Lupino - Lupinus sspp

Generalità

Nome: Lupinus sp. Var.

Raccolta: Tra giugno ed agosto.

Proprietà: Vermifugo, ipoglicemizzante, nutriente.

Famiglia: Papilionacee.

Nomi comuni: Lui, derpino, fava luina.

lupino


Lupino - Lupinus sspp: Proprietà

Habitat: Un po’ ovunque in terreni silicei.

Parti usate: I semi.

Conservazione: I semi, una volta essiccati al sole si conservano in vasi di vetro ben chiusi.

Uso: Infusi per uso interno; decotti e lavaggi per uso esterno.

Note: I semi del lupino, sono leggermente tossici; per utilizzarli nell’alimentazione i semi devono essere abbondantemente lavati in acqua corrente e quindi si devono bollire per un paio di ore in acqua salata.

  • Lupino  Il lupinus o lupino è una pianta erbacea perenne originaria dell’America settentrionale. Costituisce rosette basali costituite da foglie tondeggianti, palmate, composte da 10-15 foglie lanceolate, all...
  • lupino Il lupino, il cui nome botanico è Lupinus albus nella varietà bianca, Lupinusi luteus nella varietà gialla e Lupinus angustifolius nella varietà blu, è una pianta annuale appartenente alla famiglia de...
  • tradescantia andersoniana Fanno parte di questo genere circa sessanta specie di piante erbacee perenni, originarie dell'America centrale e meridionale; in genere hanno portamento prostrato o ricadente e si coltivano come piant...
  • Erba coltella L'erba coltella o Stratiotes aloides è una pianta acquatica perenne originaria dell'America centrale e meridionale. Questa pianta crescendo costituisce ampi cespi di foglie, con piccioli lunghi fino a...





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO