Vescica

Vescia: informazioni generali

Il termine Vescia è utilizzato per indicare due specie ben distinte di funghi, le quali si differenziano principalmente per le dimensioni. Esse sono la Calvatia maxima e il Lycoperdon gemmatum, meglio note come vescia maggiore e vescia minore. Queste due tipologie di funghi sono entrambecommestibili, anche se il primo è considerato più "raffinato" (per quanto riguarda il sapore) rispetto al secondo. Un’altra caratteristica che li contraddistingue sono le dimensioni. La vescia maxima, se lasciata crescere può raggiungere grandi dimensioni, mentre la vescia minore mantiene le dimensioni standard degli altri funghi presenti in natura. Tornando al sapore e alla commestibilità di questi due esemplari di funghi, è bene sapere che, se vengono entrambi presi nel giusto periodo, possono alla stessa maniera dar vita a delle ricette culinarie molto saporite e succulente.
Struttura della Vescia

Zaino Idratazione,Ultraleggero Borse per 2 litri Sacca per Idratazione, Raniaco Alpinismo Escursionismo Zainetto per Ciclismo Backpack di campeggio Sport Outdoor Running Corsa Immersione,Accessori per Zaini, non incluso 2L Acqua della Vescica

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,99€
(Risparmi 7€)


Vescia: caratteristiche

Vescia in ambiente naturale La vescia maggiore è un fungo commestibile solo se lo si preleva entro un certo periodo di tempo. Presenta delle dimensioni molto ragguardevoli, infatti, può arrivare a pesare anche 5 chili, con una dimensione del cappello anche di mezzo metro di diametro circa. Questo esemplare si può trovare nei pascoli di montagna e nei prati. Cresce sia in inverno e sia in estate. Dal punto di vista estetico, il cappello ha una forma tondeggiante, è privo di gambo ed è di colore bianco. La polpa interna è bianca nei giovani esemplari e giallastro - bruna negli adulti. Questi ultimi arrivati a una certa età iniziano a emanare un odore fastidioso e sgradevole. È conveniente ricordare che questo fungo è commestibile solo nel momento in cui la polpa e il cappello sono bianchi. La vescia minore o Lycoperdon gemmatum, solitamente si sviluppa su resti vegetali. Come la vescia maggiore, il cappello è bianco, privo di gambo ed è rivestito da piccoli aculei. Il gusto di questo esemplare è considerato mediocre.

  • coltivazione funghi I funghi non fanno parte del regno delle piante, ma danno origine ad un vero e proprio regno a se stante, quello dei funghi appunto, detti anche miceti; possiamo grossolanamente dividere questo regno ...
  • tartufi Tra i funghi più famosi, più costosi e più ricercati in Italia troviamo sicuramente al primo posto i tartufi. Adorato da chi ama mangiare prelibatezze, oggetto del desiderio di cuochi in erba, di prof...
  • piante malate Con la definizione fumaggine si intende un gruppo di funghi saprofiti, che non attaccano la pianta, ma che si nutrono di sostanze attaccaticce (melata) che vengono prodotte da insetti vari, quali afid...
  • fumaggini Si definiscono fumaggini le maculature scure che spesso si creano sul fogliame in seguito alla caduta di melata prodotta dagli afidi. Queste maculature sono provocate dal proliferare di microscopici f...

Valvola di ricambio per bocchino di idratazione vescica (4 pezzi), 1PCS 90 gradi e 1PCS dritto Shutoff con o-ring e tubo FO acqua zaino, adatta per varie marche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,3€


Vescia: somiglianze

Vescia Come affermato in precedenza, le due specie che vengono volgarmente chiamate vescia, presentano alcune differenze, ma allo stesso tempo delle somiglianze. In primo luogo, sia la vescia minore e sia quella maggiore, devono essere mangiate solo quando sono giovani e quindi quando la loro polpa e colorazione esterna è bianca. La vescia maggiore è considerata più buona rispetto a quella minore. Quest’ultima inoltre, talvolta viene confusa con altre specie di funghi velenosi, mentre la prima, è impossibile da confondere viste le sue dimensioni. La confusione può avvenire con: ovuli di amanita, Lycoperdon candidum, Lycoperdon echinatum, Lycoperdon seccatum, Lycoperdon pyriforme (privo di aculei). A questo proposito, per evitare di andare incontro ad errori che possono costare la vita, è sempre utile farsi accompagnare da persone che operano in questo settore o appassionati in grado, con le loro conoscenze, di lasciare alla natura gli esemplari velenosi e raccogliere solo quelli commestibili.


Vescica: Vescia: commestibilità

Dettaglio Vescia Riguardo alla commestibilità delle due specie di vescia, è conveniente fare una distinzione culinaria sia per quanto riguarda l’essere mangiate da crude e sia in quali ricette essere introdotte. La vescia maggiore può essere mangiata cruda assieme all’insalata, alla piastra, ai ferri, impanata e fritta. La vescia minore, a causa dello sgradevole odore emanato, è considerata un fungo mediocre da introdurre nelle ricette. Tuttavia, come ricordato in precedenza, se raccolto quando la polpa è ancora bianca, ha un ottimo sapore. L’odore fastidioso viene eliminato mediante la cottura. Anch’essa può essere mangiata fritta e impanata. È conveniente essere messi a conoscenza che questo esemplare deve essere consumato subito dopo la raccolta perché la polpa interna deperisce in breve tempo e tende a diventare pulverulento.


  • vescia fungo Vescia è il nome dialettale usato per identificare due ben distinte specie di funghi: Calvatia maxima e Lycoperdon gemm
    visita : vescia fungo

COMMENTI SULL' ARTICOLO