erba cipollina

Erba cipollina

Il suo nome botanico è Allium schoenoprasum ma è conosciuta meglio come “erba cipollina”.

È una pianta erbacea, originaria della Cina ma diffusa in tutto il mondo, che appartiene alla famiglia delle Liliaceae. Sull’etimologia del suo nome ci sono diverse supposizioni. Per alcuni infatti potrebbe derivare dal latino “allium” ossia aglio, altri invece le attribuiscono origini celtiche per l’odore e il sapore pungente: “all” infatti significherebbe caldo o meglio qualcosa che brucia.

Era anticamente considerata una pianta dalle proprietà magiche, conosciuta già nel medioevo.

Oggi è praticamente indispensabile in cucina dove si possono usare tutte le parti della pianta, foglie, bulbi e fiori. E’coltivata nelle zone umide e fiorisce in primavera. Dopo averla acquistata fresca o appena raccolta, l’erba cipollina va consumata in breve tempo o conservata nel congelatore per preservarne le proprietà nutritive. Essiccata invece perde l’essenza aromatica. In genere viene utilizzata per insaporire minestre o zuppe, piatti a base di carne o di pesce e formaggi, ma si può anche aggiungere all’insalata proprio perché ha un sapore meno intenso rispetto a quello della classica cipolla. Inoltre, può essere frullata insieme ad altre erbe per ottenere deliziose salsine. Dopo averla mangiata cruda, però, l’alito non sarà certo profumato. Per ovviare a questo inconveniente si potrebbe, per esempio, masticare due chiodi di garofano. Oltre alla sua essenza aromatica, l’erba cipollina è ricca di vitamina C ed oligoelementi, tra cui magnesio, calcio, potassio e fosforo. Contiene anche vitamine A e B. Ha proprietà digestive, diuretiche, cicatrizzanti, antisettiche e mucolitiche. E’ consigliato dunque mangiare l’erba cipollina quando si ha mal di stomaco e gonfiore addominale ed anche in caso di malattie da raffreddamento. Ha infatti un’azione disinfettante e favorisce il decongestionamento delle prime vie aeree. L’erba cipollina infine ha proprietà ipotensive (fa abbassare la pressione) ed è quindi indicata per chi soffre di problemi cardiaci e di ipertensione.

erba cipollina

Semi erbe aromatiche assortite basilico erba cipollina maggiorana dolce aneto prezzemolo. Prodotto in UK 2000 semi per scatola erbe giardino cucina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,8€


Rimedi erboristici

estratto secco erba cipollinaGli effetti benefici dell’erba cipollina si ottengono sia quando viene mangiata sia quando viene utilizzata per applicazioni esterne. A questo proposito, risulta molto utile l’olio che si ricava dal succo della pianta, il quale può essere applicato sulla pelle per eliminare antiestetiche macchie, avendo quindi un effetto cheratolico. Il succo fresco dell’erba cipollina, ottenuto con la tipica centrifuga, inoltre può essere passato sulla pelle per allontanare le zanzare. Le frizioni eseguite invece sul cuoio capelluto arrestano la caduta dei capelli. La polpa di questa pianta infine può essere utilizzata per cicatrizzare piaghe e ferite o per far maturare i brufoli. Più conosciuti sono ovviamente gli infusi. Per ottenere l’effetto diuretico, si consiglia di bere, la mattina a digiuno, un decotto ottenuto facendo bollire dieci grammi di erba cipollina in cento ml di acqua. Contro le infezioni intestinali e anche per eliminare l’acido urico, responsabile della gotta, bisogna berne almeno tre tazzine al giorno, aggiungendo un po’ di succo di limone. Per avere invece l’azione mucolitica e dunque per far espellere con più facilità il catarro, sono invece consigliate quattro o cinque tazzine al giorno di un infuso ben caldo, preparato con venti grammi di questa erbetta e cento ml di acqua. L’infusione però deve durare almeno un quarto d’ora. Per ottenere infine un lieve effetto lassativo, si può mangiare ogni giorno, prima del pasto serale, un piatto di erba cipollina lessa e condita con olio e sale.

  • erba cipollina Nome: Allium schoenoprasum L.Raccolta: Nei mesi più caldi.Proprietà: Diuretico, scorbutico, ipoglicemizzante, espettorante, lassativo, cicatrizzante, antisettico.Famiglia: Liliacee.Nom...
  • erba cipollina L'erba cipollina è una piccola bulbosa perenne, originaria dell'Europa; è perfettamente adattata a vivere nei nostri climi, e si può coltivare nell'orto o anche in vaso, sul davanzale della cucina, pe...
  • Erba cipollina Bulbosa perenne originaria dell'Europa e del continente Americano. Si presenta come un denso ciuffo di foglie tubolari, strette e lunghe, carnose, dal profumo pungente di aglio e cipolla, alte general...
  • Erba cipollina fiorita L'erba cipollina, conosciuta anche come aglio cipollino o porro sottile, ha poche varietà che hanno in genere lo stesso aspetto e differiscono solo per le dimensioni delle foglie. È una pianta rustica...

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla e Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€
(Risparmi 0,09€)


erba cipollina: Curiosità

erba cipollina L’erba cipollina, abbiamo detto, assomiglia molto alla cipolla sia per il sapore sia per l’odore pungente che si attacca anche alle mani e alle stoviglie che si utilizzano in cucina.

Ecco alcuni pratici consigli per affettarla senza piangere. Per esempio si può tagliarla e metterla in acqua fredda con l’aceto per dieci minuti, oppure tenerla in freezer per qualche minuto prima di utilizzarla. Il classico rimedio della nonna è quello di bagnare la lama del coltello o di guardare l’acqua corrente mentre la si taglia. Questo però è consigliato solo ai cuochi o a chi ha dimestichezza con il coltello, poiché c’è il rischio di tagliarsi le dita. L’ultimo suggerimento consiste nell’immergere, per qualche istante, la cipollina prima nell’acqua bollente e poi in quella fredda. Altro consiglio riguarda invece il consumo della “cipolletta” cruda in insalata. Per renderla più digeribile si potrebbe, infatti, metterla sotto sale per qualche minuto e poi sciacquarla. Ed infine per togliere il cattivo odore dalla mani si può usare il sapone di marsiglia, aggiungendo un cucchiaino di caffè in polvere. Per eliminare invece la “puzza” dalle stoviglie si può strofinare l’oggetto (il coltello o il tagliere) con una carota.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO