Erba luisa

Quanto annaffiare l'Erba Luisa

L'erba Luisa non necessita di molta acqua, è chiaro che in estate ne avrà maggior bisogno ma l'unico modo per capirlo è inserire i polpastrelli della mano nella terra dove è piantata per capire se è asciutta o ancora umida. Se la terra sarà umida sarà bene aspettare prima di aggiungere ulteriore acqua, se invece sarà asciutta provveddere subito ad irrigare il terreno dove la piantina vive. Ad ogni modo, esistono dei piccoli trucchetti da pollice verde per capire se l'erba Luisa ha sete o meno. Infatti se notate le foglioline ingiallite vuol dire che riceve troppa acqua, se invece gli apici appassiscono significa che ne riceve troppo poca. Difficile stabilire una frequenza d'irrigazione precisa poiché ci sono molte varianti, come la stagione, il luogo dove è posta la pianta e la temperatura. Come per ogni pianta è bene tenere un sottovaso se l'erba Luisa è dentro casa in modo che la terra getti via l'acqua in più e ricordare di non annaffiare troppo vicino alla terra per evitare di scoprire le radici e fare solchi sul terreno.
Erba Luisa foglie

Vivai Le Georgiche JUNIPERUS COMMUNIS REPANDA (GINEPRO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€


Come coltivare e curare l'Erba Luisa

coltivazione erba Luisa giardino L'erba Luisa è una pianta che difficilmente sopporta il freddo, quindi è consigliato piantarla in un punto del giardino sempre esposto al sole e al riparo da pioggia e vento oppure meglio coltivarla in vaso e tenerla in casa. Se la pianta è all'esterno ed è inverno occhio al gelo, proteggete la pianta con della plastica trasparente. In ogni caso l'Erba Luisa ama il terreno umido e sempre idratato soprattutto nei periodi di siccità ma attenzione a non esagerare. E' importante nutrire la pianta ogni tre o quattro mesi con il concime granulare per piante verdi. Nel caso in cui la pianta sia coltivata in vaso, andrà rinvasata in uno più grande quando le radici usciranno dai fori di drenaggio del vaso. Curate l'erba Luisa pulendola da steli secchi e danneggiati nonché da foglioline secche ed ingiallite.

  • Ficus Benjamina Il ficus benjamina appartiene alla famiglia delle Moraceae È originario dell’Asia sudorientale e dell’Oceania. È un albero che può raggiungere i 30 metri di altezza dove è endemico (o in zone con cli...
  • davallia canariensis Questo genere comprende circa 30-40 specie di felci semisempreverdi originarie dell'Asia, dell'Africa, della Nuova Zelanda e dell'Europa meridionale; D. canariensis è originaria della isole Canarie, c...
  • Codonanthe Le Codonanthe sono un gruppo di circa dieci specie di piante sempreverdi, epifite, originarie dell'America centro-meridionale. Hanno fusti sottili, scarsamente ramificati, lunghi fino a 40-50 cm, ramp...
  • Ciclamini I Ciclamini sono piante con radice tuberosa, diffusi in natura nell’area mediterranea, in Europa, Africa e Asia; questa zona è caratterizzata in genere da inverni abbastanza miti, primavera ed autunno...

Shampoo Doccia - canapa e Ylang Ylang ml 200 - Verdesativa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,61€


Come e quando concimare l'Erba Luisa

Concimare Erba Luisa Un buon concime granulare è fondamentale per nutrire e fortificare l'Erba Luisa almeno tre o quattro volte al mese. Va mischiato alla terra che accoglie la pianta e subito dopo irrigato. Il periodo ideale per concimare è l'inizio della primavera fino a settembre - ottobre. Nel periodo invernale devono essere concimate solo le piante d'appartamento, se tenute in stanze riscaldate o comunque in zone della casa riparate come ad esempio in veranda, questo perché continuano a crescere, motivo per il quale è necessario un importante sostegno nutrizionale. Attenzione alla costanza e regolarità degli apporti di acqua e concime: forniture troppo distanziate nel tempo possono infatti provocare danni alla pianta e dare luogo a risultati nulli in termini di benessere del vegetale, e ovviamente anche a livello di soddisfazione estetica o produttiva.


Erba luisa: Malattie e possibili rimedi

erba Luisa malattie cure L'Erba Luisa non è una pianta che soffre di particolari malattie fungine. Raramente o comunque quando il tempo è particolarmente umido teme l'attacco di coccinelle o parassiti animali come gli afidi in generale. Vanno curate fin dai primi sintomi d'infestazioni, con prodotti a base di piretro e la cura va ripetuta più volte durante il periodo primavera - estate. Evitare di spruzzare i prodotti medicinali per non uccidere anche insetti utili all'ambiente e alla pianta stessa, bensì preferire l'idratazione della pianta versando gli aficidi diluiti con acqua sulla pianta, soprattutto sugli apici. Come tutte le piante, può soffrire la siccità e il campanello d'allarme sono gli apici appassiti, oppure può marcire a causa di eccessiva acqua ed il primo sintomo sono le foglioline che si ingialliscono. Quindi fare attenzione all'idratazione della pianta, soprattutto durante il periodo estivo.


Guarda il Video
  • erba luisa Il grazioso arbustivo aromatico proviene dall'America Latina e fa parte del vasto e tipico raggruppamento familiare dell
    visita : erba luisa

COMMENTI SULL' ARTICOLO