Colpo di Fuoco Batterico del Pero

L'Erwinia amylovora

Il colpo di fuoco batterico è una delle malattie che ha il maggior impatto sulle Pomacee da frutto come il melo, il pero, il nespolo, il cotogno, il sorbo e altre appartenenti alle Maloideae tra le quali principalmente il biancospino, il cotognastro, l'agazzino e la fotinia. Questo particolare tipo di batterio è in grado di svernare nelle zone colpite nella stagione precedente, iniziando poi la moltiplicazione in primavera, con la produzione di goccioline e in presenza di forte umidità nell'ambiente. Il batterio Erwinia amylovora, si diffonde sulla pianta tramite gli insetti, la pioggia e il vento. L'infezione batterica causa l'appassimento e la successiva necrosi dei germogli, dei fiori, delle foglie e dei frutti. Sui rami si creano delle lacerazioni sulla corteccia. L'infezione potrebbe diffondersi nel corso di una stagione anche su altre piante è quindi fondamentale trovare la giusta modalità di intervento per poter contrastare. il problema.
Colpo di fuoco batterico

POLTIGLIA BORDOLESE MANICA KG.1

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,8€


Colpo di fuoco batterico del pero

Colpo di fuoco batterico Il colpo di fuoco batterico del pero si manifesta durante l'inizio della fase vegetativa con un avvizzimento e un annerimento di fiori e poi successivamente con il disseccamento dei frutti. Le infezioni sulle foglie si possono manifestare con un imbrunimento della pagina fogliare che successivamente si arrotola verso l'alto. Quando sia i fiori sia le foglie sono stati infettati si potrebbe assistere alla necrosi dei germogli. Tutte le parti colpite dall'infezione presentano una colorazione variabile tra il bruno e il nero, oppure tra il marrone e il rosso. In caso l'infezione prosegua si formano sui rami e sul fusto dei cancri corticali con una colorazione scura. In caso il cancro interessasse tutta la circonferenza di un ramo ne causerebbe l'avvizzimento, se interessasse il tronco causerebbe la morte della pianta.

  • afidi Circa un mese fa ho piantato nel mio orto un pesco di tre anni acquistato al consorzio agricolo, il pesco è fiorito e ha messo i suoi primi frutti ma ho notato che le goglie più piccole si sono avvolt...
  • foglie con ruggine Questo patogeno compare nei primi mesi della primavera ed ha il suo massimo nei mesi di giugno. Le condizioni ottimali per lo sviluppo di questo micelio sono la presenza d'acqua e temperature che vari...
  • pianta grassa Le piante grasse sono fra le più acquistate, in quanto considerate più resistenti di altri tipi di pianta: ma anche le piante grasse si ammalano. Ecco come riconoscere le malattie più comuni, e come c...
  • piante grasse Coloro che vengono comunemente denominate "piante grasse" sono in realtà una categoria di vegetali ben precisa che prende il nome di "piante succulente". La caratteristica che le contraddistingue dall...

kg 10 poltiglia bordolese manica solfato di rame 20 % vite olivo frutta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,1€


Progressione della malattia

Colpo di fuoco batterico Quando si giunge alla fine della stagione vegetativa verso il bordo del cancro si potrebbero manifestare delle fessurazioni, mentre la corteccia assumerebbe una colorazione bruna e si affosserebbe verso il centro. I frutti colpiti risulterebbero imbruniti, con una consistenza molle e facilmente soggetti a marcire. In caso l'umidità dell'aria risulti elevata si potrebbero osservare delle goccioline che fuoriescono dalla parti infettate. Il liquido lattiginoso biancastro o arancione contiene le cellule vive del batterio che causa l'infezione. In presenza di condizioni ambientali più secche si potrebbe assistere alla fuoriuscita dalle fessurazioni di filamenti che contengono i batteri. L'infezione batterica da parte del batterio è molto veloce e potrebbe portare molto velocemente alla morte della pianta.


Colpo di Fuoco Batterico del Pero: Prevenzione del colpo di fuoco batterico del pero

Colpo di fuoco batterico La difesa dal colpo di fuoco batterico dovrebbe basarsi su un controllo costante delle piante in modo che si possano individuare gli eventuali sintomi prima che la malattia avanzi. In caso si osservino dei sintomi sarebbe opportuno provvedere alla rimozione delle parti colpite che successivamente dovranno essere bruciate. In caso sia il fusto ad essere colpito si dovrebbe provvedere ad estirpare la pianta. Si dovrebbero evitare gli squilibri nelle sostanze nutritive e da evitare le potature eccessive. Si dovrebbe provvedere ad eliminare le fioriture secondarie che potrebbero essere una via attraverso la quale potrebbe entrare l'infezione. Per riuscire a prevenire le infezioni sarebbe opportuno trattare le piante con prodotti a base rameica soprattutto dopo eventi che possano causare ferite sulle piante.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO