Bacche di goji

Bacche di Goji: piccole e preziose quanto una medicina

Da un po' di tempo a questa parte, parlare di bacche di Goji è diventato una vera e propria moda. In realtà, questo piccolo frutto gode, da più di 2000 anni, dell'appellativo di "frutto della longevità" proprio per le sue proprietà organolettiche e la sua composizione chimica. Originarie della regione interna della Mongolia, questi piccoli frutti sono un concentrato di principi attivi, sali minerali, vitamine e antiossidanti, come nessun'altro alimento oggi conosciuto. Non è un caso, quindi, che il Goji rappresenti una componente fondamentale della medicina tradizionale cinese. Dal colore rosso vivo, le bacche hanno forma allungata e appiattita, non superano il centimetro e mezzo di lunghezza e contengono al loro interno piccoli semini stretti e lunghi. Il loro sapore ricorda molto quello del mirtillo, ma la pianta appartiene alla famiglia delle solanacee, insieme a patate, melanzane e pomodori. Le bacche di Goji possono essere consumate fresche ma è molto difficile trovarle sul mercato occidentale in questa forma. Molto più comune, invece, trovarle essiccate, conservate sottovuoto, in sacchetti salva-freschezza o in barattoli di vetro.
Le bacche di Goji così come si presentano in natura.

BACCHE DI GOJI GROSSE (220/50)1 KG (2 PACCHI DA MEZZO kg)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€
(Risparmi 3€)


Le bacche di Goji: un piccolo frutto, ricco di grandi proprietà

Le bacche di Goji essiccate e pronte per l'uso.Il frutto del Goji è riconosciuto da tutti come una fonte inesauribile di antiossidanti e di vitamine, soprattutto quelle del gruppo C ed E, dalle note proprietà "anti-age". Flavonoidi, carotenoidi e un nutrito composto di sali minerali, favoriscono infatti la funzione anti-degenerativa del tessuto e delle cellule del nostro organismo, rinforzandone in parallelo anche le difese immunitarie. Ma la posologia delle bacche di Goji non è solo legata a questa proprietà. Perché antiossidanti come i flavonoidi, uniti alla forte concentrazione di betaina, sono in grado di ridurre il rischio cardio-vascolare, rafforzando il sistema circolatorio e cardiaco. Sono, quindi, in grado di pulire le arterie dal colesterolo nemico. Inoltre, il complesso di amminoacidi (più di 18) e di proteine, garantiscono all'organismo l'energia, il nutrimento e il rinforzo necessari per tutta la giornata. Basta seguirne la corretta posologia.

  • Bacche di Goji sull’albero. Le bacche di Goji provengono da una pianta originaria della Cina. Esse sono utilizzare per apportare all’organismo delle sostanze nutritive indispensabili. Queste bacche sono di colore arancio e rosso...
  • La raccolta delle bacche di goji La pianta di goji appartiene alla famiglia delle solanacee, ovvero quella di altre piante molto diffuse nel consumo occidentale: pomodori, melanzane, peperoncino. Ne esistono due specie, chiamate una ...
  • Pianta di bacche di goji Le bacche di goji sono considerate un elisir di lunga vita, ciò viene testimoniato anche dalla longevità dei popoli asiatici che sin dalla notte dei tempi ne hanno fatto, e ne fanno tutt'oggi, un larg...
  • La pianta di Goji Le bacche Goji sono frutti di due particolari specie di piante, il Lycium Barbarum e il Lycium Chinense, che crescono spontaneamente in Mongolia, Tibet ed in Cina. Sono conosciute da migliaia di anni...

Natural Zing Bacche di Goji Naturali e Biologiche, Senza Solfiti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,26€


Bacche di Goji posologia

Le bacche di Goji a colazione con mandorle e cereali.Per poter trarre tutti i benefici sopra descritti dalle bacche di Goji, è necessario seguire la corretta posologia. 15 grammi di frutto, ovvero circa un centinaio di bacche, assunti una volta al giorno, è la dose consigliata e bastevole per un corretto apporto proteico, nutritivo ed energetico. Per le donne in gravidanza ed i bambini, invece, è consigliabile non superare i 10 grammi di quantità. Certamente, è possibile anche mangiarne di più, a seconda del proprio gradimento, ma considerato il concentrato di principi attivi in esse contenute, è meglio non eccedere con le dosi. Secondo la medicina cinese,infatti, il rapporto dovrebbe essere di 3 grammi di bacche per ogni 10 chili di peso corporeo. Le modalità di assunzione, invece, posso essere diverse. È possibile mangiarle direttamente secche, come spuntino di metà mattina o del pomeriggio. Oppure aggiunte ai cerali della colazione, in latte o yogurt. Possono essere anche re-idratate e aggiunte a tè o tisane, oppure diventare esse stesse base per infusi. In questo caso, si consigliano un paio di cucchiaini di bacche per tazza, lasciate in infusione per dieci minuti al massimo.