maggio, annaffiati abbondantemente e con regolarità durante l’estate e messi a dimora al buio per tutto l’inverno. Poiché era molto diffusa in Asia e in modo particolare in Thailandia, la varietà alismatifolia viene anche chiamata "tulipano del Siam".


La curcuma: Utilizzo e proprietà

Rizomi della curcuma Nella medicina ayurvedica la curcuma è considerata come una panacea. E’ infatti un gastroprotettore, facilita inoltre la digestione ed elimina i parassiti intestinali. Spesso è prescritta anche per l’artrite, per le sue proprietà anti-infiammatorie e per le malattie cardivascolari, in quanto anticoagulante. Applicata sulla pelle accelera la guarigione di ulcere, ferite e lesioni cutanee causate da eczemi. La pianta ha anche proprietà antiossidanti che proteggono le cellule dai radicali liberi e quindi il suo estratto è considerato utile nella prevenzione dei tumori. Come spezia è utilizzata per diversi piatti asiatici ed è indispensabile per la preparazione del curry. Ancor prima che si conoscessero i conservanti di origine sintetica, la curcuma aveva un ruolo primordiale come additivo alimentare e oggi è utilizzata come colorante alimentare con il codice E100.



COMMENTI SULL' ARTICOLO