come favorire la fioritura delle cactacee

come favorire la fioritura delle cactacee:

fioritura cactaceae

La gran parte delle cactacee viene coltivata come pianta da appartamento, con scarsi sbalzi di temperatura per tutto l’arco dell’anno; in questo modo con il passare degli anni le nostre piante tendono a non seguire il giusto ciclo stagionale, e a non produrre fiori. Per ottenere una ricca fioritura primaverile è importante che le piante seguano il giusto ciclo stagionale, quindi un susseguirsi di primavera, estate, autunno ed inverno. Perché avvenga questo non possiamo coltivarle perennemente in appartamento, poiché necessitano di un periodo di tempo al freddo, in modo che vadano in riposo vegetativo invernale, a cui seguirà la ripresa vegetativa primaverile. Se possediamo una serra fredda poniamo le nostre cactacee in essa a partire da ottobre, fino a marzo; altrimenti possiamo posizionarle in una zona della casa non riscaldata, come un vano scale luminoso. Durante il periodo di riposo vegetativo la maggior parte delle cactacee può sopportare temperature anche ben inferiori allo zero, ma è fondamentale che in questo periodo non ricevano annaffiature: quindi cominceremo già a fine settembre a sospendere le annaffiature, per poi posizionare le nostre cactacee in luogo fresco o freddo, con il pane di terra completamente secco. Le annaffiature riprenderanno con l’innalzarsi delle temperature, in aprile-maggio, in modo da favorire lo sviluppo dei boccioli floreali.


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO