lupino

Lupino

Il lupino, il cui nome botanico è Lupinus albus nella varietà bianca, Lupinusi luteus nella varietà gialla e Lupinus angustifolius nella varietà blu, è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Leguminose - Papilionacee,

E' originario dell'Europa meridionale e del Medio Oriente, diffuso poi anche in Nord Africa, dove cresce sia spontaneo che coltivato. Nel nostro paese vengono mangiati i suoi semi, freschi o tostati, che possono essere consumati dopo la bollitura in acqua ed un lungo periodo di ammollo per liberarli del sapore amaro.

Il nome lupino deriva dal greco "lype", che significa "modestia" e le prime coltivazioni di questa pianta sembra che risalgano a 4.000 anni fa, infatti anche i Greci ed i Romani lo conoscevano, come testimoniano alcune opere di Ippocrate e di Orazio in cui se ne fa menzione. Si narra che Virgilio definì i semi di lupino "tristi" perché amari. Invece Plinio e Columella in alcuni antichi scritti descrivevano il lupino come una pianta strana a causa della capacità delle foglie di seguire il tragitto del sole.

In passato i semi di lupino venivano utilizzati come foraggio per gli animali e fertilizzante per il terreno, mentre per l'alimentazione umana venivano usati in sostituzione del caffè, dopo essere stati tostati.

Di recente i lupini sono stati rivalutati, dopo alcuni studi che hanno riscontrato le loro proprietà benefiche per l'organismo. Essendo un legume povero di grassi e ricco di proteine, è infatti perfettamente indicato per l'alimentazione umana.

La pianta del lupino può raggiungere l'altezza di un metro e mezzo, ha il fusto eretto e le foglie alterne formate da un picciolo che contiene piccole foglie ovali e lanceolate, in numero da cinque a nove, coperte nella parte inferiore da una leggera peluria.

I fiori sono molto grandi e vistosi, disposti a grappolo sui rami, e possono essere di colore bianco, azzurro e giallo, a seconda della varietà.I frutti contengono i semi, che possono essere da tre a sei, chiamati appunto lupini.

La pianta del lupino cresce bene nei terreni acidi e molto drenati, mentre non riesce a a sopravvivere nei terreni calcarei. La semina si effettua in autunno, da ottobre a novembre, e la maturazione avviene in estate, generalmente a luglio.

lupino

Fiore - Lupino - Russell Mix - 2000 Semi - Confezione Maxi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,03€


Composizione

lupinoIl lupino contiene al suo interno diverse sostanze: oltre alla percentuale del 10% di acqua, contiene il 40% di carboidrati, il 38% di proteine, inoltre sono presenti ceneri, alcaloidi, resine, vanillina, albumina, lecitina ed un bassissimo contenuto di grassi.

Per quanto riguarda la presenza di minerali, nel lupino si trovano il calcio, lo zinco, il fosforo, il potassio, il manganese, il sodio, il selenio, il rame, il ferro ed il magnesio.

Ha inoltre un alto contenuto di vitamine A, B e C.

Gli aminoacidi presenti nel lupino sono l'acido aspartico e l'acido glutammico, poi cistina, arginina, glicina, alanina, lisina, fenilananina, isoleucina, leucina, istidina, valina, metionina, treonina, serina, prolina, tirosina e triptofano.

La pianta del lupino contiene anche alcune sostanze tossiche, come la lupinina e la lupaina, che sono quelle che danno ai semi il caratteristico sapore amaro e se ingerite possono provocare reazioni allergiche. Infatti, prima di essere usati, i semi vengono trattati con lunghi lavaggi in modo che gli alcaloidi tossici siano completamente eliminati.


  • Lupino  Il lupinus o lupino è una pianta erbacea perenne originaria dell’America settentrionale. Costituisce rosette basali costituite da foglie tondeggianti, palmate, composte da 10-15 foglie lanceolate, all...
  • lupino Nome: Lupinus sp. Var. Raccolta: Tra giugno ed agosto. Proprietà: Vermifugo, ipoglicemizzante, nutriente. Famiglia: Papilionacee. Nomi comuni: Lui, derpino, fava luina. ...
  • barba di becco E’ una pianta con un ciclo biennale e questo significa che un anno sviluppa solo le foglie mentre l’anno successivo, compare l’infiorescenza floreale.E’ una pianta dalle molteplici proprietà, usata ...
  • beccabunga La beccabunga, nome scientifico Veronica beccabunga L, è una pianta medica erbacea di tipo perenne, che appartiene alla grande famiglia delle Scrofulariacee. E’ molto diffusa nei luoghi umidi di monta...

Lupino, lupini macinati 1/3 mm (25 kg), concime per agrumi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25€


Proprietà

semi lupino I semi di lupino sono utilizzati sia per scopi alimentari che per preparati erboristici. Sembra che le sostanze che contengono abbiano proprietà ipoglicemizzanti, quindi in grado di abbassare la glicemia ed i livelli di colesterolo nei soggetti affetti da diabete.

Il lupino può essere utilizzato come vermifugo essendo particolarmente efficace contro i parassiti dell'intestino, inoltre produce effetti diuretici, febbrifughi, aperitivi ed emmenagoghi. Possiede anche proprietà emollienti e può servire contro gli eczemi ed altri problemi di pelle.


lupino: Usi

Per curare il diabete si possono mangiare, a giorni alterni, fino a 5 semi di lupino tostati. Se si preferisce assumere i semi sotto forma di bevanda, possono essere macinati come il caffè ed aggiunti nella misura di due cucchiaini a due etti di acqua, da bere due volte al giorno.

Contro i parassiti intestinali si può preparare un clistere con l'infuso dei semi secchi, messi a a macerare in acqua per almeno un giorno. Per un litro d'acqua sono necessari 100 grammi di semi, dopodiché l'infuso va filtrato ed il clistere si può fare a giorni alterni.

Per gli eczemi ed altri problemi di pelle, invece, sono efficaci i decotti, anche questi preparati con i semi, ne bastano 30 grammi in un litro d’acqua. Inoltre il decotto può essere impiegato anche come diuretico e per stimolare la digestione.

Con i semi di lupino si può anche fare una farina, che nell'antichità veniva cotta insieme all'aceto per ottenere un composto che si usava contro i dolori provocati dal cancro, applicato direttamente sulla zona malata. La "pomata" fatta con la farina di lupino veniva messa anche sui capelli in caso di pidocchi per le sue capacità antiparassitarie.

Per quanto riguarda l'uso alimentare, i lupini, che si trovano in commercio sia freschi che secchi, oppure cotti o sottovuoto, si possono conservare in salamoia come le olive o mangiare tostati o freschi, ma sempre dopo averli bolliti o tenuti per lungo tempo a bagno nell'acqua.


  • lupino pianta Il lupinus o lupino è una pianta erbacea perenne originaria dell’America settentrionale. Costituisce rosette basali cost
    visita : lupino pianta
  • lupino proprietà Il lupino è una stupenda pianta ornamentale che cresce sia spontanea che coltivata. Si tratta di una leguminosa il cui n
    visita : lupino proprietà
  • pianta di lupini Pianta erbacea annua è sia spontanea che coltivata, con un'altezza che può variare tra trenta e settanta centimetri. L'i
    visita : pianta di lupini

COMMENTI SULL' ARTICOLO