bulbi mangiati

Domanda : bulbi mangiati

ho piantato moltissimi bulbi di tulipani:ma come spuntavano e iniziavano ad avere il bocciolo sembrava si essiccassero. Come li prendi in mano escono dalla terra e presentano gambi rosicchiati.Si sono salvate solo 4 piante...forse

Esteriormente non si nota nulla sul terreno, ma se scavo con la paletta appaiono gallerie che si intersecano.Cosa fare? grazie

Adulto di oziorrinco


Risposta : bulbi mangiati

Gentile Antonella,

molto probabilmente il terreno dell’aio la dei tulipani è infestato da maggiolini o da oziorrinco; questi coleotteri hanno la brutta abitudine di depositare le loro uova al colletto delle piante; mentre le larve si sviluppano, divorano radici, bulbi, rizomi; quando poi si sviluppa l’adulto, questi esce dal terreno e si avventura su fusti e foglie, che rosicchia impunemente. Purtroppo il controllo di questi insetti è abbastanza difficile, e non sempre coronato da successo; in vivaio o nel garden center puoi trovare apposite esche contro gli insetti terricoli, che avvelenano gli insetti che si stanno facendo una bella scorpacciata dei tuoi bulbi. Più improbabile è che si tratti di piccoli roditori, ma se vivi in campagna potrebbe essere anche questa la motivazione: alcune specie di roditori selvatici di campagna, amano in modo particolare i bulbi, che hanno un sapore dolce, essendo ricchi di amidi; in questo caso, se effettivamente noti dei piccoli topolini vicino ai tuoi bulbi, forse tenere un gatto in giardino è la soluzione più rapida e sicura. In effetti però non mi è mai capitato di sentire persone riferirmi di roditori nel loro giardino, mentre ho visto tantissime piante completamente divorate dall’oziorrinco, che è un minuscolo coleottero nero, molto diffuso nei giardini italiani.

In genere i danni maggio tali coleotteri li fanno nei vasi, perché per qualche motivo che non comprendo tendono a depositare molto spesso le loro larve nei vasi, piuttosto che in piena terra, forse perché spesso depositano le uova in autunno, quando il clima è già abbastanza fresco, e i nostri vasi vengono tenuti in zone vicine alla casa, forse più ospitali del terreno del giardino.


  • orchidea All’interno del genere Odontoglossum si possono riconoscere circa 300 specie di orchidee originarie dell’America centro-meridionale. Oggi, esistono numerose varietà ibride dell’orchidea Odontoglossum,...
  • Pleione Genere di circa 20 orchidee abbastanza rustiche, originarie della Cina meridionale, del Nepal e del Tibet, generalmente epifite o litofite, anche se alcune specie sono terricole. Hanno pseudobulbi abb...
  • Pleurohallis Genere che riunisce centinaia di orchidee epifite originarie delle foreste tropicali dell'America centrale e meridionale. Non hanno pseudobulbi e solitamente si presentano come cespi di foglie carnose...
  • trigonidium Si tratta di un genere di orchidee epifite, circa venti, originarie dell'America centro-meridionale. Ha pseudobulbi consistenti, di medie dimensioni, che producono una o due foglie ovali, allungate, c...



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO