fiori dopo l'inverno

Domanda : fiori dopo l'inverno

salve, prima dell'inverno ho coperto con il tessuto non tessuto le mie bocche di leone e le margherite, ora sembrano secche.Cosa devo fare? Sono da buttare o posso salvarle, e come? Grazie
Bocche di leone

100 Bulbi dei narcisi "Sir Winston Churchill"- Bulbi da fiore - SPEDIZIONE GRATUITA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 42,95€


Risposta : fiori dopo l'inverno

Gentile Lara,

le bocche di leone, anthirrinus majus, son piante erbacee, esistono specie e varietà perenni e specie e varietà annuali; in entrambi i casi, all’arrivo del freddo autunnale la pianta disperde i suoi semi e la parte aerea dissecca; solo in primavera le specie perenni ricominciano a vegetare, non appena le minime notturne si alzano notevolmente; quindi le tue bocche di leone perenni dovrebbero ricominciare a germogliare in aprile o maggio. Se si trattava di annuali, in aprile o maggio i semini che hanno disperso cominceranno a produrre nuove piante, quindi la questione non cambia. Si tratta quindi di ripulire il vaso dalle foglie secche dello scorso anno e dai sottili fusticini, tagliando rasoterra, ed attendere che le piantine germoglino, ricominciando in pratica da zero; lascia il vaso esposto all’acqua delle piogge, che saranno sufficienti per stimolare la crescita delle nuove bocche di leone. Per quanto riguarda le margherite invece, il termine è un po’ vago, in quanto esistono svariate piante da fiore che vengono chiamate margherite, alcune sono perenni che troviamo anche nei prati italiani, altre sono perenni o annuali originarie del Sud Africa, altre ancora arrivano anche dalla Nuova Zelanda, e centinaia sono le varietà ibride di ogni tipo. Quindi dal termine margherite è difficile evincere se si tratta di una perenne o di una annuale; ma è difficile anche sapere se si tratta di piante che possono sopravvivere o meno all’inverno italiano, vista la possibilità di una provenienza dai luoghi più disparati del mondo. Anche in questo caso, taglia a circa un paio di centimetri da terra la vecchia piantina esponi il vaso alle piogge, in modo che rimanga fresco e umido, e spera che la pianta rigermogli. Quanto tempo dovrai attendere? Direi che la maggior parte delle piante perenni in giardino in aprile dovrebbero ricominciare a germogliare, anche se il 2013 sembra un anno con un clima un poco strano e la primavera stenta a farsi vedere; quando le minime notturne sono superiori ai 10-12°C le piante perenni dovrebbero cominciare a germogliare. In ogni caso, porta un poco di pazienza; abbiamo tutti notato che da almeno un paio di settimane nei vivai e nei supermercati sono già presenti i fiori per il terrazzo estivo, ma si tratta solo di una corsa ad accaparrarsi i clienti; del resto da alcuni anni le corsie dei supermercati sono pronte sempre prima e a giugno ci sono già gli articoli della scuola per settembre, e a fine ottobre puoi scegliere il tuo albero di Natale. Avviene lo stesso con le piante, a marzo puoi acquistare le piante per maggio, ma non è detto che a queste piante faccia bene stare all’aperto con il freddo che c’è.


  • Bocche di leone Il nome botanico è Anthirrinum, la specie più diffusa è Anthirrinum majus, pianta perenne presente in natura nell'area mediterranea; i vivaisti si sono negli anni impegnati a produrre varietà nane e c...
  • bocche di leone Perenni di dimensioni piccole o medie, le bocche di leone ingentiliscono giardini e terrazzi, e vengono in genere coltivate come annuali, vista la scarsa resistenza al gelo.Esistono molte varietà di...
  • Crisantemi I crisantemi (genere chrysanthemum) sono piante erbacee perenni, spesso di grandi dimensioni, originarie dell’Asia e dell’Europa, coltivate da svariati millenni come piante ornamentali; il nome deriva...
  • Campo di margherite fiorite Molto importante per l'irrigazione delle margherite è far attenzione a controllare le condizioni del terreno per non rischiare di far ammalare la nostra pianta con troppe innaffiature o di farla secca...

Aloe vera 60 cm, cactus, pianta grassa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29€




COMMENTI SULL' ARTICOLO