Un orto a Trani

vedi anche: Orto

Domanda: un orto a Trani

ho l'hobby degli ortaggi, ho comprato un terreno in agro di Trani (bt) di natura tufacea secondo voi che tipi di ortaggi posso coltivare, devo anche dire che l'acqua scarseggia, ma si può risolvere. Rimango in attesa Paolo
Aglio

Artstone Vaso da fiori, per piante Claire, resistente al gelo e leggero, Verde limone, 17x15cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,19€


Un orto a Trani: Risposta: un orto a Trani

Gentile Paolo,

il terreno nei dintorni di Trani è di origine calcarea, ben drenato e privo di ristagni; per dare origine ad un buon orto, prima di tutto sarebbe opportuno predisporre la possibilità di avere acqua per annaffiare, perché il 90% delle piante che si coltivano nell’orto necessitano di acqua, quale più, quale meno, ma nessuna sopravvive se non annaffiata all’estate italiana. Cosa coltivare, dipende dai tuoi desideri, dai pomodori alle zucchine, dalle peperone alle melanzane, e poi le verdure invernali, come finocchi o verza di vario tipo; in estate si coltivano anche fagioli, piselli, fagiolini. E poi cipolle, patate, insalata. Se non ti sarà possibile annaffiare almeno ogni due o tre giorni, rinuncia ad insalata, peperoni e melanzane, perché in un paio di giorni di caldo senza annaffiature, queste piante possono anche morire, o comunque produrre poco raccolto. Per il resto, dipende da quello che preferisci; visto che siamo già quasi in agosto, per quest’anno ti conviene forse pensare subito alle verdure autunnali ed invernali, quali versa, broccoli, cavolfiori, finocchi, e se vuoi puoi anche pensare di dedicare una parte dell’orto a patate e cipolle; i fagiolini se posti a dimora verso fine agosto, in alcune settimane dovrebbe garantirti almeno un raccolto; se hai tanto spazio puoi anche preparare una carciofaia, tenendo presente che contrariamente a tutte, o quasi, le altre piante dell’orto, le aiuole a carciofi continueranno a produrre per molti anni. Prima di tutto, è consigliabile comunque ben lavorare il terreno, ed arricchirlo con dello stallatico; quindi definisci i vari appezzamenti, scavando delle piccole trincee, il fondo delle quali dovrebbe venire ben compattato, in modo da poterci camminare senza problemi; la preparazione di appezzamenti ben delineati ti sarà d’aiuto nella lavorazione dell’orto, visto che nell’arco dei mesi è sempre necessario sarchiare gli appezzamenti, riseminarli, annaffiarli: se sono sopraelevati rispetto al terreno risulta più facile effettuare qualsiasi lavorazione. Già ora puoi seminare direttamente a dimora fagiolini e zucchine; per le altre piante a coltivazione estiva, come pomodori, melanzane, peperoni, secondo me è un po’ tardi, e se le poni a dimora ora è difficile che ti diano un buon raccolto. Puoi però preparare le aiuole da utilizzare verso fine agosto o inizio settembre, per la coltivazione degli ortaggi autunnali, o la risemina di ortaggi a breve ciclo di sviluppo, come rapanelli, rape o carote, che potrai raccogliere ben prima che arrivi l’inverno.


  • Caladium x hortolanum Il caladium è una pianta molto decorativa: è apprezzata in maniera particolare per le foglie variopinte, grandi e dalla forma particolare. Purtroppo, trattandosi di una pianta tropicale, non è semplic...
  • cicoria La cicoria è un’insalata molto interessante per il periodo in cui cresce, per la sua consistenza croccante e per il gusto amarognolo che aggiunge alle altre verdure. E’ ricca di virtù anche dal punto ...
  • Carote La carota è una pianta originaria delle regioni temperate dell'Europa, coltivata per le radici a fittone utilizzate a scopo alimentare sia crude sia cotte. Le varietà coltivate hanno radici carnose di...
  • fagioli borlotti Il fagiolo, come molto ortaggi appartenenti alla famiglia delle Fabaceae, è una coltivazione interessante sotto molti aspetti. Il prodotto è senza dubbio di notevole interesse, ma lo è anche la capaci...

Bayer - Syllit flo x 250 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,6€


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO