Pianta di erica

Generalità

La pianta di erica è classificata nella famiglia delle 'ericaceae' e in natura è possibile trovare più di 600 specie differenti di arbusti sempreverdi. Gran parte di queste varietà proviene dal Sudafrica e molte sono collocate nella regione di Città del Capo. Altri tipi invece sono originari dell'Africa e dell'Europa. Nel nostro continente l'erica è diffusa nei paesi che si affacciano sul Mediterraneo ma anche in alcune zone dell'Europa del Nord. Le piante di erica sono rustiche ma anche delicate e possono essere coltivate sia in vaso che all'aperto per formare delle belle siepi. Quando si tratta di erica però bisogna fare attenzione a non confonderla con altre varietà simili come la 'calluna vulgaris'. L'erica poi si incontra spesso nella cosiddetta 'brughiera', ovvero quella landa sterminata di arbusti tipica dei paesaggi della campagna inglese.
Cespuglio spontaneo di erica

Secret Verde - Terra Di Erica, il terriccio per piante acidophiles - 6 L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Struttura

Particolare dei fiori di erica L'erica è una pianta sempreverde e in quanto tale non perde le foglie durante l'anno. Si tratta di una verietà molto rustica di dimensioni abbastanza contenute e cespugliosa. La sua grandezza può variare tra i 20 cm e il metro massimo di altezza ma alcune specie possono superare anche i 5 m. La pianta si compone di tanti fusti rivestiti di piccole foglie aghiformi di un bel verde brillante. Alla fine dell'autunno poi sbocceranno dei fiorellini a forma di campanella riuniti in spighe e di colore rosa o bianco. In genere la fioritura è abbondante e rende l'erica un vero spettacolo. Alcuni ibridi della pianta possono avere fiori dai colori particolari come lilla e rosso e foglie di sfumature rosse e gialle. Fiorendo in autunno l'erica ravviva il nostro giardino mentre le altre piante riposano.

  • Patata americana le patate americane sono originarie dell’America centro meridionale, dove vengono coltivate per i loro tuberi commestibili, ricchi di amido, leggermente dolciastri; queste erbacee perenni rampicanti s...
  • Patata americana Viene comunemente chiamata patata americana, anche se i grossi tuberi somigliano alle patate soltanto per la forma; in effetti le patate americane, il cui nome botanico è ipomoea batatas, sono le gros...
  • Sommaco Il Sommaco americano o Rhus Typhina è un arbusto, o piccolo albero, a foglie caduche, originario dell'America settentrionale. Ha tronco eretto, generalmente corto, e chioma molto ramificata, disordi...
  • Erica Rallegrano giardini e terrazzi durante tutto l'autunno e l'inverno, ma in realtà si tratta di piccoli arbusti presenti in Italia anche in natura, sono le eriche, piccoli sempreverdi tappezzanti. Esist...

ARELLA ARELLE CANNA FRANGIVISTA BREZO IN ERICA NATURALE 500X100 CM DA GIARDINO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,94€


Principali varietà

Coltivazione di erica carnea Tra le oltre 600 varietà di erica una delle più diffuse è quella 'gracilis' che mantiene una grandezza contenuta di massimo 40 cm e presenta bei fiori rosa e rossi che sbocciano in inverno. Abbiamo poi l'erica 'carnea', pianta spontanea che si trova soprattutto sugli Appennini e sulle Alpi. Altra varietà importante è l'erica 'arborea' che può toccare i quattro metri di altezza sembrando un vero albero. Caratterizzata dai fiori bianchi e profumati che si aprono in primavera, è detta anche 'scopa da bosco'. L'erica 'multiflora' invece cresce nei boschi italiani del centro-sud, presenta un robusto fusto di legno e in estate avremo fiori rosa e viola. Infine una specie molto conosciuta di erica è la 'scoparia', tipica delle foreste mediterranee che è stata definita così poiché era utilizzata per costruire le scope.


Pianta di erica: Come piantare l'erica

Erica carnea dai fiori bianchi Per piantare l'erica non è poi richiesta una particolare esperienza o pratica di giardinaggio. Solitamente è un arbusto che ha bisogno di un luogo fresco e arieggiato e quindi in estate è bene portarla all'esterno in un angolo ombreggiato. L'erica sopporta bene la luce ma non quella diretta e costante del sole. Il terreno invece dovrà essere acido e non calcareo e vi andremo ad aggiungere sabbia e torba. Una volta mescolato il tutto potremo piantare la nostra erica che deve essere innaffiata con regolarità per mantenere il terriccio sempre umido. L'importante è non usare l'acqua di casa se calcarea ma sostituirla con acqua depurata o piovana in quanto non tollera il calcare. La potatura poi andrà svolta in forma leggera al termine della fioritura per rimuovere gli steli secchi e per accorciare i rami.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO