fiori di carta crespa

fiori di carta crespa

L'arte di imitare i fiori ha origine in Cina ed in India, anche se alcune testimonianze di decorazioni realizzate con fiori in lino colorato risalgono agli antichi egizi.

Nel medioevo si creavano ghirlande con fiori di carta per decorare gli altari delle chiese.

Nel seicento, nel pieno del periodo barocco, a Venezia i fiori in carta o stoffa erano usati per realizzare delle fantastiche acconciature.

Nell'ottocento alcune particolari creazioni venivano poste sotto delle campane di vetro come opere d'arte.

La popolarità dei fiori artificiali aumentò nei secoli e questi vennero utilizzati in molte applicazioni decorative.

Dopo un periodo di declino negli ultimi anni si nota un progressivo nuovo interesse verso quest'arte creativa.

fiori di carta crespa


Materiali e strumenti

carta crespa La materia prima per realizzare questi manufatti è la carta crespa che assicura degli ottimi risultati, presso le cartolerie ed i colorifici è facile reperirla in tanti diversi colori e tonalità.

Essendo questo tipo di carta molto elastica e robusta può essere ritagliata e modellata con estrema facilità.

Il tipo più comunemente usato per creare la maggior parte dei modelli ha uno spessore medio.

La carta crespa leggera che ha una grana più fine si utilizza per confezionare i fiori dai petali sottili come i ranuncoli o la magnolia.

In commercio si trova anche una carta crespata con i bordi bianchi o dorati, molto utile per realizzare le stelle di Natale ed altri fiori da impiegare nelle decorazioni natalizie.

La carta crespa ha dei colori piuttosto forti e compatti, per ottenere delle leggere sfumature si deve immergere il rotolo in una bacinella di acqua per due o tre minuti e poi mettere la carta srotolata distesa orizzontalmente su di una superficie rigida ad asciugare esponendola , se possibile, ai raggi solari diretti.

Per creare i fiori oltre alla carta crespa servono pochi materiali facilmente reperibili:

- filo di ferro grosso verde, per realizzare gli steli

- filo di ferro sottile

- nastro adesivo verde per fioristi detto anche guttaperga

- filo di nylon

- nastro adesivo di carta

- colla a presa rapida

- forbici

- tronchese per tagliare il filo di ferro

- cucitrice a punti metallici

- pistilli per fiori in vari colori


    Tecniche di base

    Tecniche Dopo aver appreso poche regole basilari sarà semplice sbizzarrirsi nella creazione di ogni tipo di fiore dando sfogo alla propria creatività:

    - per realizzare un singolo petalo si srotola la carta e dopo aver allargato il lembo superiore a

    ventaglio la si ritaglia nella forma desiderata.

    - per creare una serie di petali uguali per forma e dimensione si piega la carta a fisarmonica e la si

    ritaglia nella forma voluta.

    - per curvare la punta di un petalo si usa un bastoncino in legno su cui si arrotola l'estremità della

    carta.

    - per dare una forma concava al petalo si preme con le dita la parte centrale tirando

    contemporaneamente verso l'esterno.

    - per realizzare il centro di un fiore si piega a ventaglio una striscia di carta e la si taglia a frangia sulla

    parte superiore e quindi la si arrotola attorno allo stelo fissandola con poca colla ed alcuni giri di filo

    di ferro sottile o di filo di nylon.

    - dei centri molto particolari si ottengono utilizzando una pallina di cartone o polistirolo che dopo

    essere stata fissata allo stelo va ricoperta di colla e quindi passata nei semi di miglio sino a che ne

    sarà completamente ricoperta.

    - per fare le foglie si usa la carta crespa pesante, su cui si disegna la forma desiderata che si taglia

    poi con delle forbici, le venature si fanno con dei colori ad acquarello o formando delle nervature con

    un bastoncino.

    - lo stelo si realizza con un filo di ferro verde piuttosto grosso.

    - la procedura per assemblare i fiori è uguale per tutti i modelli: per prima cosa si fissa il centro allo

    stelo, quindi si posizionano i petali in modo armonioso fissandoli con poca colla o del filo di ferro

    sottile, si ricopre lo stelo con del nastro adesivo verde ed infine si incollano le foglie.


    La carta cotta

    Un'altra tecnica che si può utilizzare è quella della carta cotta che permette di ottenere dei fiori che per forme e colore sono molto simili a quelli veri.

    Si prende una striscia di carta crespa pesante di circa 10 x 50 centimetri, la si piega a fisarmonica e si ritagliano i petali, lasciandoli uniti alla base ed infine si legano con un giro di filo di ferro in modo che restino ben saldi.

    Il mazzetto così ottenuto va passato sotto l'acqua corrente e poi colorato usando dei ritagli di altra carta crespa bagnata, è importante mantenere le giuste tonalità, ad esempio su dei petali gialli si può usare il rosso e l'arancione.

    Dopo aver tolto il filo di ferro si allargano bene le strisce che vanno quindi sistemate in vaschette di alluminio e messe ad asciugare nel forno caldo.

    La carta asciuga velocemente ed i colori si saldano formando delle venature molto belle e particolari.


    fiori di carta crespa: Composizione e colori

    Il colore e la composizione dei fiori sono molto importanti e determinano la buona riuscita del lavoro.

    Il successo di un'insieme di fiori si raggiunge riuscendo ad armonizzare forma, colore, spazio e struttura.

    Il colore è l'elemento principale di ogni insieme perché suscita emozioni in chi lo osserva attribuendo significato e valore al lavoro.

    Per i primi tentativi ci si può accontentare di una composizione semplice: dopo aver scelto il contenitore si fissa al suo interno del muschio sintetico e si inizia posizionando per primi i fiori che hanno gli steli di altezza uguale.

    Si continua inserendo gli altri elementi in modo che non escano dai bordi e mantengano la forma iniziale.

    Si termina la composizione inserendo per ultimi i fiori più piccoli, dei riccioli, delle foglie, dei piccoli rametti e dei nastrini.

    Con un po' di esperienza si potrà in seguito passare a qualcosa di più elaborato unendo ai fiori di carta altri elementi decorativi.

    Molto belle sono le ghirlande che possono essere create utilizzando un anello di polistirolo su cui vanno fissati i fiori in modo che tutta la base risulti ricoperta ed arricchite con nastri, perline e tutto ciò che la fantasia suggerisce.

    I fiori hanno la capacità di trasformare l'aspetto di ogni ambiente, da sempre artisti ed artigiani cercano di catturare la loro bellezza per farla durare nel tempo.

    In qualunque modo venga realizzato un fiore finto non deve servire per sostituirne uno vero, ma lo si deve interpretare ed utilizzare in modo creativo.

    Dopo aver realizzato alcuni modelli per impratichirsi si può iniziare a scegliere un fiore e copiarlo non dimenticandosi mai di mettere nel lavoro un pizzico di personalità e di creatività.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO