Argilla espansa

L’argilla espansa

L’argilla espansa nasce dalle cotture di varie argille che poi vengono macinate in mole di notevoli dimensioni e ridotta in materiale granuloso sferico che viene infornato ad altissime temperature dando origine nelle sfere, a piccoli alveoli che trattengono l’umidità. Per la sua leggerezza e le sue qualità di trattenere l’acqua, è usata in moltissime costruzioni come isolante termico e con essa si ottengono calcestruzzi adatti allo scopo. Con essa si espletano anche altre funzioni sempre nel campo dell’edilizia come per esempio il riempimento di cunicoli sotterranei tramite iniezioni del materiale nel sottosuolo oppure per riempire muri di sostegno o per rinforzare parti che erano state costruite con materiale scadente. Dietro quelle palline sferiche che spesso vediamo, c’è un enorme lavoro da parte di chi trasforma l’argilla. Dopo l’estrazione, essa viene lasciata per parecchi mesi in cave a cielo aperto ma del resto, resiste a temperature esterne anche molto umide ed è un materiale inattaccabile dai parassiti. Non è comunque combustibile, quindi non c’è riciclaggio di energie.
argilla espansa

Argiflor Argilla Espansa a Ph Neutro 5 Lt

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,8€


I pro e i contro dell’utilizzo dell’argilla espansa

argilla espansaCome abbiamo visto, questo materiale leggerissimo, si usa per molteplici cose . Utile nei sottotetti, sotto i pavimenti, sotto qualsiasi altro suolo calpestabile, dove viene iniettata in forma sfusa. Viene inoltre iniettata nei blocchi di calcestruzzi, donando loro un’inconsueta leggerezza ed una trasmissione termica. Le ditte produttrici di arredi per esterno, ne fanno uso continuo per realizzare i complementi d’arredo. Ma anche l’argilla espansa ha i suoi pro ed i suoi contro. Innanzitutto le cave dove viene posta l’argilla espansa, sono a cielo aperto ed hanno un sensibile impatto ambientale, condizione contraria alla bioedilizia ecologica. Quando viene prodotta ha un grande dispendio di energia e vengono usati gas e lubrificanti che se non filtrati adeguatamente, causerebbero danni al sistema ecologico. Uno dei grandi pregi invece, è che l’argilla espansa è imputrescibile cioè inattaccabile da insetti e parassiti. Nel caso qualche elemento composto da questo materiale dovesse prendere fuoco, l’argilla espansa non emette fumi tossici che potrebbero danneggiare ambiente e persone. L’argilla è inattaccabile dagli agenti atmosferici e anche se continuamente esposta a condizioni di temperature avverse, la sua inalterabilità, è altamente assicurata. Inoltre la natura dispone di molta argilla che si trova tranquillamente. Non è di origine vulcanica, quindi non emette elementi dannosi per gli abitanti di una determinata zona anche se messa in una discarica. Il suo uso è notevole nelle industrie che producono fontanelle da giardino, caminetti da esterni e da interni proprio per il materiale solido e durevole nel tempo.

  • terriccio con perlite avendo dei grandi e capienti vasi per poterci impiantare solo dei fiori vorrei riempire a metà con qualcosa che faccia volume ma che non pesi eccessivamente poichè in autunno li devo spostare,esiste ...
  • Ficus Salve, per creare un microclima al mio bonsai ficus retusa sto utilizzando nel sottovaso della ghiaia e sabbiolina per acquari, è una pietra NON porosa. Oppure è preferibile l'argilla espansa, la pomi...

Argilla Espansa Olandese - Atami Hydro Rokz 45L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,4€


L’uso dell’argilla espansa sulle piante

argilla espansaL’argilla espansa è utilissima per drenare l’acqua delle fioriere , delle piante da frutto ed anche dei prodotti ortofrutticoli. E’ usata alla grande dagli appassionati di giardinaggio e da chi possiede orti urbani proprio perché trattiene l’acqua in eccesso evitando così il ristagno idrico molto nocivo alle radici delle colture che potrebbero ammuffire o avere malattie da fungine. Si può usare mettendola sotto il vaso in cui si intende piantare o anche mischiandola al terriccio insieme a dell’ottima torba. La terra diventa soffice e malleabile grazie ad essa e facilmente lavorabile. Viene anche usata per la pacciamatura delle piante cioè per difenderle dal freddo, dal gelo e dal ghiaccio. E’ una sorta di copertura che viene messa alla base della pianta come protezione. Se vogliamo, è anche decorativa ed ornamentale. L’effetto che dona ad un vaso cosparso di palline sferiche di argilla espansa, è davvero molto bello. Molto usata anche per le piante di appartamento che purtroppo molto spesso usiamo solo come componente di arredamento senza pensare che anch’esse soffrono per l’umidità o per altri fattori che comunque, potrebbero essere nocivi. Pensiamoci bene, quando il garzone del fioraio ci porta una pianta, l’ammiriamo e poi la piazziamo in qualche angolo della casa dove ci sembra dono in effetto elegante senza pensare se ha bisogno di luce, di aria o di drenaggio. Innanzitutto dovremmo pensare alla sua salute perché le piante “sentono”, risentono delle condizioni non idonee al loro ambiente. Dobbiamo procurar loro un habitat almeno decente affinchè possano sopravvivere. Non ci dobbiamo lamentare se poi non rimangono in vita per molto tempo e si seccano quasi subito. Non è colpa della pianta, è il nostro poco scrupolo che porta inesorabilmente alla morte, questa creatura. Usiamo l’argilla espansa almeno per proteggerla dal freddo o per offrirle un drenaggio migliore donando alle radici una macroporosità ideale che favorisca il drenaggio idrico. Per tutte le piante comunque e non solo per quelle d’appartamento, è bene aggiungere al terriccio delle sfere di argilla espansa. Se vediamo le nostre piante leggermente disidratate o con parecchie foglie secche o avvizzite e come se pendessero da un lato, armiamoci di pazienza e cerchiamo di farle riprendere. Per prima cosa leviamo la pianta dal vaso e scrolliamola per bene. Con una spazzola adatta a ripulire le radici, spazzoliamo delicatamente queste ultime. Cambiamo il terriccio del vaso miscelandolo con l’argilla espansa e poi rimettiamo la pianta nel suo contenitore annaffiandola e premendo leggermente sul terriccio. Nelle settimane successive, la pianta passerà da un periodo di adattamento al nuovo habitat ad un periodo di acclimatizzazione e dovrebbe riprendersi nel migliore dei modi. Useremo inoltre qualche fertilizzante, per migliorare la sua salute. Le palline sferiche di argilla espansa, sono ottime anche per la cura dei bonsai. Metteremo l’argilla nel sottovaso di questi alberelli e l’acqua in eccesso, verrà assorbita e poi evaporerà lentamente donando alla piantina un microclima ideale. A seconda del suo uso, l’argilla espansa, è reperibile nei negozi di edilizia o presso i brico center nel settore giardinaggio ma anche nei negozi di fiori. Per quanto riguarda l’uso di questo materiale per le colture, l’argilla è venduta a sacchetti che costano più o meno 10 euro. Gli sferoidi di argilla, sono un’invenzione innovativa che permettono alle sfere di essere rivestite di una sorta di plastica colorata senza però perdere le proprie caratteristiche tecniche. Serve più che altro a decorare la superficie del vaso in cui è collocata la pianta ma offre sempre la stessa utile funzionalità. Anch’essa è impermeabile e non viene attaccata da muffa. La finalità quasi sempre decorativa, serve ad abbellire aree verdi urbane o piante che si trovano in villette comunali.


Uso dell’argilla espansa in edilizia

argilla espansaAbbiamo visto che le ditte costruttrici di caminetti da giardino, di cucine e quant’altro, usano l’argilla espansa per realizzare lastre in cemento leggero o altri elementi che danno agli oggetti creati, solidità e robustezza. Ma l’argilla espansa è utile anche per l’edilizia in genere. Per formare un massetto per esempio, bisogna creare un sottofondo che deve risultare leggero ma nello steso tempo deve dare un isolamento termo acustico ideale. Nel sottofondo viene messa oltre alla malta cementizia, un impasto di argilla espansa in granuli o imboiaccata. Questa tecnica si stende prima uno strato di argilla e poi una colata di acqua e cemento molto fluida, la boiacca appunto. Si stende infine uno strato di sabbia e cemento e si forma il massetto. I granuli di argilla, possono essere impastati anche in una betoniera con cemento ed acqua e poi si stende l’impasto dello spessore che si vuole e si lascia asciugare alla perfezione. Dopo l’asciugatura, si stende uno strato di sabbia e cemento.


Argilla espansa: Dove acquistarla e prezzi

argilla espansa Avete deciso di utilizzare l’argilla espansa per creare i vostri vasi floreali o come materiale edile? Ottima scelta! Ma dove acquistarla? Questo prodotto si può facilmente incontrare nei negozi di giardinaggio, di materiali edili, nei vavai e oggigiorno anche presso supermercati ben forniti e brico center. Per quanto riguarda l’Italia, il maggiore produttore di argilla espansa è l’azienda Laterlite conosciuta con il marchio Leca. Per quanto riguarda il prezzo, è un materiale non eccessivamente costoso: una confezione da 50lt può valere approssimativamente 10 euro per uso giardinaggio. Per uso edile, si approssima agli 80-90 euro a m3. Oggi sul mercato è possibile acquistare anche argilla espansa colorata solitamente impiegata per realizzare vasi decorativi e dall'aspetto estetico migliore.



COMMENTI SULL' ARTICOLO