Oziorrinco

Oziorrinco

Gli oziorrinchi sono insetti appartenenti all’ordine dei Coleotteri. Possono provocare danni ingenti al fogliame di camelie, rododendri, lauroceraso, euonimo, lilla, ligustro, agrumi e altre piante a foglia coriacea. Con il loro robusto apparato boccale masticatore infatti erodono le parti interne o il margine della lamina fogliare prevalentemente di consistenza coriacea. Per accertare la presenza di oziorrinchi visitate le vostre piante di sera, muniti di una torcia, quando è calato il buio completo. Se il luogo è abbastanza silenzioso potrete anche sentire il rumore delle loro mandibole in azione, ed esaminando con molta attenzione le foglie e gli steli dovreste presto individuarli. Misurano circa 1 cm, di colore bruno o nero. Le larve invece si nutrono degli apparati radicali.

L'intervento chimico presuppone un notevole numero di applicazioni con prodotti molto tossici, pertanto meglio ricorrere prima ad altri metodi: contro gli adulti, per quanti se la sentono, è possibile procedere alla cattura manuale, facendoli cadere in un barattolo, mentre contro le larve si può mettere in atto il controllo biologico anche per impedirne la proliferazione. Per questa operazione si utilizzano vermi nematodi, presenti in commercio, che si nutrono proprio delle larve. Si presentano come una polvere che va disciolta nell’acqua di un innaffiatoio e successivamente distribuita come una normale innaffiatura ai piedi delle piante. Il trattamento va ripetuto una seconda volta dopo 1 mese. Un ulteriore rimedio efficace è la possibilità di applicare anche dei nastri di collante alla base del tronco in modo da impedire la risalita degli insetti, rimanendovi appiccicati.

Insetticida del terreno granulare Bayer Teflustar 350 gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,48€



Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO