Begonie

vedi anche: Begonia

Come innaffiare le begonie

Anche se non sono difficili da coltivare, le begonie necessitano di cura e di una manutenzione costante, soprattutto quando si tratta del loro fabbisogno d’acqua. Fortunatamente, ci sono solo pochi importanti fattori da considerare quando si parla di irrigazione. La regola principale è di non lasciare che il terreno si asciughi completamente. Un’innaffiatura irregolare provoca l'ingiallimento ed infine la caduta di foglie. Durante i mesi invernali, basta irrigare le piante solo poche volte al mese. Per via della loro origine tropicale,le begonie prosperano nelle zone con un'umidità relativamente alta. Nelle aree più aride, è apprezzata una nebulizzazione con acqua distillata, che è priva di minerali. Quando la coltivazione avviene all'interno, l'umidità può essere aumentata utilizzando un piccolo umidificatore. Le stesse regole si applicano per innaffiare le piante in serra. Fondamentale è anche la circolazione dell'aria. Le piante tenute al chiuso affrontano un periodo di dormienza invernale e si assiste ad una leggera caduta di foglie. In questo caso, l'acqua è necessaria solo una volta ogni 3 o 4 settimane fino a quando in primavera riparte la crescita.
Fiori di begonia

Begonie a fioritura continua - Set romantico mare - semi di 3 varieta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,69€


Coltivazione delle begonie

Begonia rossa Le begonie non crescono bene in ambienti aridi e caldi, ma in zone riparate dalla luce diretta del sole. Tuttavia hanno comunque bisogno di sole per dar vita ai loro fiori migliori. L’ideale è la luce del mattino o la luce che viene filtrata attraverso una tenda. Possono trascorrere fino a tre mesi dalla semina del tubero prima che si raggiunga la piena fioritura. Le begonie vengono coltivate in vasi poco profondi pieni di terriccio umido. Ogni tubero viene innaffiato per stimolare la crescita, facendo attenzione a non lasciare che il terreno si asciughi completamente. Un ambiente umido favorisce lo sviluppo della pianta. Una volta che i germogli sono spuntati, i tuberi devono essere trasferiti in contenitori più ampi, sempre ben riempiti di terra e esposti ad una luce sufficiente. Quando il periodo di freddo è terminato, i vasi possono essere trasportati in un luogo all'aperto, in parte ombreggiato e soprattutto lontano da qualsiasi fonte di vento forte. La posizione migliore è quella che permette di ricevere il sole la mattina presto o nel tardo pomeriggio. Le begonie sono sensibili al freddo e sopravvivono all'aperto solo in zone al riparo dal gelo.

  • Begonia Tra le molteplici varietà da poter coltivare in appartamento, tra le mura di casa, troviamo la begonia. Le specie di begonia coltivate in appartamento ed in giardino sono davvero numerose; tutte sono ...
  • Begoniette La Begonia semperflorens è una piccola pianta succulenta perenne originaria del Brasile, generalmente viene coltivata come annuale. Si tratta di una specie formata da compatti cespuglietti di foglie c...
  • Begonia socotrana Provenienza: Isola di Socotra (Oceano Indiano). Altezza massima: 45 cm. Specie piuttosto rara, comunemente utilizzata per formare varietà ibride ovvero le begonie Lorena. Le foglie sono verdi e presen...
  • Begonia e begonietta La begonia è una pianta particolarmente apprezzata per i suoi fiori e le sue foglie. Si tratta di piante adatte per la serra e il giardino, ma anche per l'appartamento, viste le dimensioni che possono...

Mistermoby CONCIME Liquido Piante Fiorite da Fiore Rose BUGANVILLE BEGONIE Viole ETC 3X 1 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,9€


Come concimare le begonie

begonie fiore L’utilizzo di un fertilizzante non molto aggressivo è utile al terreno soprattutto nella fase di semina. La quantità giusta è composta da una parte di fertilizzante liquido miscelato con tre parti di acqua. L’importante è irrigare bene il terreno. Quando i giovani germogli di begonia sono alti circa 3-4 centimetri, la miscela diluita deve essere applicata alla base della pianta. L’operazione deve essere ripetuta ogni 2-4 settimane durante la stagione di crescita, avendo sempre cura di tener il terreno ben bagnato. Nei mesi autunnali, la concimazione si riduce ad una dose al mese, per poi arrestarsi quando arriva l'inverno. Le begonie saranno pronte all’aggiunta di nuove sostanze nutritive solo con l’arrivo della primavera successiva. Il terreno fradicio e una dose eccessiva di fertilizzanti costituiscono le principali minacce per molte begonie. Queste piante sono sensibili e possono morire con concimi altamente concentrati.


Begonie: Malattie delle begonie

Begonia malata Le begonie possono crescere all’aperto, in aiuole o in appartamento. Ma indipendentemente dall’ambiente in cui vivono, ci sono alcune malattie delle piante che si devono tenere sotto controllo. Un pericolo frequente è rappresentato dai nematodi fogliari. I sintomi possono variare, ma la maggior parte delle begonie patisce un blocco della crescita. Un altro sintomo è costituito dallo scolorimento delle foglie, che assumono una colorazione che varia dal rosso al bronzo, e appaiono impregnate d'acqua. In questo caso, l’unica soluzione è quella di buttare la pianta. Solo con un’attenta cura è possibile evitare l’insorgere di malattie. Il primo passo è quello di acquistare piante esenti da nematodi. Togliere sempre le foglie e i fiori morti aiuta a salvaguardare la salute della begonie. La maggior parte dei funghi nasce a causa di una irrigazione errata, quindi la misura precauzionale consiste nel tener sott’occhio la condizione del terreno. Una malattia di cui soffrono le begonie è la ruggine. Si inizia con vesciche rosso-arancio per poi arrivare ad una condizione più grave che porta alla morte del fogliame. Purtroppo, per i casi più estremi, non esiste trattamento che tenga.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO