Stramonio, noce spinosa - Datura

Datura e brugmansia

Datura e brugmansia sono due generi appartenenti alla famiglia delle solanacee, che vengono spesso confusi, in genere si tende a considerarle tutte, sia dature sia brugmansie, appartenenti al genere datura; non è infrequente trovare anche in fiere e vivai specializzati bellissimi esemplari di brugmansia con un cartellino che li denomina come dature.

Chiaro che i due generi hanno molte somiglianze, e soprattutto, la maggior parte delle specie di brugmansia, un tempo erano state, erroneamente, attribuite al genere datura (stramonio, rosa spinosa).

Datura


Il genere Datura, stramonio, noce spinosa

Datura Al genere datura appartengono meno di dieci specie di piante erbacee, annuali e perenni, di origine abbastanza cosmopolita, dall'Asia all'Europa, con qualche specie anche Americana; in effetti alcune specie sono ormai diffuse in tutto il globo. Le più note sono Datura stramonio, anche nota come noce spinosa, presente anche in Italia come pianta selvatica; Datura metel o trombetta del diavolo; datura inoxia, di origine sudamericana.

Pur essendo delle annuali, sviluppano un grande cespuglio, con fusti spessi e carnosi, che portano grandi foglie che ricordano vagamente grandi foglie di quercia, ma leggermente vellutate, di colore verde scuro.

Per tutta la bella stagione producono enormi fiori eretti, a forma di grandi trombette, di colore in genere bianco, talvolta con margini violetti o rosati, molto profumati, soprattutto nelle ore serali e notturne.

Ai grandi fiori seguono grossi frutti a forma di noce, penduli, ricoperti da aculei, che contengono molti semi fertili. Le piante di datura generalmente si autoseminano con facilità, e tendono spesso a divenire infestanti nelle giuste condizioni climatiche.

Si coltivano in luogo ben soleggiato, con terreno soffice e sciolto, molto ben drenato; sopportano senza problemi la siccità, anche prolungata, e sono molto adatte ad essere coltivate nelle aiole e nei giardini a bassa manutenzione, perchè continuano a vegetare ed a fiorire anche se completamente lasciate a se stesse.

Le annaffiature possono essere necessarie in caso di siccità che si protraggono per lunghi periodi, o in caso di primavere siccitose, quando le piantine non sono ancora ben sviluppate.

Le specie perenni tendono a disseccare completamente all'arrivo del freddo, per poi svilupparsi nuovamente la primavera successiva.

  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...
  • Eliotropio al genere heliotropium appartengono circa duecentocinquanta specie di piante, diffuse in gran parte delle zone temperate del pianeta; Heliotropium arborescens è una pianta erbacea, perenne, sempreverd...
  • potentilla fructicosa red ace Piccolo arbusto a foglia caduca, originario dell'America settentrionale e dell'Asia; esistono circa cinquecento specie di potentilla, diffuse in tutto il globo, soltanto alcune vengono coltivate come ...


Il genere Brugmansia

brugmansia Il genere Brugmansia comprende alcune specie di arbusti di medie dimensioni, originari prevalentemente del sud America. Producono arbusti abbastanza disordinati, con grandi foglie di colore verde brillante di forma ovale. Per tutta la bella stagione producono grandi fiori a trombetta, delicatamente profumati, e penduli, di colore rosso, rosa, giallo, arancio; esistono in commercio numerosi ibridi di brugmansia, con fiori dai colori particolari.

Le brugmansie si adattano perfettamente al clima mediterraneo, con temperature mediamente alte e lunghi periodi di siccità; amano terreni molto ben drenati, e necessitano di sporadiche annaffiature estive.

Alcune specie amano un clima più fresco e umido, e amano la mezz'ombra nelle calde estati italiane.

Temono abbastanza il freddo, e temperature inferiori ai 2-5°C tendono a rovinare completamente l'arbusto, che potrebbe però rigermogliare in primavera. Nelle zone con inverni rigidi si coltivano in luogo riparato dal vento e si coprono con agritessuto all'arrivo dei primi freddi invernali.

Esistono ibridi particolarmente adatti ad essere coltivati anche nelle zone con inverni molto rigidi.

Nelle giuste condizioni climatiche un arbusto di brugmansia può svilupparsi fino a 3-5 metri di altezza, costituendo una specie di soffitto costellato di fiori penduli, con un effetto decisamente molto attraente.


Stramonio, noce spinosa - Datura: Le piante velenose

Datura Dature e brugmansie, come avviene per altre solanacee, sono piante decisamente molto velenose: tutte le parti delle piante contengono alcaloidi fortemente tossici, che possono causare stati di delirio e che possono in casi estremi portare anche alla morte.

I semi e le foglie di brugmansia vengono utilizzati nei riti sciamanici di alcune popolazioni dell'America meridionale.

In effetti queste piante non hanno un aspetto invitante dal punto di vista culinario, è quindi improbabile che ci venga il desiderio di metterne qualche foglia in insalata o di aromatizzare il soffritto con qualche seme, è quindi difficile correre dei rischi reali coltivandole in giardino.


Guarda il Video
  • datura E' un genere che comprende circa una decina di specie di piante erbacee, perenni, originarie dell'America centro settent
    visita : datura



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO