rinvasare un bonsai ottenuto da margotta

vedi anche: bonsai

rinvasare un bonsai ottenuto da margotta:

rinvaso bonsai

Prepariamo un terriccio idoneo mescolando della pietra pomice a granulometria fine con akadama e con del terriccio ricco di humus; mescoliamo bene il composto. Asportiamo la margotta dall’arbusto su cui l’avevamo preparata, praticando un taglio netto al di sotto del sacchetto contenente il muschio che avvolge il ramo. Con l’ausilio di un tronchese tagliamo il filo metallico che teneva in sede il film plastico attorno al muschio, avendo cura di non rovinare la chioma della nostra nuova pianta. Dopo questa operazione possiamo ben notare le radici che si sono sviluppate dal ramo da noi opportunamente preparato. Applichiamo del mastice per potatura alla base della margotta, sul legno vivo causato tagliando la margotta dall’arbusto. Riempiamo un piccolo vaso e poniamoci a dimora la margotta, avendo cura di ben interrare il nuovo apparato radicale, cercando di mantenere bene in posizione la nuova pianta da noi ottenuta.


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO