giardini orientali

vedi anche: giardino

giardini orientali

Il giardino è spesso simbolo di tranquillità e di pace e quando siamo stressati e vorremmo avere un posto dove rifugiarci, questo è sempre la soluzione migliore. Ma quando realmente cerchiamo la tranquillità e il silenzio, ancora più di un normale giardino, è l'ideale poter godere dello spazio di un giardino orientale. Sono varie le tipologie di giardini orientali. Quello classico e forse anche più noto, è il giardino zen dove tutto ruota attorno al rispetto della natura e delle sue leggi. Il padrone di casa, per tutto l'anno, è accompagnato nel cammino attraverso le stagioni oppure, nel giardino zen fatto di pietre e ciottoli, nulla cambia. Resta tale e quale come un quadro da contemplare. Il giardino zen è caratterizzato dalla presenza di sabbia e rocce mentre diversi sono gli altri giardini orientali. Quello giapponese ad esempio ha tra i suoi elementi principali la vegetazione e l'acqua. Si crea un vero e proprio equilibrio tra la meditazione e la natura, inserendo degli elementi mai troppo grandi o pesanti o troppo scuri. Nel giardino giapponese tutto ruota attorno al principio dello Yin e dello Yang, dove il maschile è controbilanciato dal femminile e viceversa. Poi c'è il giardino Feng-Shui, cinese, che letteralmente significa "vento e acqua" e che è un giardino moderno, di contemplazione e meditazione, capace di far ritrovare all'uomo il suo più stretto legame con la natura. Anche qui tutto si basa sul dialogo tra Yin e Yang, un femminile e un maschile che si devono fondere con acqua, rocce e piante, in un unico insieme armonico.

giardino orientale

Stone-Lite BOZ 817XL - Statuetta del Buddha seduto con mano sollevata, colore nero / grigio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 121,02€
(Risparmi 99,8€)


IL GIARDINO ZEN

giardino zen Il giardino zen è il giardino tipico e quello più noto della cultura giapponese. Qui le pietre e la ghiaia rappresentano simbolicamente l'acqua, le piante e le pietre. Ii monaci di solito, utilizzano le pietre e la ghiaia di queati giardini per fare meditazione: addirittura ora esistono anche i Bonseki, piccoli giardini raccolti in una struttura in legno adatti per gli interni, che sovente gli uomini d'affari portano anche in ufficio. E poi c'é tutta una simbologia: come la ghiaia rappresenta l'acqua, le pietre stanno a raffigurare le montagne e piante. Il giardino Zen può essere creato sia in piccoli che più ampi spazi: gli elementi principali sono le rocce per formare le isole e le montagne e la sabbia speciale per realizzare le correnti del mare, le onde. Le isole, che rappresentano l'immortalità, la salute e la longevità, sono il vero luogo di meditazione. L'acqua immobile è invece simbolo della mente: essa riflette la realtà, quella davvero pura.

  • I giardini orientali si ispirano alla millenaria tradizione asiatica, dove lo spazio esterno viene concepito come un luogo di meditazione e di pace. Con il progressivo incontro tra le culture occident...
  • giardino roccioso Nei manuali di giardinaggio, per un lungo periodo, il giardino roccioso ha rappresentato la riproduzione in piccolo di un paesaggio, di uno spaccato, di un'atmosfera alpina e di montagna. Quindi per d...
  • giardino zen La creazione del perfetto giardino zen richiede una buona conoscenza della cultura giapponese, o quantomeno almeno un'infarinatura di base. Il vero giardino giapponese non ha infatti una mera funzione...
  • giardino giapponese Il giardino giapponese si differenzia moltissimo dai nostri usuali spazi verdi sia per quanto riguarda gli arredi, sia per quanto riguarda le coltivazioni ma una volta allestito, risulta di notevole b...

STONE-LITE 102 cm piedi Buddha Figurine con la ciotola per Casa e Giardino - Grigio Scuro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 108,32€


IL GIARDINO GIAPPONESE

GIARDINO GIAPPONESE Il giardino giapponese vuole riflettere la Grande Natura e si fonda su basi condivise da altre arti giapponesi tradizionali: da quelle pittoriche a quelle cavalleresche, da quelle cerimoniali a quelle letterarie. Il giardino giapponese tradizionale si divide in quattro tipi: quello in stile shinden-zukuri, sviluppatosi nei secoli IX-XII; il giardino di Jōdo, nei secoli XI-XII; il karesansui nel periodo a partire dal XIV secolo e il giardino del Tè, conosciuto come roji dal XVI in avanti.

Il giardino dello shinden-zukuri e quello di Jōdo, si sono sviluppati quasi contemporaneamente nell'epoca dinastica florida di Heian e con l'influenza di una rilevante corrente religiosa, il mappō-shisō rivolta alla salvezza dopo morte.

Le altre due tipologie di giardino sono state influenzate fortemente dallo zen che spinge l'uomo alla meditazione e alla ricerca interiore, immerso però con tutto ciò che lo attornia. Solo in questo modo l'uomo riesce a capire la natura e i suoi fenomeni.

Il giardino giapponese merita ancora oggi, nel mondo contemporaneo, di essere contemplato: il rapporto tra uomo e natura va ripensato e meditato e la disposizione degli spazi verdi orientali, possono aiutare in questo procedimento.


IL FENG SHUI

FENG SHUILe origini del Feng Shui vanno ricercate nella Cina del VI -IV a.C.: si tratta di una filosofia rivolta a chi vuole in generale, vivere il modo di abitare armonicamente e in tutta serenitá. Studiare la posizione della casa e delle sue camere e scegliere al meglio giardino e arredamento, sono passaggi fondamentali nella dottrina del Feng Shui.

Secondo il Feng Shui ogni elemento deve essere disposto secondo un criterio. La pietra rappresenta come vuole la tradizione, montagne e piante, ed è inoltre simbolo di tutte le cose del mondo naturale. Il giardino Feng Shui mette la materia in contrapposizione con gli spazi vuoti e seguendo in un certo modo i punti cardinali, vuole liberarsi dalla confusione, adattarsi alla vita tranquilla, con colori pacati e un ordine che porta la vera pace. E dunque il giardino Feng Shui é uno spazio carico di significati simbolici: dal colore dei fiori alla disposizione del piú piccolo elemento. Ogni punto cardinale corrisponde inoltre ad un elemento, ad esempio il sud é legato al fuoco e il nord all'acqua. Tramite una bussola - la Ba Gus - vengono individuati i punti cardinali e i corrispondenti elementi all'interno sel giardino e dopo di che, lo si potrá dividere in settori all'interno dei quali mettere piante o oggetti che ne caratterizzano l'elemento dominante. Lo scopo é ottenere uno spazio equilibrato dove la natura cresce libera e spontanea e dove tutte le cose sono suddivise secondo due gruppi: lo Yin e lo Yang, l'universo maschile e quello femminile che devono convivere e non prevalere uno sull'altro. Il giardino Feng Shui é luogo di meditazione, pace e armonia. Non di gioco o di socializzazione.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO