Storace - Liquidambar styraciflua

Generalità

Il liquidambar o storace è un albero a foglia caduca di dimensioni medio grandi, originario dell'America settentrionale, a maturità può raggiungere i 25-30 m. Ha fusto eretto, densamente ramificato, con chioma piramidale, che diventa arrotondata con il passare degli anni; la corteccia è grigio-marrone, profondamente fessurata. Le foglie sono grandi, a stella, con 5-7 lobi appuntiti, hanno colore verde scuro e in autunno divengono color porpora o arancione, prima di cadere. In primavera produce fiori femminili, riuniti in racemi penduli, e fiori maschili in racemi eretti, di colore bianco-verdastro, poco appariscenti; in estate inoltrata i fiori lasciano il posto ai frutti, capsule semilegnose tonde, molto spinose, di diametro intorno ai 3-4 cm; rimangono sulla pianta per molte settimane e contengono i piccoli semi. Questa pianta viene molto utilizzata nei parchi e nei giardini, in genere come esemplare singolo.

Esistono numerose cultivar a foglie variegate o con colori autunnali molto appariscenti.

Liquidambar in autunno

Moorland® Portalegna da giardino - legnaia in legno di pioppo e abete rosso - bianco - 162x128x72cm - 1,15 m³ di spazio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 138,99€
(Risparmi 35€)


Esposizione

Storace foglie Per uno sviluppo ottimale è bene porre a dimora l'albero di storace in posizioni soleggiate, o a mezz'ombra; è una varietà di alberi che non teme il freddo. L'apparato radicale dei liquidambar tende ad allargarsi molto e a scendere molto in profondità, è consigliabile tenerne conto quando lo si mette a dimora. Infatti, esso necessità di uno spazio piuttosto ampio per poter sviluppare al meglio il proprio apparato radicale.

    Nuova casa giardino di piante 50 semi Northern Sugar Maple Acer Saccharum roccia acero caduta albero colori Seeds

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,79€


    Annaffiature

    storace Pur sopportando anche condizioni poco favorevoli, come siccità prolungata o terreni molto bagnati, gli alberi di storace preferiscono terreni leggermente umidi; è quindi bene controllare che il terreno attorno alla pianta non asciughi troppo, ed eventualmente intervenire con annaffiature non troppo abbondanti.

    E' bene fornire del concime ricco in azoto, almeno 2-3 volte all'anno, all'inizio della primavera, alla fine della primavera e all'inizio dell'autunno; si può utilizzare del concime organico maturo, oppure del concime granulare a lenta cessione, che possa fornire alla pianta tutto il nutrimento necessario.


    Terreno

    foglie storace in primavera Lo storace è un tipo di albero che si adatta a qualsiasi terreno, pur preferendo terreni umidi, ricchi, sciolti e ben drenati, molto profondi; il terreno preferito da questo tipo di pianta è quello con ph leggermente acido, ben drenato e ricco di sostanze organiche.


    Moltiplicazione

    La moltiplicazione di questo genere di albero, in genere, avviene per seme o per talea; le talee si prelevano in primavera o all'inizio dell'autunno, e si fanno radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali; i semi si prelevano in autunno e si conservano per alcune settimane in luogo umido e fresco, ad esempio in frigorifero in un sacchetto di plastica, prima di porli in terra, in contenitore.


    Storace: Parassiti e malattie

    storace Gli alberi di liquidambar vengono spesso colpiti dalle larve minatrici e dagli afidi. Per questo motivo è bene controllare con una certa regolarità se si nota la presenza di segni che indichino l'attacco da parte dei parassiti, così da poter intervenire in modo tempestivo ed efficace, con l'utilizzo di prodotti specifici disponibili in commercio.


    • liquidambar I Liquidambar sono alberi estremamente interessanti appartenenti alla famiglia delle Altingiaceae o Amamelidaceae a sec
      visita : liquidambar



    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Si annaffia soltanto durante periodi di prolungata siccità o quando il terriccio è ben asciutto; in questo periodo dell'anno in genere può essere sufficiente intervenire una volta ogni 20-25 giorni.


    Tenere Umido
    concimazione
    Si consiglia di sospendere le concimazioni durante il periodo invernale; un eccessivo apporto di nutrienti infatti favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, troppo sensibile alle basse temperature.


    Esigenze della piante a dicembre in un clima continentale.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO