Problemi di annafiatura

Domanda : Problemi di annafiatura

Salve, sono una appassionata di bonsai ma non so quante volte e quando posso bagnarlo.

Rispondetemi presto perchè c'è un bonsai in pericolo!!!

Bonsai di Carmona

100 pc / sacchetto Rare Bonsai 23 varietà di Azalea casa fai da te e piante da giardino con Sakura semi di fiori giapponese

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Risposta : Problemi di annafiatura

Gentile Irene,

non esiste una regola su come annaffiare i bonsai, in quanto esistono decine di centinaia di piante che possono venire coltivate come bonsai, alcune sono pure succulente, e quindi non amano annaffiature eccessive; in linea generale i bonsai da appartamento (dando per scontato che tu abbia un bonsai in casa e non in giardino) viene annaffiato quando il terreno è asciutto.

I due errori maggiori, e più dannosi, che si possono commettere annaffiando un bonsai consistono nel lasciare il terreno asciutto per giorni, oppure nell’annaffiare eccessivamente, per eccesso di zelo, mantenendo il terreno costantemente bagnato, inzuppato d’acqua.

Per sapere se è necessario annaffiare la tua pianta immergi un dito nel substrato di coltivazione, se lo senti fresco e umido, attendi un paio di giorni prima di annaffiare; così facendo in inverno annaffierai la tua pianta solo sporadicamente, mentre in estate la annaffierai quasi ogni giorno.

Per essere sicuri che il poco terreno che racchiude le radici del tuo bonsai sia effettivamente ben annaffiato e umido, ti consiglio di fornire le irrigazioni mediante immersione:

procurati una vaschetta un poco più grande del vaso del bonsai, appoggiaci il vaso (senza sottovaso) e aggiungi acqua fino ad un livello di poco inferiore al bordo esterno del vaso; l’acqua risalirà per capillarità dal fondo del vaso, dai fori, e arriverà a bagnare anche la superficie del terreno. Quando vedi che tutto il terriccio è umido, estrai il vaso dalla vaschetta, lascialo sgocciolare per qualche minuto, e riposizionalo al suo posto; se nell’arco di un paio di ore ci dovesse essere dell’acqua nel sottovaso, gettala via.

In questo modo sarai sicura di bagnare tutto il terreno nel vaso, e non soltanto la superficie.

Durante l’inverno, quando è attivo l’impianto di riscaldamento, e anche in estate se la pianta viene tenuta in un ambiente climatizzato, vaporizza la chioma del tuo bonsai, per aumentare l’umidità ambientale.

Ti consiglio anche, ogni 15-17 giorni, di aggiungere all’acqua delle annaffiature, del concime specifico per bonsai, in modo da mantenere regolare il tenore di Sali minerali contenuti nel terreno. Acquista un fertilizzante specifico per bonsai, perché risulta abbastanza complicato utilizzare i concimi per piante da appartamento anche per il bonsai, viste le diverse concentrazioni di Sali minerali contenuti in tali fertilizzanti.

Per meglio sapere come coltivare il tuo bonsai, ti consiglio di informarti, per sapere di che pianta si tratti, in modo da conoscerne tutte le esigenze colturali.

  • carmona Volevo chiedere se al mio bonsai potrei dare le vitamine o un sostituto per riprenderlo perchè è secco come fare a riprendorlo ? Grazie rispondete Luca...
  • Quercia bonsai Salve ho comprato ieri un bonsai e volevo sapere quando e quante volte lo devo innaffiare?...

Kit trio Bonsai di Plant Theatre - 3 diversi alberi Bonsai da coltivare - Ottimo regalo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€




COMMENTI SULL' ARTICOLO