Semina dei papaveri

Domanda: come semino i miei papaveri?

salve,tra 15 gg mi arrivano dei semi di papaveri meravigliosi,cosa mi consigli,ossia dove e come piantarli e se fargli 1 serra
Papavero


Semina dei papaveri: Risposta: come si seminano i papaveri

Gentile Emanuele,

al genere papaver appartengono più di cento specie, a cui vanno sommate le molte varietà cultivar e ibride da giardino, selezionate per i fiori di colore particolare; si tratta di piante perenni e annuali, la gran parte delle quali sopravvivono agli inverni italiani; le annuali ovviamente muoiono ai primi freddi di ottobre o novembre, ma in genere ogni singola capsula di semi prodotta dalle piccole piante contiene centinaia di semi scuri, minuscoli, che si spargono sul terreno, dando origine a nuove piantine l’anno successivo.

In genere quindi nei giardini italiani in cui ho potuto godere della fioritura dei papaveri, erano stati seminati direttamente in giardino; in effetti i papaveri non sono molto diffusi in Italia, come pianta da giardino intendo, godono di maggiore successo nel Regno Unito, dove vengono seminati a dimora e lasciati inselvatichire.

Esistono alcune specie perenni, che sopravvivono senza problemi all’inverno, ma non avendo alcuna indicazione da parte tua, risulta difficile sapere se seminerai papaveri perenni o annuali.

In ogni caso, se ritieni si tratti di una specie o varietà perenne, ma temi che possano gelare durante l’inverno, puoi sempre seminarne alcuni a dimora, e alcuni in vaso, in modo da poter posizionare i vasi in una zona riparata, o in serra fredda, durante i mesi invernali.

In ogni caso, scegli per la semina una zona ben soleggiata del giardino, e lavora bena la terra con la zappa; se la terra del tuo giardino è molto argillosa e compatta, mescola un poco di sabbia e di terriccio universale, in modo da rendere l’impasto più soffice e migliorare il drenaggio; liscia bene la superficie del terreno, e annaffia abbondantemente; quindi spargi i semi.

I semi di papavero sono minuscoli, sono ben noti a tutti, in quanto in genere si usano per decorare ed insaporire il pane e alcuni dolci; per meglio distribuirli sul terreno è conveniente mescolarli a poca sabbia, in modo da vedere bene dove abbiamo già posizionato i semi, e dove invece non ne abbiamo messi; quindi con il retro del badile premiamo leggermente sul terreno, per far ben aderire i semi, e copriamo con un sottilissimo strato di terriccio fine o di vermiculite (si trova nei negozi di materiale edile). La vermiculite ha il pregio di essere molto leggera, e quindi tiene i semi in posizione, ma non impedisce ai giovani germogli di ergersi; oltre a questo è di colore chiaro, e quindi permette ai semi di rimanere in un luogo ben luminoso, cosa che favorisce la germinazione.

Nei giorni successivi, quando il terreno asciuga, annaffia ulteriormente, cercando di vaporizzare l’acqua.


  • Papavero della California L'Eschscholzia californica o papavero della California è una pianta erbacea perenne, coltivata come annuale, originaria del nord America. L'escolzia costituisce dense rosette di foglie ampie, molto fr...
  • papaver beauty of livermeer Con il termine papaver orientale ci si riferisce ad un genere costituto da circa un centinaio di piante erbacee annuali e perenni originarie dell'Europa del nord America e dell'Asia. La maggior parte ...
  • meconopsis La Meconopsis betonicifolia è una pregiata e particolare pianta erbacea perenne da giardino, originaria dell'Alaska, della Scozia e dell'Himalaya. Proprio per la sua provenienza è anche conosciuta com...
  • Papavero  Al genere papaver appartengono decine di specie, diffuse un po' in tutto il globo, in particolare in Asia ed in Europa; tutte producono i tipici fiori, con grandi petali allargati ed esile fusto legge...


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO