Semina basilico

Metodo di semina

Il periodo migliore per iniziare la semina del basilico è compreso tra febbraio-marzo, oppure tra la fine di maggio e le prime settimane di giugno. Prima di cominciare bisogna munirsi di un sacco di terriccio universale e qualche vaso preferibilmente di coccio di grandi dimensioni, in alternativa vanno bene anche le vaschette di plastica della frutta del supermercato. Si prende il contenitore e si riempie di terriccio universale, poi si spargono i semi di basilico distribuendoli uniformemente sulla superficie e si ricoprono con pochi centimetri di terriccio. Se il periodo che si è scelto per seminare è febbraio-marzo i contenitori vanno riposti in una zona del balcone riparata dal vento e da eventuali gelate. Nel periodo maggio-giugno è preferibile spostare i vasi in zona d’ombra.
basilico e pinoli

Kit di Semina orto idroponico ECOLTIVO (Basilico Dark Opal)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


La raccolta

piantine di basilico Durante la fase di semina del basilico, le piantine vanno annaffiate con regolarità. Dopo una settimana cominciano a vedersi i primi germogli. La raccolta avviene dopo un mese dalla semina prelevando le foglie più grandi. Poi cominceranno a comparire i fiori, che andranno potati per permettere alla pianta di continuare la sua crescita in modo vigoroso e robusto. Se le piantine sono troppo attaccate e hanno poco spazio per estendersi, è necessario toglierne qualcuna, lasciando nel vaso quelle rigogliose e scartando le altre. Tra una piantina e l’altra deve esserci una distanza di almeno qualche centimetro. Le piantine eliminate possono essere trapiantate in un altro vaso. Quando vengono prelevate dal terreno bisogna fare attenzione a non danneggiare la radice.

  • basilico genovese Il basilico è una delle piante aromatiche più coltivate in Italia; in effetti si tratta di una piccola pianta erbacea, originaria dell’Asia, che giunse in Europa secoli orsono, e viene coltivata sia i...
  • pianta del basilico Il basilico è un piccolo arbusto annuale, appartenente alla famiglia delle lamiacee, a cui appartiene anche la menta; si tratta di una pianta aromatica coltivata da secoli nella zona mediterranea e in...
  • basilico Nome: Ocymum Basilicum Famiglia: Labiatae Nomi comune: basaco, basalecc, basiri, basigal, baxaico, bergamo, brasile, erba reale, fradica,ocimo, vasilico. Habitat: pianta che cresce solamen...
  • Il basilico Il Basilico è una delle tipiche erbe aromatiche che fanno parte del bouquet mediterraneo; in origine la pianta, Ocimum basilicum, proviene dall'Asia, dove viene tutt'ora molto consumata, ma ha un part...

500 pezzi semi di basilico viola dolce Ocimum basilicum semi di verdure fragranti per la semina giardino di casa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Tutto ciò che c'è da sapere

piatto di spaghetti con basilico Il basilico è una pianta che tonifica e facilita la digestione. E’ originario dell’India e dell’Indonesia, dove cresce spontaneo, ma fin da tempi remoti viene coltivato in Europa. Inoltre è diffuso nelle regioni tropicali e subtropicali dell'America e di tutto il mondo. La pianta fa parte della famiglia delle Labiate, è alta fino a 50 centimetri, con foglie lanceolate di colore verde; i fiori bianchi sono disposti in mazzetti terminali. Dopo aver seminato, il basilico va protetto dalle gelate e dai raggi diretti del sole. Va raccolto quando raggiunge l’altezza di 10 centimetri, per evitare di consumare un prodotto che possa contenere sostanze cancerogene. E’ preferibile mangiare il basilico fresco o congelato, è da evitare l’uso del basilico essiccato poiché contiene estragolo un composto naturale ma tossico.


Semina basilico: Uso e conservazione

pesto Il motivo per cui sempre più persone si cimentano nella semina del basilico, è perché la pianta aromatica impreziosisce con il suo sapore molti piatti, soprattutto in estate. Addirittura chi vive in appartamento, semina il basilico in vasi che poi ripone su davanzali o angoli della cucina come se fossero delle piante ornamentali. Ci sono zone dell’Italia rinomate per le ricette con il basilico, come Genova famosa per il pesto o Capri per la Caprese. Nel primo caso il basilico è il protagonista, vanno raccolte solo le foglie piccole e usati ingredienti di qualità, nel secondo esempio è una "comparsa", ma la sua presenza è ugualmente essenziale. Il basilico viene utilizzato per arricchire di sapore la pizza, per preparare i sughi, o condire insalate. Il basilico si conserva congelando foglie oppure mettendole in vaso sotto sale.


Guarda il Video
  • semina basilico Il basilico o Ocimum basilicum è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Laminacee. Il fusto si pres
    visita : semina basilico

COMMENTI SULL' ARTICOLO