Edulis boletus

Descrizione

L'Edulis Boletus è particolarmente facile da riconoscere anche per chi non è un esperto di funghi. La caratteristica principale è senza dubbio l'ampio cappello carnoso che può raggiungere un diametro di 30 centimetri e oltre che solitamente si presenta col tipico colore castano/bruno inframmezzato da numerose striature in base al particolare luogo di provenienza.La parte sottostante al cappello si presenta di un colore bianco con tinte di giallo, se il fungo è ancora giovane, oppure tinte verdognole nel caso si tratti di un fungo già maturo. Il fungo porcino viene particolarmente apprezzato per il suo odore ed il suo sapore inconfondibili oltre che per la particolare robustezza del gambo. Non è un caso se il porcino è presente in qualsiasi ricettario di cucina in una varietà enorme di ricette.
Esempio di Edulis Boletus

Chiodini Per Fissatrice Inchiodatrice In Blister.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,1€


Varietà

Varietà di Edulis Boletus Come anticipato, l'Edulis Boletus, è solo una (seppure la più diffusa) delle numerose varianti di funghi porcini che è possibile raccogliere nei boschi del bel paese. Benchè le caratteristiche di base sono essenzialmente le stesse, le diverse varianti si differenziano leggermente nella forma, nelle dimensioni e nel colore.Tra l'altro, dello stesso Edulis Boletus, sono presenti all'incirca una decina di sottospecie le cui differenze sono chiare e visibili solo ed esclusivamente a veri esperti del settore in grado di riconoscere particolari e finezze spesso indistinguibili ai più. In alcuni casi, la differenza non è visibile immediatamente al momento del raccolto ma solo in una seconda fase, quando il fungo viene tagliato ed è possibile analizzarne la struttura interna.

  • Esemplari di Boletus reticulatus Tra i funghi commestibili che si possono trovare in natura, ed anche sui banchi del mercato, ce ne sono alcuni che vengono maggiormente apprezzati di altri. I motivi possono essere molteplici, e non s...
  • Illustrazione botanica di Boletus Edulis I funghi, per alcune persone, sono una vera e propria passione: non solo amano consumarli a tavola, preparati in ogni modo, ma spesso spendono giornate intere per cercarli nei boschi e nelle macchie v...
  • Boletus satanas Come ben sanno tutti coloro che amano i funghi, e soprattutto che amano avventurarsi nei boschi alla loro ricerca, si deve sempre fare molta attenzione quando si raccoglie un esemplare di fungo. Infat...
  • Diversi funghi di genere Boletus Per molti estimatori di funghi, e in particolar modo di funghi porcini, il sapore delle carni del Boletus aereus è uno dei più prelibati del genere. Insieme al Boletus edulis, al Boletus pinophilus e ...

GRILL à bROCHETTES à bROCHETTES-lONGUEUR paR bROCHE : 50 cM eN aCIER iNOXYDABLE 6/12/18/24 paIRES 12er Set

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Come cucinarlo

Risotto di funghi porcini Per cucinare l'Edulis Boletus esiste solo l'imbarazzo della scelta. Attraverso una rapida ricerca in rete oppure sfogliando un qualsiasi ricettario è possibile trovare decine se non centinaia di ricette imbastite intorno a sua maestà il porcino. Grazie al suo sapore inconfondibile che lo ha reso celebre nel mondo, questa varietà di funghi è particolarmente adatta per la preparazione di primi piatti tra i quali il famosissimo risotto oppure le buonissime tagliatelle ai funghi porcini. Altresì, l'Edulis Boletus è impiegato anche nella preparazione di gustosi secondi grazie all'ottimo abbinamento con la carne ed il pesce. Nonostante ciò, i veri amanti ed intenditori di funghi preferiscono mangiarli da soli, magari cotti al forno oppure cucinati in padella o al forno.


Edulis boletus: Dove cercare i porcini

Cacciatrice di funghi La ricerca dei funghi è un'attività divertente che consente di essere a contatto con la natura. L'habitat migliore dove iniziare la propria ricerca è costituito da zone boschive con elevata presenza di castagni e querce. Tra le numerose varietà di porcini esistenti, l'Edulis Boletus è quella maggiormente diffusa sul nostro territorio.La stagione migliore per mettersi a caccia di funghi è l'autunno nonostante sia possibile portare a casa raccolti eccezionali anche in estate ed in primavera. Per ottenere i migliori risultati basta aspettare una pioggia abbondante per poi recarsi nei boschi dopo una decina di giorni in modo da dare ai funghi il tempo necessario alla loro crescita. Il porcino va raccolto imprimendo una piccola torsione al gambo per poi ripulirlo dal terreno.



COMMENTI SULL' ARTICOLO