Orchidee Dendrobium - Dendrobium

vedi anche: Orchidee

Generalità

Le Orchidee Dendrobium sono originarie dell' Assia, dell'America Tropicale e dell'Australia. Il genere comprende circa novecento specie di orchidee con pseudobulbi simili a fusti a forma di clava; è uno dei generi più ampio e le caratteristiche di queste orchidee possono variare dato il grande numeroso di esemplari presenti all'interno di questa famiglia. Solitamente le orchidee Dendrobium presentano foglie caduche, lanceolate o arrotolate verso il basso, con fiori riuniti in racemi con tepali allargati, i tre esterni più stretti e un labello lobato o intero molto sfrangiato.

Queste orchidee vivono in condizioni ambientali anche molto differenti, passando a latitudini che superano i 3000 metri, altre a quote a livello del mare; alcune varietà crescono in zone a clima temperato, altre in zone tropicali, con temperatura e umidità variabile.

Sono stati prodotti anche numerosi ibridi derivanti da questo tipo di orchidea. La maggior parte di esse è di tipo epifita, si sviluppa quindi con le radici attaccate alle cortecce di altre piante, con radici aeree non interrate.

Orchidee Dedrobium

TERRICCIO PER ORCHIDEE DA 12 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


Le varietà

fiori Dendrobium Quelle sempreverdi hanno bisogno di un breve periodo di riposo; quelle decidue, al termine della fioritura, devono restare al fresco e all'asciutto. Vediamone una per ogni tipologie, così da presentare alcune caratteristiche tipiche di queste orchidee.

D. Agregatum è una varietà originaria dell'Asia. Pianta sempreverde con pseudobulbi lunghi fino a sette centimetri eretti e a mazzi. Produce foglie solitarie da ogni pseudobulbo, coriacee e rigide.I fiori larghi con tepali giallo oro, profumati di miele, sbocciano in primavera.

D.Devonianum è una varietà originaria dell'Asia. E' una pianta decidua con pseudobulbi simili a fusti, spesso ramificati, penduli. Le foglie sono lineari lanceolate. I fiori sono di colore bianco crema con una sfumatura di rosa e tepali interni rosso porpora all'apice, labello bianco col l'apice o il margine porpora. Sono raggruppati singolarmente o a gruppi di due ai nodi del peduncolo. Fioriscono in primavera - estate.

  • Dedrobium Dendrobium sono un genere di orchidee che conta più di mille specie, senza contare le decine di ibridi da serra, molto diffusi in commercio. In natura queste orchidee vivono in Asia e in Australia, e ...
  • vanda Egregi signori,oso disturbarvi per due problemi.Il primo è a sapere come devo bagnare l'orchidea Vanda.Alcuni dicono ogni tanto una spruzzata d'acqua, alcuni consigliano di metterla un attim...
  • Dendrobium BUONASERAVIA ALLEGO UNA FOTA DELLA MIA ORCHIDEA MORIBONDACOME POSSO CURARLA?QUAL'E' IL SUO NOME?IL FIORE ERA BIANCOGRAZIE LORELLA...
  • Struttura Dendrobium nobile. Il Dendrobium nobile è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Orchidacee e raggruppa innumerevoli varietà che si differenziano per il fatto che le loro dimensioni possono variare da 30 ce...

CF - Muschio sfagno per orchidee Cattleya, Phalaenopsis e Dendrobium, qualità: A++, quantità: 200 g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,69€


Orchidee Dendrobium

dendrobium intricatum Data la vastità di specie appartenenti a questo genere, non è sempre facile capire come fare per prendersi cura della propria orchidea. Per questo motivo si è proceduto a effettuare una sotto classificazione di queste piante, in base alle principali caratteristiche delle differenti varietà, dividendo il genere in sei gruppi. Questi gruppi sono stati formati prendendo come riferimento il fatto che gli esemplari fossero sempreverdi o a foglie caduche e in relazione alle esigenze ambientali, se la pianta necessita di un clima caldo oppure di un ambiente fresco. In questo modo è possibile avere dei riferimenti più precisi per quel che riguarda la buona coltivazione.


Tecniche colturali

dendrobium fiori Come detto, questo tipo di orchidea può avere differenti necessità in relazione al tipo di varietà. E' possibile però dare alcune informazioni generali per capire come procedere per ottenere delle buone fioriture.

Le orchidee che richiedono un clima caldo hanno bisogno di essere posizionate in un ambiente luminoso ma non esposte ai raggi diretti del sole che possono provocare facilmente delle bruciature sulle foglie. Le varietà originarie delle zone più fresche, invece, necessitano di essere sistemate in ambienti semiombreggiati e con una buona circolazione dell'aria.

Le annaffiature, sia per le specie terricole che per quelle epifite, devono essere regolari e costanti, ma con l'accortezza di verificare sempre che il terreno o il substrato non permetta il ristagno dell'acqua, che può portare rapidamente all'insorgere di marciumi radicali.

Le piante terricole vanno messe a dimora in un terreno fertile, leggero e ricco di humus, mentre quelle epifite, quelle cioè che in natura crescono appoggiate alla corteccia degli alteri, richiedono uno specifico composto formato da sfagno, cortecce sminuzzate e materiale come perlite o argilla, in grado di alleggerire e di evitare il ristagno.


Coltivazione dendrobium

Per avere delle piante sane e rigogliose è garantire alle piante un corretto grado di umidità, fattore rilevante per la salute di ogni orchidea. Nel corso delle giornate più calde è quindi fondamentale procedere con delle vaporizzazioni di acqua non calcarea sulle foglie, così da garantire il clima ideale e abbassare la temperatura. E' bene anche provvedere a una regolare concimazione per fornire il giusto nutrimento, mescolando l'apposito concime con l'acqua dell'annaffiatura.

Anche per il rinvaso è necessario sapere a quale varietà appartiene l'orchidea, però è bene sapere che le radici sono piuttosto fragili e delicate, quindi vanno bagnate prima di procedere con l'operazione. Il substrato con l'andare del tempo si degrada, quindi va sostituito per avere un buon sostegno.


Orchidee Dendrobium - Dendrobium: Malattie e parassiti

dendrobium nobile Le orchidee Dendrobium possono presentare differenti problematiche legate a carenze nutritive, errate condizioni ambientali, eccesso di annaffiature o attacco da parte di parassiti.

Nel caso in cui vengano esposte ai raggi diretti del sole possono presentare facilmente bruciature sulle foglie, se non sviluppano i fiori, spesso, il problema è da ricercarsi nel fatto che sono sistemate in un luogo poco illuminato. Marciumi radicali o caduta delle foglie sono sintomi legati ad un eccesso di acqua.

I parassiti che possono colpire queste piante sono le cocciniglie, gli afidi e gli acari. Possono essere contrastati con appositi prodotti, da usare con moderazione, vaporizzandoli sulle foglie. Nel caso delle cocciniglie è possibile eliminarle manualmente con un panno con alcool, mentre per il ragnetto rosso, un acaro, può essere sufficiente aumentare l'umidità ambientale.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, illuminato direttamente dai raggi solari per poche ore al giorno.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Con l'arrivo dei mesi freddi e l'accorciarsi delle giornate diradiamo le concimazioni: forniamo un fertilizzante specifico ogni 45-50 giorni.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO