Pianta di lavanda

Le varie tipologie di pianta di lavanda.

In pochi sanno che di tipologie di pianta di lavanda ce ne sono diverse: la Lavandula Spica o Lavandula Officinalis è una delle più particolari e può arrivare fino ad un massimo di un metro di altezza. I fiori sulla pianta ci sono principalmente in estate e le parti verdi sono invece ricoperte di peluria. La Lavandula Stoechas è la specie di pianta con "il ciuffo di brattee" sopra i fiori che rimangono anche dopo che ha sfiorito, fiorisce in primavera ed in estate mentre le foglie sono molto strette e lineari. La Lavandula Latifolia è più grande rispetto a tutte le altre specie ed ha un profumo canforato; la Lavandula Angustifolia è perfetta per formare siepi basse e tra le tante varietà ce ne sono di colore blu, rosso e bianco; infine, la Lavandula Dentata ha proprio delle foglie dai margini dentati. Fonte: pixabay.com
pianta della lavanda

Extragifts ecocube Lavanda - piante nel cubo di legno

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Come coltivare la pianta di lavanda.

coltivazione della lavanda La pianta di lavanda è di per sé molto rustica ma le varie specie hanno anche diverse esigenze a livello ambientale; in generale, non hanno bisogno di cure molto particolari ma la Angustifolia è la pianta di lavanda che resiste molto di più al freddo rispetto alle altre. Per coltivare in modo corretto la lavanda il terreno non deve essere molto umido, per capire infatti quando è arrivato il momento di annaffiarla si deve osservare se il terreno si è perfettamente asciugato. I terreni argillosi e alcalini sono perfetti per la coltivazione della pianta di lavanda, e nella stagione primaverile viene consigliata una concimazione ben bilanciata. La stagione della fioritura è per quasi tutte le specie della lavanda dalla primavera all'estate, ed il profumo varia in base alla specie di pianta. Fonte: upload.wikimedia.org

  • Ficus Benjamina Il ficus benjamina appartiene alla famiglia delle Moraceae È originario dell’Asia sudorientale e dell’Oceania. È un albero che può raggiungere i 30 metri di altezza dove è endemico (o in zone con cli...
  • davallia canariensis Questo genere comprende circa 30-40 specie di felci semisempreverdi originarie dell'Asia, dell'Africa, della Nuova Zelanda e dell'Europa meridionale; D. canariensis è originaria della isole Canarie, c...
  • Codonanthe Le Codonanthe sono un gruppo di circa dieci specie di piante sempreverdi, epifite, originarie dell'America centro-meridionale. Hanno fusti sottili, scarsamente ramificati, lunghi fino a 40-50 cm, ramp...
  • Ciclamini I Ciclamini sono piante con radice tuberosa, diffusi in natura nell’area mediterranea, in Europa, Africa e Asia; questa zona è caratterizzata in genere da inverni abbastanza miti, primavera ed autunno...

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla e Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


Malattie e parassiti che colpiscono la lavanda.

parassiti della lavanda Nonostante la pianta di lavanda sia molto resistente e rustica allo stesso tempo può essere soggetta all'attacco di malattie e parassiti: se presenta delle macchie chiare sulle foglie, è un chiaro sintomo di un attacco del fungo Septoria molto dannoso per questa pianta; per debellare il fungo con efficacia, si devono prima di tutto eliminare tutte le parti infette della pianta, se invece la malattia è diffusa in varie parti si dovrà ricorrere ad un trattamento fungicida specifico. I marciumi radicali e basali possono anch'essi essere causati da diversi funghi nella pianta di lavanda, e si combattono disinfestando l'intero terreno o ricorrendo a trattamenti specifici; e se invece le foglie della pianta di lavanda hanno delle macchie gialle, sicuramente è stata colpita da un virus per cui purtroppo almeno attualmente non esiste alcuna cura. Fonte: upload.wikimedia.org