Tripidi

  • In questa pagina parleremo di :

Tripidi

Il Tripide è un piccolo insetto, di dimensioni inferiori ad un millimetro, di colore giallastro o giallo-verdastro, a seconda degli stadi di sviluppo. Il Tripide attacca la vegetazione all’apertura delle gemme, periodo nel quale provoca il maggior danno; questo è rappresentato dalle punture che provocano un rallentamento dello sviluppo dei germogli, alla cui base si formano, spesso, delle tacche necrotiche superficiali e suberificate. Queste tacche sono provocate oltre che dalle punture di nutrizione anche da lesioni dovute all’ovopositore. Inoltre, le punture dell’insetto provocano sulle giovani foglie delle deformazioni che tendono all’accartocciamento, mentre sulle foglie più vecchie deformazioni e increspature della lamina; ad un esame più attento, sulla pagina inferiore, noterete punteggiature necrotiche, corrispondenti alle punture sulla pagina superiore, circondate da un alone clorotico. Questi insetti sono noti per l'infestazione delle viti, sui cui acini le punture possono provocare tacche o striature superficiali con reazioni da parte dell’epidermide.

La lotta si effettua solamente in caso di forti infestazioni, cioè quando compaiono almeno due tripidi per foglia, con un trattamento chimico alle prime fasi vegetative (germoglia mento).

Gli adulti possono essere monitorati attraverso l’applicazione di trappole cromotropiche blu.

Il Tripide è anche controllato da nemici naturali tra cui possiamo annoverare i Rincoti Antocoridi.

TRAPPOLE CROMOTROPICHE PER LA CATTURA DEI TRIPIDI IN CONF. DA 10 TRAPPOLE 40X25

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,5€



Guarda il Video