ferro

Domanda : ferro

quando è il periodo giusto per mettere il ferro nelle piante?
Fiori di rododendro

BBQ stampo ferro da marchio - Con lettere intercambiabili e scatola in legno - Accessori da griglia - Regalo per uomo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,95€


Risposta : ferro

Gentile Marco,

il ferro è un minerale fondamentale per lo sviluppo delle piante, in quando è una parte importante nello sviluppo della clorofilla, e quindi le piante che non riescono a trovarlo o ad assorbirlo dal terreno se lasciate a lungo senza ferro cominciano a non riuscire a produrre altra clorofilla, assumendo un caratteristico colore sempre più chiaro, fino ad avere delle foglie quasi gialle; tale problema viene chiamato clorosi.

Il ferro è in genere sempre presente nel terreno, considerando anche il fatto che le piante necessitano di quantità abbastanza modeste di questo minerale; capita però che alcuni terreni siano particolarmente carenti in ferro, come capita ad esempio quando si coltivano piante in vaso, nello stesso terreno per alcuni anni di seguito. Altre piante invece non sono in grado di assimilare il ferro contenuto nel terreno perché il ph del terreno, o la presenza di calcare, lo rende scarsamente disponibile per le radici delle piante.

Per questo motivo capita di avere foglie gialle anche nel caso in cui le piante vengano coltivate nel modo migliore. Per questo motivo capita spesso di dover intervenire con dei concimi a base ferrosa, di solito contenenti prodotti chiamati chelati di ferro, ovvero del ferro biodisponibile per le piante.

Tali concimi vengono spesso chiamati anche rinverdenti, e vanno di solito somministrati in casi di diverso tipo; se la pianta che necessita di ferro è un comune piante che per qualche motivo ha cominciato ad ingiallirsi, il concime a base di ferro viene utilizzato subito, non appena vediamo che le foglie assumono il caratteristico colore tipico della clorosi; in questo caso il concime rinverdente va somministrato una sola volta, ed eventualmente una seconda dopo 15 giorni circa.

Per quanto riguarda invece le piante acidofile, che notoriamente vanno spesso incontro a problematiche dovute all’assimilazione del ferro dal terreno, in genere si fornisce del concime a base di chelati di ferro ogni anno, in primavera, ovvero quando le piante sono in pieno rigoglio vegetativo, e sicuramente la loro richiesta di ferro è maggiore. Esistono concime a base di chelati di ferro da somministrare per via fogliare, molto efficaci, ed anche prodotti da disciogliere nell’acqua delle annaffiature. In generale va poi ricordato che un concime di buona qualità, sia esso per piante acidofile, o anche solo per i gerani sul terrazzo o per le piante da orto, dovrebbe sempre contenere piccole percentuali di ferro, miscelato assieme ai macroelementi presenti nei fertilizzanti.

  • Il cancello è la porta d'ingresso della casa ed in quanto tale deve sempre dare un'idea dello stile dell'abitazione alla quale introduce, cercando di rispettarne lo stile ed il materiale di costruz...
  • ferro foglie Il Ferro è un microelemento catalitico, considerato tra i dieci elementi indispensabili alla vita delle piante; tra quegli elementi, cioè, che se ne viene a mancare uno solo i vegetali non riescono a ...
  • fioriere in ferro battuto Il ferro battuto è un materiale che segue procedimenti di lavorazione artigianale. Questo significa che se la fioriera è ordinata direttamente presso un artigiano, sarà possibile realizzarla secondo i...
  • gazebo in ferro Il gazebo in ferro è un elemento del giardino che permette di creare una zona riparata dal sole e di avere un ampio spazio a disposizione da poter usare in svariati modi. La scelta del gazebo di ferro...

Ferro per marchio su carne da barbecue

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,5€




COMMENTI SULL' ARTICOLO