Trattamenti a base di zolfo

Domanda: quando utilizzare lo zolfo

le rose tendono a ammalarsi di oidio con questo caldo posso dare rame e zolfo? di sera o di mattina? la terra deve essere asciutta o bagnata? grazie
oidio

Fungicida a base di zolfo Bayer Natria Bio 1 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,1€


Trattamenti a base di zolfo: Risposta: i fungicidi in giardino

Gentile Maria Teresa,

l’oidio è una malattia fungina che attacca tipicamente le rose, così come molte altre piante del giardino e dell’orto. In particolare, questo fungo, tende a svilupparsi in condizioni di temperature abbastanza alte, e in presenza di umidità sul fogliame. Infatti i funghi tendono a svilupparsi nelle chiazze d’acqua che rimangono sul fogliame dopo le annaffiature, soprattutto se queste avvengono la sera. Di solito l’oidio tende a cominciare a presentarsi in primavera inoltrata, e la sua presenza nel giardino è continua e costante fino all’autunno. Sicuramente, come avviene per la gran parte delle malattie fungine, la miglior cura è la prevenzione, che comporta il mantenere una buona aerazione tra le piante e l’evitare di annaffiare le rose bagnandone anche la chioma. Oltre a questo, spesso un trattamento preventivo con zolfo, fatto già in febbraio o marzo, riesce a uccidere la gran parte delle spore, evitando il dilagare della malattia. Se l’oidio si presenta ancora in estate, è necessario curarlo utilizzando prodotti a base di zolfo; purtroppo questo elemento risulta decisamente tossico per le piante quando le temperature sono molto basse, o molto alte (con temperature medie superiori ai 30°C), questa condizione si realizza ogni anno ine state in Italia, quando le minime possono anche essere abbastanza basse, ma le massime diurne sono superiori ai 30°C per lunghi periodi di tempo. Fortunatamente l’azione dello zolfo è rapida, e quindi è fondamentale utilizzarlo quando le temperature sono fresche, ovvero nelle prime ore del mattino o durante le ore serali, quando il termometro scende almeno al di sotto dei 32°C. Se le temperature rimangono più alte possiamo utilizzare prodotti rameici, o fungicidi di altro tipo, che non manifestino problemi dovuti alle alte temperature. Oltre a spargere il fungicida sul fogliame, ricordiamoci di rimuovere e distruggere tutte le foglie cadute dai nostri arbusti, che altrimenti fungono da porto sicuro per le spore che cadono dall’arbusto sovrastante e quindi ci impediscono di debellare la malattia, che continua periodicamente a svilupparsi sulla pianta.


  • zolfo piante Lo zolfo svolge sulle le piante due importanti funzioni: nutizione e cura dalle malattie fungine. Riguardo la nutrizione lo zolfo è considerato un elemento secondario (mesoelemento) importante per l...
  • mele Rame e zolfo sono due minerali lungamente utilizzati in agricoltura come fungicidi ed insetticidi il loro utilizzo in agricoltura biologica è consentito ma solo in dosi ridotte, poiché la loro efficac...
  • Foglie colpite da oidio Nell' impiego dei fungicidi contro l'oidio conviene diluirli con un collante, tipo vinavil, ad evitare lo salvamento delle piogge o dell' annaffiature ? Ogni quanti giorni occorre ripetere l' interven...
  • Oidio come si mette lo zolfo in polvere sulla vigna?...

TIOSPOR WG -granuli idrodispersibili - Antioidico a base di zolfo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Guarda il Video
  • zolfo in polvere Lo zolfo è un elemento minerale che viene utilizzato da sempre come fungicida, per contrastare l'attacco del mal bianco,
    visita : zolfo in polvere

COMMENTI SULL' ARTICOLO