Pervinca colore

Il pervinca: un colore, un fiore.

Il color pervinca, una sorta di celeste-violetto vagamente grigiastro, deve il suo nome al fiore vinca. La Vinca è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Apocynaceae. È originaria dell'Europa e dei tropici e comprende specie erbacee perenni, erette o striscianti. Il nome comune di questo genere di piante è, come il colore, pervinca. La pervinca è una piantina apprezzata per i bellissimi tappeti erbosi che forma e per le belle fioriture che cominciano in primavera e si protraggono per tutta l'estate. Non se ne conosce l'origine del nome scientifico: alcune fonti indicano che derivi dal latino vincire (= legare), perché una delle sue caratteristiche è la capacità della pianta di ancorarsi al terreno con un gran numero di radici; altre fonti ritengono che il nome derivi da vincus (=flessibile), per i suoi fusti sottili e flessibili.
Vinca

200 Bulbi del Bucaneve "Galanthus Nivalis" - XXL bulbi formato: 5/6 - SPEDIZIONE GRATUITA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 47,95€


Origine e caratteristiche della pervinca

Vinca minor Il genere vinca o, come è comunemente chiamata, pervinca, è originario dell'Europa e dei Tropici e comprende sette specie. La vinca è una pianta sempreverde, di forma erbacea o arbustiva. Può essere rustica o meno, può avere uno sviluppo strisciante o eretto. I suoi fiori sbocciano dalla primavera alla fine dell'estate. I fiori sono tubolari: sono formati da cinque lobi allungati o tondeggianti di colore che varia in base alla specie e alle varietà.Le varietà della pervinca sono di colore azzurro-lilla, viola o rosa. La pervinca è ritenuta tossica perché contiene vincristina, un alcaloide che blocca la formazione del fuso mitotico, essenziale per la divisione cellulare senza il quale i cromosomi si frammentano e la cellula muore. In caso di assunzione di parti della pianta i sintomi compaiono entro le prime 24 ore: nausea, vomito e febbre. I sintomi tardivi compaiono nella prima settimana e sono cefalea, insonnia, delirio, allucinazioni, neuropatie, convulsioni e coma.

  • Pervinca Di origini europee, è un genere di 7 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni, di dimensioni ridotte. Le più diffuse sono V. minor e Vinca major, piante perenni striscianti, utilizzate anche n...
  • pervinca E' stato il fiore prediletto di Jean Jacques Rosseau. Essa cresce spontaneamente quasi in tutta l'Europa. Presso i Celti, la pervinca era particolarmente cara agli stregoni,che la utilizzavano per...
  • Fiori di Vinca minor dal colore classico Il fiore Vinca minor, originario dell'Europa e dei Tropici, è comunemente conosciuto con il nome di Pervinca. Il suo nome deriva dal latino vincire cioè legare perché i fusti si intrecciano nella terr...
  • Cespuglio di pervinche La pervinca è una pianta originaria dei Tropici che comprende una serie di varietà perenni rampicanti o erette. Si tratta di una vegetale molto tossico che veniva usato nel medioevo per la preparazion...

1 PIANTA DI CALYCANTHUS PRAECOX CALICANTO D'INVERNO VASO 24CM arbusto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,99€


La coltivazione della pervinca

Vinca in fiore La pervinca necessita di molta luce: deve essere tenuta in pieno sole e ricevere tanta aria. Le temperature ottimali sono intorno ai 21 °C (fino a 29°C) d'estate e intorno ai 16-18°C d'inverno. Sotto i 15°C la pianta soffre. D'estate è meglio tenere la pianta all'aperto, anche in pieno sole. La pianta, con la giusta umidità e il giusto posizionamento esposta alla luce, fiorirà molto abbondantemente dalla primavera all'estate; alcune specie fioriscono fino all'autunno. Si tratta di una pianta perenne che, in caso di temperature miti d'inverno, se tenuta in casa alla luce può e riprendere il suo ciclo vitale in primavera. La pervinca deve essere annaffiata abbondantemente dalla primavera e per buona parte dell'autunno senza far ristagnare l'acqua nel sottovaso. In autunno ed in inverno si annaffia poco, solo per mantenere umido il terriccio. Per evitare ristagni si pongono sul fondo del vaso dei pezzetti di coccio, che favoriscono lo sgrondo delle acque in eccesso. La pervinca si rinvasa ogni anno tra gennaio e marzo: si sposta da vasi più piccoli a vasi più grandi; il terriccio deve essere fertile a reazione leggermente acida.