Barbabietola rossa

L'irrigazione delle barbabietole rosse

Le barbabietole rosse hanno bisogno di un terreno che sia sempre sufficientemente umido ma non inzuppato. Subito dopo aver seminato le barbabietole rosse procederemo con un'annaffiatura generosa, per favorire lo sviluppo della piantina. Con le barbabietole appena spuntate dal terreno continueremo ad irrigare frequentemente. Soltanto successivamente potremo limitare gli interventi. Ovviamente dovremo regolarci anche in base alle precipitazioni atmosferiche. Se le piogge dovessero essere naturalmente intense non occorrerà annaffiare. La regola di base è che la barbabietola rossa che viene annaffiata troppo cresce molto nell'apparato fogliare a discapito della radice. Viceversa, un'irrigazione insufficiente renderebbe la barbabietola rossa troppo legnosa, piccante e poco apprezzabile dal punto di vista del gusto.
Barbabietole rosse orto

Rosso di barbabietola Semi 30pcs / bag Barbabietola da zucchero Barbabietola Vegetable Seeds Casa giardino bonsai Piante fai da te imballaggio originale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,58€


Come curare le barbabietole rosse

Barbabietola rossa Quando seminiamo le barbabietole rosse dobbiamo fare attenzione a non esagerare con la quantità. In fase di sviluppo delle piantine, appena saranno spuntate, faremo un primo diradamento. In seguito potremo diradare di nuovo, fino a raggiungere uno spazio tra le piante di 10-15cm. Per la coltivazione su più file ci regoleremo lasciando almeno 30cm. Esistono diverse varietà di barbabietole rosse. Le più precoci possono essere seminate con l'inizio della primavera. La soluzione migliore sarebbe una semina a scalare, per raccogliere un prodotto sempre fresco per tutta la stagione estiva. Periodicamente avremo cura di rimuovere le malerbe smuovendo superficialmente il terreno. Potremo anche decidere di coltivare le barbabietole rosse in consociazione con le insalate, con i fagiolini nani o con il cavolo rapa.

  • barbabietola rossa La barbabietola rossa viene coltivata per la radice tonda di colore rosso ariflessi violacei, che si consumacotta per insalate e altre preparazioni.Clima: la predilige i climi temperati, non e...
  • Bietole Le bietole sono piante biennali, del genere beta vulgaris; la specie beta vulgaris viene coltivata dall’uomo da millenni, e quindi nel corso del tempo si sono sviluppati svariati sottogeneri, ognuno d...
  • Piante di barbabietola rossa La barbabietola rossa è un frutto che cresce nel terreno, che in botanica viene chiamato beta vulgaris. In realtà della barbabietola non si consuma il frutto, ma le foglie, che emergono dal terreno, e...
  • cicoria La cicoria è un’insalata molto interessante per il periodo in cui cresce, per la sua consistenza croccante e per il gusto amarognolo che aggiunge alle altre verdure. E’ ricca di virtù anche dal punto ...

Il Kit Ortaggi per un'Insalata Originale di Plant Theatre – 5 fantastiche verdure da insalata da coltivare – ottimo regalo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Il terreno per la coltivazione delle barbabietole rosse

Barbabietole rosse raccolte Le barbabietole rosse non sono piante particolarmente esigenti in termini di arricchimento del terreno. Le fertilizzazioni delle coltivazioni precedenti saranno più che sufficienti. Eventualmente potremo arricchire la terra con un po' di anticipo rispetto alla semina. Si potrà utilizzare del concime organico pronto o soltanto del compost casalingo ben decomposto. Il terreno andrà tenuto sempre fresco, magari con l'aiuto di una pacciamatura naturale. Questa tecnica, oltre a trattenere meglio l'umidità, consente di non far sviluppare le malerbe e conseguentemente di non dover sarchiare il terreno. Durante lo sviluppo delle barbabietole rosse non è necessaria alcuna fertilizzazione supplementare. È importante, tuttavia, verificare che l'appezzamento di orto scelto per la coltivazione delle barbabietole rosse sia ben drenante.


Barbabietola rossa: Clima e avversità

Raccolta barbabietola rossa La barbabietola rossa può essere coltivata in tutte le regioni d'Italia, sia nelle zone di pianura che a quote collinari. Può stare a tutto sole purché non si tratti di un clima torrido. La barbabietola rossa tollera bene anche una collocazione a mezz'ombra, parzialmente riparata da altre piante dell'orto o in un appezzamento dove i raggi solari diretti arrivano solo per alcune ore della giornata. L'importante è che il terreno non diventi mai completamente secco e che non si formino né zolle né pozzanghere. Le uniche avversità che potrebbe subire la nostra coltivazione di barbabietole rosse sono infatti i marciumi. Non è necessario ricorrere a prodotti chimici e possiamo rimediare semplicemente correggendo le annaffiature. La raccolta delle prime barbabietole rosse avviene dopo appena due mesi dalla semina.



COMMENTI SULL' ARTICOLO