Coltivazione timo

Coltivazione timo

La pianta di timo, propriamente Thymus, è una pianta molto aromatica, questa fa parte delle Lamiaceae ed ha origini molto antiche, infatti già i faraoni nell’antico Egitto ne facevano largo uso per mummificare le mummie, poiché le sue speciali proprietà mantengono molto bene la resistenza della pelle. Il timo viene spesso utilizzato anche nelle bevande, poiché è dotato di proprietà antisettiche e disinfettanti ottimali per problemi gastrointestinali o generali.

Ovviamente la sede principale di utilizzo della pianta è la cucina, chef di tutto il mondo ne fanno elemento fondante per armonizzare i sapori di carni e pesci, oppure per preparare prelibati liquori.

L’idea migliore, laddove possibile, è coltivare nella propria abitazione il timo. Questa pianta non necessita di condizioni climatiche particolari e pertanto si pone come molto resistente ad ogni tipo di atmosfera, anche la nostra, senza risentire di sbalzi, caldo e temperature.

timo

Fioriera In Legno + Lavagna Coltivazione Basilico Prezzemolo Timo 34x12x53h Orto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Coltivare il timo

timoLa prima cosa da fare è scegliere un terreno adatto, sia quello argilloso che quello troppo secco non sono assolutamente adatti. Dovete scegliere un terreno misto, in quanto, lascerà traspirare la pianta, saprà dargli il giusto apporto d’acqua e al tempo stesso eviterà di bloccare le sostanze nutrienti.

L’acqua è l’elemento nutriente della pianta, ma ogni eccesso può far danno. Un terreno che lascia passare interamente il flusso d’acqua somministrato alla pianta, rischia di logorarla ed ucciderla.

Il timo è una pianta che va soggetta particolarmente a muffa, dunque bisogna fare molta attenzione all’acqua, evitando anche ristagni, i quali inoltre attirerebbero insetti che danneggerebbero le sue foglie.

Fate attenzione anche a funghi e ruggine, deleterie per il timo. Ponete il timo in una zona in cui non vi siano molti insetti, questa pianta difatti tendenzialmente attira molti insetti che sarebbero una rovina per la sua crescita.

In taluni casi rari l'utilizzo di prodotti chimici in vendita in commercio risulta l'unica via da seguire ma, prima di precipitarvi nell'acquisto, vi consigliamo di utilizzare almeno provandoci i classici ed antichi rimedi per rigenerare una pianta e tenerla al sicuro. I prodotti chimici, anche se sicuri, comunque si depositano sulle foglie che poi dovrete utilizzare in cucina.


  • Ficus Benjamina Il ficus benjamina appartiene alla famiglia delle Moraceae È originario dell’Asia sudorientale e dell’Oceania. È un albero che può raggiungere i 30 metri di altezza dove è endemico (o in zone con cli...
  • davallia canariensis Questo genere comprende circa 30-40 specie di felci semisempreverdi originarie dell'Asia, dell'Africa, della Nuova Zelanda e dell'Europa meridionale; D. canariensis è originaria della isole Canarie, c...
  • Codonanthe Le Codonanthe sono un gruppo di circa dieci specie di piante sempreverdi, epifite, originarie dell'America centro-meridionale. Hanno fusti sottili, scarsamente ramificati, lunghi fino a 40-50 cm, ramp...
  • Ciclamini I Ciclamini sono piante con radice tuberosa, diffusi in natura nell’area mediterranea, in Europa, Africa e Asia; questa zona è caratterizzata in genere da inverni abbastanza miti, primavera ed autunno...

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà, Collezione 1, Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla, Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Semina

timoSe volete coltivare il timo in un vaso, dovrete utilizzare il terreno sopra citato ed un contenitore molto capiente, almeno 30 centimetri, di terracotta e mai plastica. Non utilizzate un sottovaso, lascerete cosi le radici libere di respirare.

Se invece volete coltivare il timo in giardino potete utilizzare i semini o le talee. Se avete una bustina di semi a disposizione, dovrete aspettare almeno la fine di marzo prima di seminare. Sistemate una cassetta con terreno misto e torba al sole, fate dei buchi non troppo profondi e inseritevi in ognuno i semi. Poi, non smuovete il terreno ma prendetene di fresco e ricoprite i piccoli buchi. Innaffiate generosamente ma senza eccedere e aspettate che crescano le piantine.

Ad agosto, dissotterrate delicatamente le piantine. Fate delle buche piccole a distanza di trenta centimetri ed inseritevi all’interno la pianta di timo. Coprite con terreno fresco ed innaffiate.

Qualora non abbiate i semi ma la talea, è possibile inserirla direttamente in giardino, senza danneggiare però le radici durante la coltivazione.


Come procedere alla cura e alla raccolta

Il timo, anche non avendo bisogno di cure eccessive, deve comunque essere seguito. Eliminate sempre le erbacce e le foglie secche, staccate i piccoli rametti per potarla, utilizzando forbici adeguate e MAI le mani.

Le forbici devono essere di ottima qualità, il taglio deve essere secco e sotto il ramo più grande. Una volta fatto, disinfettate il pezzetto di ramo che rimane scoperto. I prodotti in vendita vanno benissimo.

La raccolta può essere fatta durante tutto l’arco dell’anno, sia in foglia che a rametti.

Se volete spostare il timo da una zona all'altra fatelo nei mesi più caldi, perfetto agosto, facendo attenzione a non scegliere zone d'ombra che porterebbero la pianta ad una rapida secchezza e conseguente deterioramento.

Il timo, utilizzato per le cose più svariate, viene fatto solitamente essiccare, non tutti però sanno che le foglie sono ottime anche fresche. Ottimi sono anche i fiori utilizzati freschi, vengono conservati per qualche giorno in frigo in carta da cucina.

Se volete conservare ed essiccare le foglie, una volta raccolte lasciatele in zone d’ombra con molta aria e conservatele poi in barattoli di vetro.

La tradizione culinaria, vuole per l'utilizzo in cucina, un misto fatto da un trito di foglie di timo essiccate a lungo e una mistura di sale e pepe. Questo mix perfetto viene utilizzato come condimento alternativo al classico sale, è gustoso per pietanze di ogni tipo ed anche insalate.

Va inoltre ricordato che il timo oltre ad attirare gli insetti, si narri attragga anche le fate.



Guarda il Video
  • timo Il timo è una pianta aromatica perenne estremamente diffusa. Cresce spontaneamente in diversi paesi del Mediterraneo opp
    visita : timo
  • timo pianta Il timo è una pianta di tipo arbustivo perenne che appartiene alla famiglia delle Lamiaceae ed è originaria delle zone o
    visita : timo pianta
  • timo coltivazione La timo coltivazione viene eseguita su grandi appezzamenti di terreno. Le foglie di questa pianta sono caratterizzate da
    visita : timo coltivazione

COMMENTI SULL' ARTICOLO