Coltivazione delle peonie

vedi anche: Peonie

Le Peonie erbacee, arbustive e la fioritura

Esistono sostanzialmente due grandi gruppi di peonie: erbacee e arbustive. La caratteristica principale delle peonie erbacee è quella di avere la parte aerea che muore durante l’inverno; i ricacci primaverili partono direttamente dal colletto delle radici, pochi centimetri sottoterra.

Le radici carnose, che rappresentano il serbatoio di accumulo delle sostanze di riserva, permettono alla pianta di superare la stagione fredda senza danni; le peonie erbacee emettono tutti gli anni un fusto erbaceo, che porta le foglie, e sulla sua sommità, i bottoni florali.

Il cespo di peonie erbacee, al pari di tutte le piante erbacee perenni, si accresce orizzontalmente, restando però nel corso degli anni sempre della stessa altezza.

Differente è il tipo di crescita delle peonie arbustive, chiamate anche arboree o legnose, che producono dei veri e propri rami legnosi, sui quali in primavera spuntano i getti portanti foglie e fiori. Le peonie arbustive pertanto tendono a crescere in altezza e larghezza come tutti i cespugli, raggiungendo in alcuni casi dimensioni ragguardevoli di 2 metri di altezza e di diametro.

Queste differenti abitudini di crescita ne condizionano l’utilizzo ornamentale e nei giardini, infatti, le erbacee (varietà di Paeonia lactiflora, Paeonia officinalis ed ibridi erbacei) sono più impiegate per guarnire aiuole fiorite o bordure ed in ogni caso, a causa dello stelo più lungo, sono più valide come fiori da taglio.

Le arboreee (varietà di Paeonia suffruticosa e ibridi di Paeonia lutea) invece, di magnifico effetto anche senza fiori grazie al fogliame leggero ed all’aspetto orientaleggiante, sono migliori come piante isolate, oppure per creare siepi e cortine di sfondo.

Le peonie sono piante di grande adattabilità, non particolarmente difficili da coltivare, sopportano bene anche gli inverni più rigidi e vivono in quasi tutti i terreni, con preferenza per quelli non troppo leggeri ed alcalini.

La diffusione delle peonie nei giardini italiani è ancora relativamente limitata e solo da pochi anni, grazie al lavoro di una piccola schiera di appassionati giardinieri e vivaisti, si comincia ad apprezzare il loro grande effetto decorativo sia come piante isolate sia come piante da siepe o da bordura.

La fioritura, che avviene da metà aprile a fine giugno a seconda delle varietà, rappresenta una delle soddisfazioni più grandi non solo per il principiante ma anche per il giardiniere esperto.

peonia bianca


Moltiplicazione e riproduzione

peonia rossaLa moltiplicazione delle peonie arbustive può avvenire per innesto a spacco su radice di Paeonia lactiflora (erbacea) da fine agosto a fine settembre, utilizzando rami lignificati prodotti dalla pianta durante l’anno. Altro sistema di moltiplicazione è costituito dalla divisione dei cespi, anche in questo caso in settembre, utilizzando piante di grandi dimensioni che vengono divise in 3-4 parti e facendo attenzione che su ogni parte siano presenti un adeguato numero di radici e di fusti.

Anche la semina è un sistema valido per riprodurre le peonie, sia erbacee che arbustive, bisogna però tener presente che la nuova piantina avrà quasi certamente caratteristiche diverse da quelle della pianta da cui si sono raccolti i semi.

La riproduzione delle peonie da seme è un procedimento molto lungo, la sola germinazione del seme impiega 2 anni, ma è l’unico utilizzabile per creare varietà nuove. Generalmente per veder fiorire una piantina nata da seme sono necessari 7-8 anni dal momento della semina.

  • Peonia arborea

    peonia Carissimo esperto, ho comprato delle piante di peonie "arboree", ho un problema , siccome i vasi di queste piante sono molto piccoli, vorrei travasarle in uno più grande, devo utilizzare del terreno a...
  • Peonia

    peonia A questa pianta, molto diffusa in Europa anche allo stato selvatico, vennero attribuite fin dall'antichità mille virtù; oltre ad essere utilizzata come antidolorifico, si diceva che un rametto legato ...
  • Piantare le peonie

    peonia bianca arbustiva L'apparato radicale delle peonie si sviluppa costantemente di anno in anno. Dopo circa 2 o 3 anni è quindi quasi sempre necessario cambiare il vaso originario sostituendolo con uno di maggiori dimensi...
  • Cura delle peonie

    cura delle peonie "La peonia è il capolavoro dei cinesi........ e, bisogna aggiungere è la massima sublimazione del cavolo: guai se nella manifestazione più alta non si percepisse anche un’ombra della più infima. Mi è ...


Coltivazione delle peonie: Consigli utili

coltivare le peonieNelle peonie arboree, gli ibridi di Paeonia lutea sono di vegetazione più tardiva delle varietà di Paeonia suffruticosa.

Nelle peonie erbacee gli ibridi sono invece più precoci delle varietà orticole correnti di Paeonia lactiflora .

In genere sono necessari 2 o 3 anni prima che le piante si sviluppino in modo normale, nel frattempo svolgono un lavoro sotterraneo e pertanto possono dare l'impressione di vegetare producendo pochi fiori o non fiorendo affatto.

Essendo tra i fiori più precoci, le peonie smettono anche presto di vegetare, per questa ragione possono avere un aspetto autunnale già dai primi di settembre.

Per assicurare una lunga durata dei fiori recisi, si consiglia di tagliare i rami quando i boccioli cominciano ad ammorbidirsi ed a lasciar intravedere il colore del fiore. Se si recidono rami con i fiori già completamente aperti la loro durata sarà più limitata.


Guarda il Video
  • peonia arborea

    peonia arborea Carissimo esperto, ho comprato delle piante di peonie "arboree", ho un problema , siccome i vasi di queste piante sono m
    visita : peonia arborea
  • peonia fiore

    peonia fiore Il fiore della peonia è tra i più venerati in Oriente da migliaia di anni come portatore di fortuna e di un matrimonio f
    visita : peonia fiore
  • peonia erbacea

    peonia erbacea Ho una peonia "festiva maxima" da tre anni. Cresce bene ma fiori nulla. Quest'anno vedo tanti boccioli piccoli ma sono c
    visita : peonia erbacea

commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


19:15:07 -
Mariarosa - commento su Coltivazione delle peonie
Caro esperto, in un'aiuola del mio giardino mi è stato consigliato di mettere una peonia arbustiva. La mia domanda è: esistono delle peonie arbustive con molti petali (come nella varietà erbacea) in modo tale che il "bottone" centrale non ci sia o non si veda? Se si, mi può indicare le varietà e i colori? Grazie
17:19:39 -
Ilaria - commento su Coltivazione delle peonie
ciao! 1 anno fa ho comprato una piccola pianta di peonia, sono toranata a casa e l'ho trapiantata nel mio giardino. in un anno è cresciuta veramente pochissimo. ora sembra che ha dei boccioli o qualcosa del genere. ma a vederla così nonmi da tata speranza sul fatto che possa crescere! cosa mi consiglia di fare?
17:56:13 -
daniela mazzucchelli - commento su Coltivazione delle peonie
Mi è stato molto di aiuto! Grazie