Semi

Domanda : Semi

Salve le vorrei chiedere delle cose... vorrei coltivare a partire dal seme alberi di cercis siliquastrum, pesco e ciliegio. come faccio a ottenere piante in questo modo?? cosa devo fare per ogni seme affichè germoglino nel miglior modo possibile?? se non le dispiace mi puo dire tutte le informazioni ( terreno annaffiature tempo per germogliare etc. tutto va bene) per ogni seme sopra citato. Sa ho le idee chiare e la ringrazio infinitamente.
Cercis siliquastrum

Il Kit ortaggi stravaganti di Plant Theatre - 5 straordinari ortaggi da coltivare - un regalo ideale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Risposta : Semi

Gentile Gian Luca,

i semi di cercis, ciliegio e pesco sono in genere fertili, c’è però un piccolo problema; il cercis siliquastrum è un piccolo albero molto diffuso, dal nome capiamo che si tratta di una specie di origine naturale, non ibridata dall’uomo, quindi dai suoi semi otteniamo sicuramente un alberello simile a quello da cui abbiamo tratto i semi. Il ciliegio e il pesco invece sono alberi di origine orticola, nel senso che non esistono in natura, o almeno, non esistono in natura peschi e ciliegi che producono i frutti che siamo abituati a vedere sulle piante; si tratta di specie di prunus, ibridate per millenni, per ottenere le ciliegie scure e sode e le pesche vellutate e succose che siamo abituati a mangiare in estate.

Se prendiamo un seme di una pianta ibrida non siamo mai sicuri di che pianta otterremo, nel senso: seminando un piccolo semino di ciliegia sicuramente si svilupperà un ciliegio, ma con grande probabilità avrà frutti minuscoli, e dal sapore poco gradevole; lo stesso dicasi per la pesca, le pesche ottenute da seme spesso hanno un sapore decisamente amarognolo.

Certo che la grande disponibilità di semi di questi alberi, ottenuti dai frutti che consumiamo abitualmente, ci permette di “rischiare” e farli germinare; ma ci vorranno circa 3-4 anni per sapere se gli alberelli ottenuti dai nostri semi producono frutti interessanti. A questo punto, se proprio avremo dato origine a piante con frutti poco gradevoli, potremo provare ad innestarli con varietà dai frutti più gustosi, succosi, grandi.

Quando vogliamo seminare un seme che non abbiamo mai provato a interrare, non sapendo come comportarci, conviene guardare cosa avverrebbe a quei semi in natura; i semi di cercis, di ciliegia e di pesco, sono contenuti all’interno di frutti, e sono maturi sull’albero in primavera inoltrata o in estate.

Una volta pronti cadono a terra, oppure vengono mangiati da uccelli o altri animali, e spesso anche digeriti ed espulsi attraverso le feci. Dopo essere stati deposti sul terreno, vi rimangono per tutto l’autunno, e per tutto l’inverno, soggetti a piogge, freddo, intemperie varie; finalmente tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera germogliano per dare origine a nuove piccole piante.

Per far germinare questi semi dovremo cercare di imitare la natura, perché i semi che intendi utilizzare sono ricoperti da una cuticola che impedisce all’acqua di entrare; questa cuticola viene in natura rimossa dal freddo e dalle intemperie, in modo che non accada che una giovane pianta di prunus avium si trovi germogliata in novembre, in balia degli elementi, e quindi destinata a soccombere.

Se non intendi lasciare i semi all’aperto per tutto l’inverno, puoi provare a metterli in acqua per un paio di giorni, spolverizzarli di fungicida allo zolfo, metterli in un poco di sabbia in una busta di plastica e in frigorifero per almeno 5-6 settimane; dopo questo “finto inverno” potrai provare a seminare i semi, ponendoli in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali, senza interrarli, ma solo appoggiandoli sulla superficie del substrato, che deve restare umido e in un luogo con clima fresco, tipo una serra o anche in casa. Procurati una buona quantità di semi, perché non è detto che germoglino tutti.

  • ciliegia Pianta di origini asiatiche, diffusa in Europa fin dai tempi antichi, Il ciliegio si può dividere essenzialmente in due specie diverse: il ciliegio a frutto dolce e il ciliegio a frutto acido. Il cili...
  • ciliegio Abito a 5 km da Belluno. Ho piantato un ciliegio circa 3 anni fa ( Duroni). Produce pochi fiori e conseguentemente pochissimi frutti (qualche decina) come mai? Cordiali saluti a tutti Voi....
  • ciliegio Vorrei sapere come trattare delle piante di ciliegio acido colpite da "gommosi"...
  • ciliegie Discusso e controverso è il significato attribuito al ciliegio nel corso dei secoli e presso popolazioni diverse: nei Paesi dell'Europa Centrale il ciliegio è considerato da sempre protettore dei camp...

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla e Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€
(Risparmi 0,09€)



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO