Cedrina

Come annaffiare la Cedrina

La Cedrina detta anche Verbena o Limoncina, è una pianta arbustiva con ramificazioni esili e fitte. Il suo fusto può diventare legnoso e raggiungere 2 m di altezza. Le foglie sono verdissime e lanceolate, i piccoli fiori disposti a pannocchia sulle infiorescenze, sono di colore bianco con sfumature violacee. Profumate e ricche di proprietà, le foglie della Cedrina vengono utilizzate per estrarre un olio essenziale impiegato sia in fitoterapia che in profumeria, il loro profumo ricorda quello della melissa e della citronella. Per consentire alla pianta di crescere sana è necessario annaffiare la Cedrina nella quantità giusta di acqua, non è una pianta che necessita di essere irrigata spesso, dunque è indispensabile bagnare la Cedrina solo quando il terreno o il terriccio del vaso è asciutto. Tuttavia le annaffiature devono essere più abbondanti durante la fase germinativa della pianta, in primavera fino Ottobre, mentre diminuite o addirittura interrotte durante l'inverno, soprattutto nel caso di coltivazione della Cedrina all'aperto, quando le temperature scendono sotto lo zero.
Fiori Cedrina

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà, Collezione 1, Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla, Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Come coltivare la Cedrina

Foglie Cedrina La Cedrina o Lippia citriodora il cui nome deriva dall'esploratore Augusto Lippi al quale Linneo la dedicò alla fine del Settecento, è una pianta aromatica che appartiene alla famiglia delle Verbenaceae. Coltivare la Cedrina può regalare grosse soddisfazioni, sia in termini ornamentali grazie al portamento arbustivo della pianta, sia per le proprietà delle foglie che oltre ad essere profumatissime, si possono impiegare in cucina per ricette di carne o per preparare tisane sedative.Le foglie vanno raccolte in estate e fatte seccare in un luogo asciutto, oppure utilizzate verdi, secondo l'impiego. Allevare la Cedrina in giardino o nell'orto, è possibile nelle zone miti o con stagioni invernali non troppo rigide. Il terreno o il terriccio deve essere misto a sabbia per facilitare il drenaggio dell'acqua. E' possibile riprodurre la pianta per talea nel mese di luglio. Si prelevano dal fusto le talee di circa 10 centimetri, piantate e messe a radicare in un miscuglio di torba e sabbia, si interrano a Maggio dell'anno successivo.

  • Erba Luisa foglie L'erba Luisa non necessita di molta acqua, è chiaro che in estate ne avrà maggior bisogno ma l'unico modo per capirlo è inserire i polpastrelli della mano nella terra dove è piantata per capire se è a...
  • Esempio di basilico in vaso con alcune infiorescenze. Il basilico appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, è una pianta aromatica erbacea annuale. Principalmente impiegato in cucina per il suo particolare profumo proviene dalle regioni Indiane. Questa p...
  • Origano selvatico L’olio di origano selvatico sembra essere un buon antibiotico, antimicotico, anti-Candida, digestivo, stimolante del sistema immunitario, anti-ossidante, lenitivo per piccole ustioni, tagli o graffi e...
  • composizione del terriccio ideale Sebbene la pianta del timo si adatti facilmente a qualsiasi condizione climatica, è sempre utile ricordare che il suo clima ideale, nonché natale, è quello dell'area mediterranea. Per questo motivo, q...

Terriccio biologico in un bricchetto essiccato e compresso. Una miscela speciale di coco peat + coco husk chips per Piante curcuma turmeric . Il bricchetto pesa 800 grammi. Il modo più rispettoso dell'ambiente per comprare il terreno da potting. Aggiungere acqua per reidratare fino a 10 litri di terreno di potting fresco. PH 5,8-6,5, EC: <0,5 mS / cm. Qualità del coltivatore commerciale. Spedizione gratuita.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,46€


Come e quando concimare la Cedrina

Pianta erba luisa Profumata, utile per le sue proprietà e ornamentale, grazie al suo fogliame verdissimo e i piccoli fiori bianchi, per concimare la Cedrina correttamente e farla crescere rigogliosa è indispensabile fare delle distinzioni in merito al tipo di coltivazione.Dato che la Cedrina non ha bisogno di fertilizzanti particolari, meglio non eccedere, perché potrebbero diventare nocivi. E' una pianta che si adatta piuttosto facilmente a qualsiasi tipo di terreno purché sia calcareo, perciò se è collocata in piena terra è possibile cospargere del concime organico o stallatico, avendo cura di smuovere la superficie di qualche centimetro, per facilitare il drenaggio dell'acqua. Se invece la pianta è in vaso, per allevare la Cedrina è consigliabile somministrare un qualsiasi fertilizzante per piante verdi a lenta cessione, meglio se in granuli, ma solo una o due volte all'anno, nel periodo di massima fioritura della pianta, tra Aprile ed Agosto.


Parassiti e malattie della Cedrina

Foglie limonaria La Cedrina non è una pianta particolarmente soggetta all'attacco di funghi e parassiti, tuttavia se è necessario intervenire con fungicidi o antiparassitari, essendo una pianta anche ad uso alimentare, è consigliabile sospenderne il consumo per almeno un anno. Le malattie della Cedrina sono più frequentemente causate da errori umani, durante la sua coltivazione. Ad esempio se gli apici delle foglie, i germogli e i fiori si presentano appassiti, significa che la Cedrina sta soffrendo di siccità. Il rimedio è darle da bere magari la stessa quantità di acqua, ma semplicemente più spesso e soprattutto se la pianta è in vaso, facendo sempre attenzione ai ristagni di acqua che mal sopporta il suo apparato radicale. Al contrario infatti, se la pianta è troppo irrigata o nel sottovaso rimane acqua in eccesso per lungo tempo, le foglie ingialliscono. Il rimedio è far prendere aria alla pianta in un luogo asciutto e riparato, mai sotto il sole diretto e ovviamente riducendo la frequenza o le dosi future di acqua.




COMMENTI SULL' ARTICOLO