Bletilla - Bletilla

Bletilla

La Bletilla è un'orchidea che si sviluppa in giardino, in piena terra, poichè resiste la freddo e produce rizomi robusti, che tendono ad allargarsi; a questo genere appartengono circa una decina di specie di origine asiatica.

Si tratta di una pianta erbacea rizomatosa, che quindi produce rizomi sotterranei, che in primavera producono rosette di lunghe foglie rugose, erette o arcuate, che raggiungono i 25-45 cm di lunghezza; tra le foglie di bletilla si ergono, in primavera inoltrata ed in estate, sottili fusti eretti, su cui sbocciano numerosi fiori molto decorativi, nei colori del rosa, del lilla, del giallo e del bianco. Con il passare degli anni le bletille tendono a formare ampi ciuffi di foglie, con moltissimi steli floreali per ogni ciuffo.

bletilla

BLETILLA STRIATA ROSA ORCHIDEA DA GIARDINO ESTERNO VASO 11CM orchidea giacinto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Bletille in giardino

bletilla Queste orchidee sono geofite, ovvero amano svilupparsi nella terra, al contrario di molte altre piante appartenenti a questa famiglia; quindi si pongono a dimora in giardino, utilizzando la comune terra da giardino, alleggerita con del terriccio universale e qualche manciata di corteccia spezzettata. Per poter permettere alla pianta di svilupparsi al meglio un paio di settimane dopo aver visto i primi germogli spuntare dal terreno cominceremo ad annaffiare la bletilla, evitando di lasciare il terreno asciutto per periodi di tempo troppo lunghi, fino alla fine della fioritura. Quando in autunno le temperature tendono a diminuire il fogliame delle bletille ingiallisce e dissecca, e le piante entrano in riposo vegetativo. Durante i mesi freddi è bene che i rizomi rimangano in luogo abbastanza asciutto, in queste condizioni possono sopportare temperature di alcuni gradi inferiori allo zero. Se temiamo che l'inverno sia eccessivamente rigido possiamo pacciamare il terreno al di sopra dei rizomi con paglia, cortecce o fogliame secco, in modo da evitare che ricevano il freddo troppo direttamente. Se viviamo in luoghi con inverni decisamente molto rigidi, per periodi lunghi di tempo, o dove le estati sono torride, è consigliabile coltivare le bletille in vaso, in modo da poter spostare le piante all'occorrenza, o in luogo riparato, o in luogo fresco ed ombreggiato.

  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...
  • Eliotropio al genere heliotropium appartengono circa duecentocinquanta specie di piante, diffuse in gran parte delle zone temperate del pianeta; Heliotropium arborescens è una pianta erbacea, perenne, sempreverd...
  • potentilla fructicosa red ace Piccolo arbusto a foglia caduca, originario dell'America settentrionale e dell'Asia; esistono circa cinquecento specie di potentilla, diffuse in tutto il globo, soltanto alcune vengono coltivate come ...


Bletilla - Bletilla: Alcuni accorgimenti

bletilla striatum Fondamentale nello sviluppo delle bletille è l'acqua: durante il periodo di sviluppo vegetativo prediligono un terreno abbastanza umido, ma non inzuppato d'acqua; l'acqua infatti può rapidamente causare malattie fungine ai rizomi. Inoltre evitiamo di annaffiare la pianta subito dopo i primi germogli, perchè spesso queste orchidee impiegano un paio di settimane per riattivare il loro apparato radicale; attendiamo quindi un paio di settimane dal primo germoglio prodotto. Da marzo a luglio forniamo del concime per piante da fiore, mescolato all'acqua delle annaffiature, ma in dose dimezzata rispetto alle altre piante.

Il luogo ideale per coltivare queste orchidee si trova ai piedi di alberi o arbusti a foglia caduca, in questo modo godranno di sole in inverno, che manterrà il terreno abbastanza caldo ed asciutto, e il fogliame primaverile provvederà un po' di ombra, per mantenere i fiori lontani dai raggi solari diretti, e il terreno leggermente umido, evitandogli la calura estiva.





Esposizione
Posizionare questa pianta in luogo semiombreggiato, dove possa ricevere alcune ore di luce solare diretta.

 
Posizione mezz'ombra
Annaffiature
Annaffiare con regolarità, ogni 6-7 giorni, bagnando il terreno a fondo, ma attendendo che il substrato asciughi completamente tra un'annaffiatura e l'altra; evitare di lasciare acqua stagnante nel sottovaso.


Tenere Umido
concimazione
Con l'arrivo dei mesi freddi e l'accorciarsi delle giornate diradiamo le concimazioni: forniamo un fertilizzante specifico ogni 45-50 giorni.


Esigenze della piante a settembre in un clima continentale.

COMMENTI SULL' ARTICOLO