Come curare le piante grasse rare

vedi anche: Piante Grasse

Quanto innaffiare le piante grasse rare

Il luogo comune vuole che le piante grasse non vadano mai bagnate. Questo non è affatto vero: scopriamo allora come e quando innaffiare le nostre piante grasse rare. L'innaffiatura delle succulente varia a seconda delle temperature: al di sopra dei 15 gradi centigradi medi, sarà necessario bagnarle almeno una volta al mese, al di sotto dei cinque gradi centigradi medi, l'irrigazione deve essere sospesa. Per tutti i casi di indecisione, possiamo fare affidamento sulla buona vecchia abitudine di controllare l'umidità del terreno: quando lo strato superficiale si presenta completamente secco, è arrivato il momento di dare acqua alla nostra pianta. Alcuni esemplari, come la Mammillaria pectinifera, crescono naturalmente in zone desertiche e non sviluppano fusti superiori a qualche centimetro, per questo motivo richiedono quantità di acqua ridotte. Diversamente l'Obregonia preferisce innaffiature abbondanti specialmente in estate.
Innaffiare piante grasse

SAFLAX - Set per la coltivazione - Conophytum (mix) - 40 semi - Conophytum Mix

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


Prendersi cura delle piante grasse rare

cura piante grasse A differenza di altre varianti di succulente, le piante grasse rare, necessitano di una maggiore attenzione che rispetti la fragilità degli esemplari che li rende appunto così rari e preziosi. Un primo elemento importante è rappresentato dalla scelta del vaso. Le dimensioni devono adattarsi a quelle della pianta, consentendo un adeguato sviluppo delle radici, senza però eccedere, rischiando di causare ristagni d'acqua molto pericolosi per la pianta. Il genere Ariocarpus è uno dei più fragili e complessi da coltivare correttamente. Per questo tipo di piante è consigliabile un vaso dalla forma allungata che consenta alle radici di svilupparsi in profondità. Un vaso in plastica rende più uniforme il tasso di umidità della terra, permettendo lo sviluppo corretto delle radici. Un'ulteriore accortezza è quella di circondare il colletto della pianta con del materiale inerte tipo ghiaia che filtri rapidamente l'umidità evitando ristagni.

  • pianta grassa Coltivare le piante grasse in casa non è per nulla difficile, poiché si tratta di specie che non manifestano esigenze specifiche e non necessitano di cure particolari. Ciò non toglie, comunque, che ne...
  • piante grasse gruppo che comprende decine di piante succulente sempreverdi originarie dell'Europa, dell'America e dell'Asia. Si presentano come dense rosette di foglie carnose, per lo più arrotondate, talvolta allu...
  • piante grasse Generalità: Originario del Sud America, comprende venticinque specie di cactus a colonna.Trichocereus Spachiana Il Trichocereus Spachiana è originario dell'Argentina settentrionale. Ha portamento co...
  • Stetsonia questo genere è composto da una sola specie di catus colonnare originario dell'America meridionale, riscontrabile soprattutto in Argentina e in Bolivia. Ha fusto eretto, molto ramificato, che presenta...

Creativo Vaso In Resina Di Micro-Paesaggio Per Fiori Piante Grasse Succulente Bonsai Garden Vasi Di Piante Di Giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€
(Risparmi 1€)


Come concimare le piante grasse rare

Concime piante grasse Come tutte le piante, anche le piante grasse hanno bisogno di sostanze chimiche che garantiscano il giusto nutrimento per sostenere la crescita. Molte sostanze, come ossigeno, idrogeno, carbonio e calcio, sono già contenute naturalmente nella normale acqua di irrigazione e nella terra del vaso senza bisogno di integrazione. Al contrario per tutto il resto è necessario utilizzare un concime specifico. Le principali sostanze necessarie sono potassio, fosforo ed azoto. Tuttavia, ogni varietà di pianta grassa rara richiede diversi dosaggi di questi tre elementi. Gli esemplari appartenenti alla famiglia delle cactacee, come il Ferocactus glaucescens, per esempio, sono originari di zone dove l'azoto è poco presente nel terreno, per questo motivo non occorre fornirne molto, a differenza delle piante dotate di foglie verdi che ne richiedono una quantità maggiore.


Come curare le piante grasse rare: Come prevenire e curare le malattie

Malattie piante grasse rare Ci sono tre possibili cause che determinano una sofferenza alle piante grasse: il freddo, l'eccesso di umidità e la scarsa illuminazione. Ognuna di queste condizioni è riconoscibile dai sintomi particolari: il freddo causa delle crepe sul fusto, l'umidità rende la pianta giallastra, mentre la mancanza di luce la fa apparire secca e fragile. La prevenzione di queste tre condizioni è semplice, bisognerà tenere la pianta in un ambiente asciutto, privo di spifferi, possibilmente esposto sul lato Sud dell'abitazione ed innaffiare solo quando il terreno appare secco. Anche organismi parassiti come la cocciniglia ed i funghi possono minacciare i nostri amici verdi. Per evitare ciò, è bene eseguire regolari trattamenti in primavera ed inverno, cioè all'inizio dei due cicli principali della vita vegetativa della pianta. Un'altra buona abitudine, può essere la rinvasatura regolare da effettuare ogni anno per le piante giovani ed ogni quattro per quelle mature.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO