Gallinaccio

Caratteristiche distintive del gallinaccio

Il gallinaccio viene chiamato con diversi nomi che cambiano a seconda della regione. Mentre in Toscana viene definito galletto in altre zone è più noto col nome di gallitula o di gialletto. E' uno dei funghi che può essere riconosciuto con maggiore facilità ed è molto apprezzato per le sue carni saporite delicatamente profumate. Il cappello a imbuto è di un bel colore giallo intenso e può essere avvistato anche a grande distanza. Al di sotto del cappello ci sono delle grandi pieghe che decorrono sul gambo. Viene cucinato in molti modi differenti ed è ottimo per condire la pasta all'uovo. Si può gustare anche saltato in padella con olio extravergine d'oliva, aglio, un pizzico di peperoncino e prezzemolo tritato a coltello. Si conserva a lungo essiccatura o sottaceto.
Un gruppo di gallinacci

Fungo Box Natalizio: il Kit per Coltivare in Casa Funghi Ostrica (Commestibili e Buoni), dai Fondi del Caffè espresso. Il regalo più originale (e saporito) del natale 2016

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,95€


Habitat e stagione della raccolta

Gallinaccio nel sottobosco I gallinacci crescono in diverse tipologie di sottobosco ed è estremamente facile trovarli nei pressi delle radici delle betulle. Preferiscono un terreno prevalentemente acido e ben nutrito di sostanze organiche. Gli elevati tassi di umidità non gli causano alcuna problematica rilevante.Sono originari dei paesi del nord Europa ma attualmente crescono anche in altre zone del mondo decisamente più temperate.Preferiscono il clima umido in prossimità dei corsi d'acqua o dei laghi e tendono a crescere sempre nei medesimi luoghi.La stagione più prospera per la loro raccolta è l'autunno ma è possibile trovarne in grandi quantità anche alla fine della primavera quando, fra una precipitazione piovosa e l'altra, ci sono lunghe giornate riscaldate dal sole.

  • Illustrazione botanica del finferlo Tra le molteplici varietà di funghi che si possono trovare nel sottobosco delle macchie di vegetazione, ce n'è uno che viene particolarmente ricercato da tutti gli estimatori, secondo solo al celebre ...
  • coltivazione funghi I funghi non fanno parte del regno delle piante, ma danno origine ad un vero e proprio regno a se stante, quello dei funghi appunto, detti anche miceti; possiamo grossolanamente dividere questo regno ...
  • tartufi Tra i funghi più famosi, più costosi e più ricercati in Italia troviamo sicuramente al primo posto i tartufi. Adorato da chi ama mangiare prelibatezze, oggetto del desiderio di cuochi in erba, di prof...
  • piante malate Con la definizione fumaggine si intende un gruppo di funghi saprofiti, che non attaccano la pianta, ma che si nutrono di sostanze attaccaticce (melata) che vengono prodotte da insetti vari, quali afid...

Letti e Mobili - Credenza Salve bianco con nero con LED

Prezzo: in offerta su Amazon a: 149€


Le varietà più note

Cestino di gallinacci Le varietà di gallinacci sono numerose e tutte commestibili. Tuttavia è buona norma evitare di mangiarli se non si conoscono a sufficienza le loro peculiarità estetiche per evitare intossicazioni.Con il nome di chantarellus cibarius bicolor si indica la varietà caratterizzata da un cappello e un gambo di colore biancastro e con lamelle color giallo brillante. Il chantarellus ferruginascens ha sfumature olivastre sulla superficie del cappello. Se viene manipolato la sua colorazione albicocca originaria diviene color ruggine nel giro di pochi secondi.Invece, il chantarellus amethysteus si presenta come la prima specie menzionata la ma lamelle viola.La varietà meno profumata è la chantarellus alborufescens. Presenta un cappello conico di un colore giallo molto pallido e un gambo scuro.