Siepe di lavanda

Siepe di lavanda

La lavanda è una pianta mediterranea che appartiene alla famiglia della Lamiaceae e che cresce in un clima arido. E' molto nota per le sue caratteristiche che la rendono adatta ad usi di giardinaggio e per la produzione di cosmetici. E' l'ideale per realizzare delle siepi grazie al fatto che è una pianta sempreverde, con stelo alto fino ad un metro che rimane sempre eretto. Esistono innumerevoli varietà che permettono di usufruire di questa pianta anche in zone dal clima rigido, senza intaccarne l'estetica. Queste sue particolarità rendono la siepe di lavanda una bordatura ideale sia a livello visivo, grazie alla sua particolare struttura, sia a livello pratico per la resistenza. Per realizzare una siepe di lavanda, ad esempio lungo una recinzione, dovrete interrare dalle 5 alle 10 piante per lato, per dare voluminosità e colore.
Siepe di lavanda

Gelsomino - Siepe Artificiale Per Balconi Recinzioni - 01 Mattonella Da 100x100 cm (1mq) - Resistente Ai Raggi U.V. Certificato TUV

Prezzo: in offerta su Amazon a: 48,39€


Come coltivare la lavanda

Lavanda Questa pianta può essere coltivata attraverso la piantagione di semi o di talea. Se volete coltivare questo tipo di arbusto ed avete a disposizione della semina, il periodo adatto è quello delle stagioni più mitigate, quindi l'autunno nelle zone dove il clima non è troppo rigido e la primavera dove invece le temperature sono di solito molto basse. Le talee, invece, sono realizzati con dei rametti non fruttiferi che hanno almeno un anno di età. Presentano una lunghezza di 10-15 cm e devono essere staccati dalla pianta con un taglierino a lama affilata e liberati dalle foglioline in basso. A questo punto si possono piantare i rametti scavando delle piccole buche. Questo tipo di arbusto diventerà una pianta voluminosa e per questo dovrete lasciare dello spazio tra una piantina e l'altra. Da ricordare, inoltre, di evitare un'abbondante irrigazione per non fare marcire la pianta.

  • In accessori da esterno trovi moltissimi articoli di approfondimento su tutti gli oggetti ed i complementi d'arredo per il giardino che possono tornare utili per arricchire il proprio garden e rendere...
  • giardinaggio Entrate in questa sezione per scoprire come creare dei giardini alternativi e quale filosofia sta alla base della creazione dei diversi tipi di giardini. Il giardinaggio è un insieme di attività final...
  • irrigazione L'irrigazione del giardino è diventata con gli anni una componente sempre più importante e diffusa. Dapprima presente solo nei grandi spazi e nei parchi pubblici, si è velocemente diffusa anche in cas...
  • yucca Le yucche sono piante erbacee succulente provenienti da ambienti caldi e secchi dell’America Settentrionale e Centrale. Appartengono alla famiglia delle Agavaceae e il loro genere comprende non meno ...

SIEPE SEMPREVERDE DOPPIAEDERA 1X3

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€


Le caratteristiche della lavanda

Fiori di lavanda La lavanda è nota per essere una pianta dal profumo intenso e dal colore acceso. Viene coltivata, ma cresce anche spontaneamente, specie nelle regioni tirreniche, per via del clima particolarmente favorevole. Una delle caratteristiche di questa pianta è la sua grande varietà, circa 40 specie che, mantenendo la peculiarità del sempreverde e conservando le proprietà botaniche, può adattarsi a diversi ambienti. Il tratto essenziale che rende nota questa pianta in tutto il mondo è la sua profumazione, tanto che i suoi fiori sono stati utilizzati fin dal Medioevo nelle pratiche di igiene personale per via dell'aroma che rilascia. Una pianta utilizzata quindi già da tempi molto lontani e che, sottoforma di siepe nel giardino, realizza quel piacevole paesaggio dal tratto rustico e naturale.


Potatura e concimazione lavanda

Potare la lavanda Chi vuole realizzare delle siepi con questo tipo di pianta che possano rendere il proprio giardino bello e fiorente, deve sapere come riuscire a fortificare la pianta per farla crescere sana e rigogliosa. La potatura è molto importante per permettere che la pianta non "soffochi" e possa aumentare il suo volume in modo sano. Per potare questa pianta dovrete usare delle lame affilate e disinfettate, eventualmente attraverso una fiamma prima dell'uso, per evitare di infettare i tessuti. Il periodo per la potatura è al termine della fioritura e va compiuta tutti gli anni. In linea di massima questo tipo di pianta non necessita di concimazione, ma se la pianta è debilitata e si vuole ricorrere a questo mezzo, il periodo indicato è la primavera. Il mese migliore è Aprile e dovranno essere utilizzati fertilizzanti biologici.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO