corso potatura

Premessa

La potatura è un aspetto del giardinaggio che si può ignorare solo per poco.

Lo scopo del presente corso è fornire le tecniche di base che infonderanno la fiducia necessaria per prendere in mano le forbici e iniziare a tagliare.

E' importante approfondire l'aspetto della potatura basato sull'assecondamento delle tendenze naturali delle piante. I concetti espressi valgono per le potature legate al giardinaggio ed alla frutticultura di tipo hobbistico e familiare.

Premesso che in natura non esiste una potatura volontaria, ma solamente una involontaria basata sugli eventi naturali, quali il vento che può spezzare dei rami oppure gli animali che possono cibarsi di germogli.

potatura

Belle Vous 20cm SK5 Cesoie Ergonomiche per Potatura da Giardino in Acciaio-Lame Affilate perfette per tagliare Cespugli, Arbusti & Siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€
(Risparmi 12€)


Quindi? Qual è il vero motivo per cui è necessario potare le piante

A fronte di quanto detto sopra, le piante vengono potate sulla base di tre obiettivi:

1. Dare alla pianta la forma desiderata

2. Contenere le dimensioni

3. Migliorare ed aumentare la produzione di frutti o fiori.

  • controllo ph Quasi tutta la frutta richiede un terreno neutro o leggermente acido, mentre i fichi e l'uva sopportano una leggera alcalinità.Ogni vegetale ha quindi particolari esigenze in fatto di pH. Ed è quind...
  • compostaggio Il compostaggio è un processo biochimico attraverso il quale si ottieme del materiale utilizzabile prevalentemente come fertilizzante per orti ma soprattutto per la cosiddetta coltura biologica.Il p...
  • innesto a gemma L’innesto è una tecnica molto praticata soprattutto dagli agronomi che permette di unire due individui vegetali allo scopo di ottenerne uno che riunisca in sé i pregi del progenitore. La parte che pre...
  • Innesto a spacco L'innesto a spacco è uno dei più utilizzati nella coltivazione degli alberi da frutto: il suo scopo è quello di dare vita a frutti con migliori caratteristiche. Vediamo quali sono le regole da seguire...

Bahco 36112 Giratubi Stillson 30 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,34€


Esistono varie tipologie di potatura; ne riassumiamo le principali

potare- potatura di produzione: quando lo scopo è quello di stimolare la pianta a produrre il maggior quantitativo di fiori o frutti. In alcuni casi, qualitativamente parlando, l'obiettivo è il miglioramento della pezzatura del frutto;

- potatura di allevamento: quando lo scopo finale è quello di dare una forma particolare alla pianta;

- potatura di contenimento: l'obiettivo è quello di contenere le dimensioni della pianta;

- spuntatura: quando l'unica aziona necessaria è la semplice pulizia dei rami più piccoli;

- ringiovanimento: quando vogliamo eliminare quasi completamente tutti i rami vecchi della pianta, permettendo la rinascita generale dei rami;

- mantenimento: è la potatura che si esegue maggiormente su alcuni arbusti da siepe per mantenere sempre la stessa forma.

Il sistema che verrà spiegato in questo corso è semplice, dotato di poche regole e di facile comprensione, idoneo per il giardiniere dilettante e l'agricoltore familiare.

Daremo alla pianta una forma regolare e il più possibile naturale, senza andare ad ostruire o limitare la linfa che scorre all'interno dei rami, facilitando la circolazione dell'aria e la penetrazione della luce nella chioma.

Prima di iniziare una qualsiasi opera di potatura è bene capire quale obiettivo si vuole raggiungere.

Occorre avere a disposizione attrezzatura idonea per non procurare danni alle piante, in quanto in alcuni casi è importante che i tagli siano netti e precisi; una buona attrezzatura permette anche un agevole e veloce svolgimento della pratica.

Ricordiamo che potare male una pianta potrebbe voler dire danneggiarla e rallentarne lo sviluppo.


Tecnica della potatura

potareAnalizzeremo un sistema naturale che indica l'asportazione di rami completi, evitando il taglio a metà ramo. Il taglio dovrà essere eseguito nel punto in cui esiste una biforcazione, sarà netto e parallelo alla superficie del ramo rimasto. Dovranno essere evitati nella maniera più assoluta monconi che potrebbero causare problemi alla pianta e al suo sviluppo.

Inizieremo ad asportare i rami in base alle seguente scaletta:

1. i rami secchi o rotti;

2. i rami che crescono orientati verso l'interno della pianta;

3. i ricacci verticali interni;

4. i rami che si incrociano fra di loro o proseguono paralleli verso la stessa destinazione.

Importante sarà tenere sotto controllo la simmetria della chioma, in maniera tale da non avere squilibri che possono rovinare la pianta.

Altra nozione importante è quella del taglio di ritorno, utilizzabile nel caso in cui si vuol favorire la crescita di un ramo più corto a discapito di uno più lungo.

Si taglia il ramo che si vorrebbe accorciare al livello dell'attaccatura del ramo più basso, in maniera tale che questo lo sostituisca nella sua funzione apicale.

Quello appena descritto è un ottimo sistema che non interrompe il regolare flusso della linfa, evitando l'emissione di ricacci nella zona del taglio diminuendo ulteriori interventi di potatura negli anni successivi.

Questo sistema è adattabile a tutte le piante da frutto e molti degli arbusti o alberi ornamentali.


Il Taglio

potarePer realizzare delle ottime potature è importantissimo il taglio che viene effettuato.

Dovranno essere utilizzate forbici per potare, seghetti o troncarami.

La caratteristica più importante è che il taglio deve essere netto, senza sbavature e lasciare superfici lisce e compatte. Gli attrezzi utilizzati devono essere precisi e sempre ben affilati, tagli non netti o con superficie rugosa consentono l'insediamento di microorganismi , i quali possono penetrare all'interno del tronco, creando danni seri e a volte irreparabili alla pianta.

Per una sicurezza maggiore si consiglia di disinfettare le superfici risultanti dal taglio mediante l'applicazione di solfato di rame al 5% o utilizzando tintura di propoli e rivestirle con corteccia sintetica. Esistono in commercio prodotti che con una sola operazione disinfettano e sigillano il taglio, in quanto contengono dei prodotti antifunginei.

Le cortecce sintetiche vanno applicate mediante l'utilizzo di un pennello; possono essere applicate sulle ferite naturali della pianta, preservandola dall'attacco di batteri,oltre che sul taglio della potatura .


Caratteristiche di fioritura e fruttificazione delle piante

La grande famiglia di piante che fioriscono sul ramo dell'anno, quali vite, rosa, glicine, mora ed ibisco,

hanno una potatura che va eseguita in due fasi distinte. Nella prima fase si eliminano i rami in eccesso come riportato nel paragrafo precedente, mentre nella seconda fase si accorciano i rami emessi nell'anno precedente, tagliandoli sopra una gemma rivolta verso l'esterno.

Il taglio non vede essere mai troppo vicino alle gemme, lasciando sempre 3-4 mm di ramo al di sopra della gemma stessa.


corso potatura: Attrezzi per la potatura

In questo ultimo paragrafo, ma di primaria importanza, valuteremo quali sono le attrezzature più idonee alla potatura. Si consiglia di acquistare sempre attrezzature di marche note per avere in futuro pezzi di ricambio e una sicurezza garantita sulla qualità dei tagli e del lavoro eseguito.

Gli attrezzi principali utilizzati per la potatura sono:

- il troncarami

- le cesoie manuali

- il segaccio curvo

- le forbici per potare

- il seghetto

- lo svettatoio

- le forbici con manico telescopico

- i guanti

Si ricorda infine l'utilizzo di corteccia sintetica o mastice da posare sul taglio mediante l'uso di un pennello o di una spatola



COMMENTI SULL' ARTICOLO