Bugola, Erba di S. Lorenzo - Ajuga reptans

Generalità

La bugola, o erba di S. Lorenzo come viene comunemente chiamata, è una pianta sempreverde tappezzante, originaria dell'Europa e dell'Asia occidentale. Produce stoloni robusti che permettono alla pianta di colonizzare rapidamente ampi spazi di terreno, allargandosi sottoterra; ha fusti a sezione quadrata, erbacei, di colore verde scuro; le foglie sono ovali, a cucchiaio, di colore verde scuro, spesso con i bordi porpora o marroni; per tutta la primavera, e parte dell'estate, produce numerose spighe erette, ricoperte da piccoli fiori tubolari blu-viola. Esistono numerose cultivar con fiori di colore bianco o rosa, o con foglie variegate. Il genere comprende altre 25-30 specie, poche delle quali vengono generalmente coltivate, tra cui A. genevesi, con fusti grigi, foglie dentate e fiori blu, ha crescita meno vigorosa rispetto ad Ajuga reptans, tollera il sole. Questa pianta è molto adatta come bordura e per i giardini rocciosi, anche se talvolta tende a diventare invadente, va quindi posta in luoghi dove si possa contenerne la crescita.
ajuga

Abutilon Ballerino Fiore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,9€


Esposizione

ajuga E' bene porre a dimora le ajuga reptans in posizione semi-ombreggiata, o totalmente all'ombra; in modo tale che anche se le piante di bugola vengono raggiunte dai raggi solari diretti, ciò avvenga durante le ore più fresche e non quando le temperature sono piuttosto elevate.

L'erba di S. Lorenzo non teme il freddo, anzi, talvolta può soffrire nei periodi estivi eccessivamente caldi. Preferisce luoghi ben ventilati.

  • fiori ajuga Con il termine erba bugola viene indicata una piccola perenne strisciante, il cui nome latino è ajuga reptans; si tratta di una pianta dalle dimensioni abbastanza compatte, che produce un fitto tappet...
  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...

Secret Verde - Terra Di Erica, il terriccio per piante acidophiles - 6 L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Annaffiature

ajuga reptans Queste piccole piante sono molto vigorose, ma necessitano di un terreno umido, e quindi di annaffiature molto regolari, soprattutto nei periodi caldi e siccitosi di luglio e agosto per potersi sviluppare al meglio e per produrre una buona fioritura.

Anche in inverno è bene annaffiare la pianta se si verificano prolungati periodi di siccità.

E' bene però verificare che il terreno consenta il giusto grado di drenaggio, in quanto, l'erba di S. Lorenzo non gradisce la formazione di ristagni idrici che possono comprometterne la salute in modo rapido e pericoloso.


Terreno

bugola Per quel che concerne il substrato migliore per le piante di bugola, è bene porre a dimora le ajuga reptans in primavera in terreno molto ben drenato, ricco di materia organica e sciolto; in ogni modo queste piante sono in grado di tollerare anche condizioni più sfavorevoli, sviluppandosi anche in terreni poveri e sassosi, non propriamente ideali. E' consigliabile utilizzare un terreno a ph leggermente acido. Ponendo a dimora le ajuga reptans è bene ricordare di non interrarle troppo profondamente.


Moltiplicazione

La riproduzione delle piante di bugola avviene per divisione dei cespi di stoloni, in primavera o in autunno; nella stagione estiva, invece, è possibile ricorrere alla tecnica delle talee per ottenere nuovi esemplari identici alla pianta madre.

In primavera è anche possibile seminare le piante, anche se i semi di cultivar non sempre producono piante con caratteristiche identiche a quelle della pianta madre data la grande variabilità genetica.


Bugola, Erba di S. Lorenzo - Ajuga reptans: Parassiti e malattie

bugola gli afidi possono rovinare le infiorescenze; la pianta va spesso soggetta a marciume radicale o del colletto. Per contrastare gli effetti dell'attacco da parte degli afidi è bene utilizzare dei prodotti specifici insetticidi che possono eliminare il problema in modo rapido e definitivo. E' possibile anche ricorrere a dei preparati naturali a base di aglio, ortica o sapone di marsiglia da diluire in acqua.


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Si annaffia soltanto durante periodi di prolungata siccità o quando il terriccio è ben asciutto; in questo periodo dell'anno in genere può essere sufficiente intervenire una volta ogni 20-25 giorni.


Tenere Umido
concimazione
In inverno è consigliabile sospendere, o ridurre drasticamente, le concimazioni; infatti un eccessivo sviluppo di vegetazione tenera e di nuovi germogli esporrebbe eccessivamente le piante al rischio di gelate.


Esigenze della piante a dicembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO