Tuber aestivum

Caratteristiche principali del Tuber Aestivum

Il Tartufo nero estivo, conosciuto con il nome di Tuber Aestivum prende il nome di aestivum dalla sua stagione di maturazione e il nome volgare di Scorzone dalla caratteristica scorza ruvida e spessa, oltre che dalle dimensioni delle verruche presenti sul peridio di colore nero. Nello specifico si tratta di una tipologia di tartufo meno pregiato rispetto ad altri, ad esempio non ha il profumo e la delicatezza di quello nero invernale, ma a differenza delle altre varietà risulta più resistente e per questo si mantiene più a lungo senza deteriorarsi, racchiudendo in sé quelle che possono essere le fragranze e i profumi tipici del bosco, distinguendosi per il suo gusto intenso e delicato allo stesso tempo, e per la sua versatilità che ne vede più impieghi in diverse ricette in cucina, per piatti non eccessivamente costosi.
Tuber aestivum

Beautissu® Cuscino Flair HL per sdraio reclinabile a schienale alto 120x50x8cm - imbottitura con spalliera alta verdone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,99€


Caratteristiche morfologiche: Carpoforo, Gleba, peridio

Caratteristiche morfologiche del Tuber Aestivum: Carpoforo, Gleba, peridioEntrando nello specifico delle caratteristiche morfologiche del Tartufo Aestivum, il Carpoforo é di dimensioni variabili che possono andare dai 2 ai 10 cm, si presenta globoso, incavato alla base e di forma reniforme. Il Peridio invece ha una superficie verrucosa che talvolta presenta verruche sporgenti di grosse dimensioni dalla forma piramidale. Per quanto riguarda la Gleba invece, questa per la maggiore è di color nocciola, ma diventa giallastra nei tartufi più maturi fino a diventare di colore biancastro talvolta con sfumature rosso-porpora. Il suo odore non è molto forte, anzi si presenta come leggermente fungino, delicato e gradevole, molto più tenue da giovane rispetto all’odore più marcato che assume nella fase di piena maturazione. Il suo sapore richiama quello dei funghi porcini.

  • Tartufo d'Alba Tuber magnatum Pico, questo è il nome scientifico del tartufo bianco: deriva dal latino magnatus, cioè magnate, in riferimento al suo prestigio. In effetti è la varietà più pregiata, sia gastronomicam...
  • Tre tartufi scorzoni Lo scorzone, noto anche col nome di tartufo estivo, è un fungo che nasce e si sviluppa nel sottosuolo. Ha una forma irregolare tondeggiante e una superficie nera ruvida e con verruche di tipo piramid...
  • Tartufo bianco piemontese Il tartufo bianco è il fungo più pregiato che si possa reperire in commercio. La sua raccolta inizia nel mese di settembre e termina alla fine di dicembre. Presenta una superficie abbastanza liscia di...
  • Illustrazione botanica di funghi e tartufi Tra i frutti autunnali ed invernali che vengono maggiormente apprezzati dagli estimatori dei prodotti del bosco, ci sono sicuramente i funghi. A questo ampio regno vegetale appartengono anche i tartuf...

Outdoor Wine bag – Bag-in-Box dispenser per bevande, per esterni, spiaggia, piscina, party, BBQ, Sea etc – spessore wet-suite isolante in neoprene per mantenere il vino fredda per ore – ricaricabile vescica – Tracolla regolabile – fibbia in metallo – Targhetta

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,95€
(Risparmi 20,55€)


Aschi, Spore e Habitat del Tuber aestivum

Habitat e altre caratteristiche morfologiche del Tuber Aestivum Tra le altre caratteristiche del Tuber Aestivum, questo tartufo presenta degli Aschi inizialmente peduncolati fino a diventare globosi che contengono circa 1-4 spore, a volte anche 6. Le Spore hanno una forma rotondeggiante quasi ovale, dal colore giallo scuro e una superficie esterna quasi alveolata, presentano inoltre papille cortissime e pochi aculei. Il Tuber Aestivum è un fungo simbionte, ipogeo, e seppur prediliga terreni dalle granulazioni grossolane e fitte, drenati e di tipo calcio-magnasiaci, si sviluppa su una gran quantità di terreni. Questa specie cresce in boschi di latifoglie e pini e lo si può reperire in estate, autunno e inverno, infatti il suo periodo di maturazione va da maggio fino al periodo autunnale. Per la sua ricerca vengono impiegati cani specializzati, seppur ci sia da precisare che si tratta di una tipologia di minor pregio rispetto ad altre. Inoltre il suo sviluppo viene associato generalmente a piante come quercia, roverella, cerro, nocciolo e carpino. E infine, quanto al suo gusto risulta ottimo da mangiare, particolare da utilizzare come aggiunta aromatica.


Impieghi e usi del Tuber Aestivum in cucina

Giungiamo al suo impiego in cucina che lo vede molto più utilizzato rispetto a specie più blasonate anche per il fattore prezzo, costa di meno ad esempio rispetto al tartufo nero invernale anche nei periodi di raccolta più scarsi. Il suo sapore permette di poterlo accostare a quello della selvaggina, ma tradizioni culinarie vedono anche il suo consumo crudo o come per la maggior parte dei tartufi accostato a sostanze grasse che ne assorbono l’aroma esaltandone il gusto, si possono utilizzare quindi di accompagnamento burro, mascarpone, formaggi o anche del buon olio d’oliva. È possibile preparare piatti che vanno dagli antipasti, ai primi fino ai secondi, grattugiato e amalgamato insieme agli ingredienti, o si può vedere il suo impiego in salse di accompagnamento o di condimento per la pasta o per un profumato risotto.




COMMENTI SULL' ARTICOLO