Rodilegno rosso

Rodilegno rosso

Il rodilegno rosso è un insetto, dell'ordine dei lepidotteri, che appartiene alla famiglia delle Cossidae. Il Cossus cossus ha una vita media della durata di circa 3 anni mostrando una vasta riproduzione durante il periodo estivo. Le larve hanno una lunghezza di circa 80 millimetri e presentano una colorazione variabile tra il rosa e il rosso-violaceo, in base allo stadio di sviluppo dell'insetto. Le larve possiedono otto paia di zampe e cominciano a scavare le gallerie dopo 12 giorni dalla nascita, dove poi trascorreranno l'inverno per riprendere il normale sviluppo la primavera successiva. Quando finisce lo stadio larvale, gli insetti escono dai canali che si sono scavati per realizzare un bozzolo, dal quale usciranno le farfalle dopo 30 giorni. Gli adulti hanno una colorazione grigio-bianca con delle striature.
Larva di rodilegno rosso

Bayteroid ew 50 ml Insetticida piante a bassa carenza afidi tripidi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€


Danni del rodilegno rosso

Larva di rodilegno rosso I sintomi dell'infestazione sono visivi, quindi sarebbe opportuno osservare attentamente le piante, soprattutto Pomacee e Drupacee. In caso di una infestazione larvale a stadio avanzato sarebbe possibile osservare sulla superficie colpita dei fori e degli sgretolamenti, segno del passaggio degli insetti. I danni che si possono riscontrare nella pianta sono rappresentati da vasti deperimenti dovuti alla mancanza di circolazione linfatica. In caso la pianta sia in uno stadio giovanile, in pieno sviluppo, l'attacco potrebbe provocare la rottura dei rami. I rami oltre a subire un danno a livello linfatico, vedono indebolita anche la loro struttura a causa delle gallerie scavate al loro interno. Le parti ferite dallo scavo degli insetti possono essere una via attraverso la quale potrebbero entrare altri patogeni.

  • formiche testa rossa Sul mio albero di prugno ho notato delle gallerie ed in queste ho notato un andirivieni di formiche dalla testa rossa che rilasciano un sacco di segatura(immagino che scavino nell'albero),tutto questo...
  • Dracena Salve, ho una dracena da 5 anni; è stata sempre perfetta, ma da un mese, o poco piu' cominciano a seccarsi le foglie, non capisco il perchè; Ciascuna foglia (sana)inizia ad avere degli aloni o delle z...
  • camelia Salve, ho un problema con una camelia in vaso e una in giardino. Entrambe fanno i boccioli, ma questi non si schiudono e cadono dopo essere diventati marroncino,come se fossero marci. Metto regol...
  • Patate Abbiamo seminato le patate in aprile ed i tuberi sono praticamente marciti tutti, abbiamo dato la colpa alla tanta pioggia ed al freddo, li abbiamo riseminati al mese di maggio e più della metà sono m...

SOLFATO DI RAME GRANITELLO 98-99% DI PUREZZA IN CONFEZIONE DA 1 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Lotta al rodilegno rosso

Adulto di rodilegno rosso La lotta contro i Cossus cossus prevede pratiche diversificate a seconda dei casi che devono essere trattati. La lotta guidata prevede il monitoraggio degli individui adulti mediante l'utilizzo di trappole sessuali, che dovrebbero essere installate nella prima metà di maggio. Per riuscire a prevenire adeguatamente l'infestazione si dovrebbe provvedere a trattare le parti legnose della pianta con insetticidi fosforganici, miscelati con degli oli bianchi, in modo da migliorare la penetrazione del prodotto e garantire una maggiore persistenza sulla pianta. In caso di presenza di infestazione si dovrebbe provvedere alla eliminazione delle larve sia con mezzi meccanici sia con mezzi chimici, per esempio insufflando degli aerosol nelle gallerie, saturandole e successivamente stuccando l'apertura.


Lotta biologica

Adulto di rodilegno rosso La lotta biologica contro questo particolare tipo di insetto consiste in 2 metodologie diverse, la prima prevede l'utilizzo di microrganismi antagonisti, la seconda la cattura degli esemplari maschi. La cattura degli esemplari maschi avviene con delle trappole a feromone, in modo da garantire che le femminili non vengano fecondate e le uova risultino sterili. Per una lotta microbiologica si dovrebbero utilizzare alcuni organismi in grado di contrastare l'infestazione. Per esempio potrebbe essere utile impiegare delle tipologie di nematodi, come il Neoaplectana carpocapsae e il Neoaplectana feltiae. Tali nematodi spruzzati con degli strumenti all'interno delle gallerie, sono in grado di attaccare le larve degli insetti. Esiste anche la possibilità di utilizzare alcuni funghi entomopatogeni oppure impiegare insetti antagonisti come alcuni ditteri ed alcuni imenotteri.




COMMENTI SULL' ARTICOLO