Coltivazione kiwi

Coltivazione del kiwi: come annaffiare correttamente

Nella coltivazione del kiwi, la cui pianta è denominata "Actinidia Chinensis", le operazioni di irrigazione sono di fondamentale importanza per garantire un'ottimo sviluppo della pianta e del frutto. Il kiwi ha, per sua natura, un'elevatissima necessità di acqua. Nonostante questo i ristagni idrici vanno assolutamente evitati. Nella stagione primaverile ed in quella invernale le annaffiature devono essere molto abbondanti. Non a caso, specialmente nelle coltivazioni più grandi è previsto un apposito impianto di irrigazione a goccia. L'umidità attorno alla pianta deve essere elevatissima. Per questo motivo è consigliabile vaporizzare le foglie nelle ore più calde della giornata (soprattutto in estate). Il terreno che ospita il kiwi deve essere regolarmente bagnato, specialmente se le piogge sono insufficienti.
Serie di piante di kiwi

ZLKING 100 Pz Red centro della frutta Seeds rapida crescita dolce organica e semi di Delicious Pianta in vaso Frutta Per la casa Giardino Bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come coltivare il kiwi

Kiwi pronti per la raccolta La coltivazione del kiwi non è assolutamente un'operazione complicata. Anzi, essa è estremamente semplice e garantisce ottimi risultati se praticata scrupolosamente. Il substrato ideale deve risultare profondissimo, abbastanza drenato, permeabile ed estremamente ricco in sostanza organiche. Il terreno subacido è perfetto (ph ideale=7). Importantissimo che non vi siano tracce di cloro, elemento temutissimo dalla pianta del kiwi. Prima della messa a dimora è necessario il livellamento del terreno. Scavare, quindi, un buco di circa 50 cm, versarvi un po' di ghiaia e porre la pianta a dimora.Trattandosi di rampicanti è indispensabile prevedere la presenza di appositi supporti su cui le piante possano arrampicarsi. Ogni 6 mesi occorre procedere con la potatura. In estate specialmente si eliminano i rami vecchi per una maggiore aerazione.

  • piante di kiwi La pianta del kiwi richiede un'elevata umidità ambientale, che nel periodo estivo deve essere preferibilmente almeno del 60%; analogamente, anche il suolo richiede una buona dose di acqua, con irrigaz...
  • Ramo di kiwi Le esigenze di acqua del kiwi sono decisamente grandi, in modo speciale se si tratta di piante giovani o impiantate recentemente. Le ramificazioni delle radici arrivano in superficie e sono decisamen...
  • Cesoia potatura Prima di procedere con le operazioni di potatura kiwi e di tutte le piante in generale è fondamentale munirsi di attrezzi utili a questo scopo, imparando ad usarli per un'ottima riuscita dell'operazio...
  • kiwi Salve,sarei interessato a coltivare sulla mia terrazza da 40mq (quindi una terrazza molto grande, che tra l'altro funge anche da tetto) dei kiwi e farli rampicare sul mio piccolo pergolato, ho letto...

ZLKING 100 Pz Rare naturale frutta biologica semi Bonsai dolce fresco Esotico albero di frutta pianta decorato da giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


L'importanza di concimare correttamente il kiwi

Coltivazione di kiwi Estremamente importante risulta la fase di concimazione. L'integrazione degli elementi nutritivi presenti nel terreno, infatti, è indispensabile per una coltivazione del kiwi a regola d'arte. L'elemento fondamentale che non deve assolutamente mai mancare è l'azoto. Il suo apporto deve essere elevatissimo specialmente dopo la raccolta dei frutti. La concimazione effettuata in questo particolarissimo momento garantisce alla pianta la possibilità di rigenerarsi correttamente per la stagione successiva. Da non dimenticare anche l'integrazione di fosforo e potassio. In maniera particolare quest'ultimo risulta utilissimo per migliorare le dimensioni ed il gusto dei frutti. Le dosi ideali di fertilizzanti da utilizzare sono sempre indicate sulla confezione. E' assolutamente necessario rispettarle per evitare di bruciare l'impianto radicale della pianta di kiwi.


Coltivazione kiwi: Esposizione e possibili malattie del kiwi

Frutto del kiwi Nella coltivazione del kiwi occorre tenere strettamente in considerazione anche l'esposizione delle piante. Generalmente esse amano il clima temperato e temono il vento che può portare alla perdita irrimediabile dei fiori (e conseguentemente dei frutti). Le temperature estive devono essere di minimo 25°C ed in inverno non dovrebbero scendere sotto il-10°C. L'esposizione ideale è in pieno sole. In estate è comunque utilissimo prevedere l'utilizzo di teli che creino leggermente ombra per evitare che il calore eccessivo porti alla disidratazione della pianta. Clorosi e batteriosi sono le malattie che più frequentemente possono colpire le piante di kiwi. La prima si compone integrando il terreno con "chelati di ferro". Per la seconda sfortunatamente non esistono veri e propri rimedi se non l'eliminazione dei rami malati.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO