Fior di stelle - Pentas

Pentas lanceolata

Pianta originaria dell'Africa e dell'area mediorientale, la pentas lanceolata è molto diffusa in coltivazione; in natura si tratta di un piccolo arbusto, che generalmente non supera il metro di altezza, ben ramificato, e con belle foglie rugose, lanceolate, di colore verde scuro, ruvide al tatto. In effetti in vivaio sono disponibili numerosi ibridi, ottenuti da seme o da talea, molti dei quali non superano i 35-45 cm di altezza. A partire da età primavera fino all'autunno le piante di fior di stelle producono innumerevoli piccoli fiori a stella, riuniti in vistose infiorescenze ad ombrello, di colore rosso, fucsia, bianco o in un buon numero di tonalità di rosa. Nel corso degli anni le varietà di pentas tendono ad aumentare, e ultimamente si sono ottenute anche pentas con fogliame chiaro o anche variegato bi bianco, molto decorative, soprattutto nel caso di varietà di dimensioni grandi. Le pentas sono piante perenni, che fioriscono per un lungo periodo di tempo nelle giuste condizioni climatiche; se il caldo è sufficiente cominciano a fiorire a fine inverno e continuano sino all'autunno. Durante i mesi freddi continuano a fiorire sporadicamente solo nelle zone a clima molto mite, come ad esempio le isole italiane, dove difficilmente il termometro scende sotto lo zero.

In genere molte varietà traggono giovamento dalla rimozione delle infiorescenze appassite; le varietà di piccole dimensioni tendono ad essere autopulenti, ovvero, una volta appassiti i fiori cadono da soli, senza necessità di interventi da parte nostra.

Pentas


Coltivazione fior di stelle

Pentas Questa perenne viene molto coltivata, soprattutto nelle varietà basse, perchè la coltivazione risulta molto semplice; spesso si coltivano come annuali, sostituendole ogni primavera, in piena terra o in vaso. Amano posizioni soleggiate, dove il sole diretto favorisce la continua fioritura; gli esemplari posti a mezz'ombra fioriscono un po' meno, ma resistono meglio al caldo estivo. Amano un buon terreno fresco e arricchito con stallatico maturo e un poco di concime granulare a lenta cessione, per piante fiorite, che garantisce la giusta dose di fertilizzante ogni volta che annaffiamo la pianta. Le annaffiature devono essere abbastanza regolari, da effettuarsi ogni volta che il terreno è ben asciutto, quindi quasi ogni giorno in estate, ogni 2-3 giorni in primavera. Prima di annaffiare controlliamo l'umidità del terreno, se è ancora umido rimandiamo l'annaffiatura. In genere sopportano bene la siccità; lunghi periodi senz'acqua può portare la pianta all'appassimento, soprattutto per quanto riguarda gli esemplari in vaso; non appena si fornisce l'acqua in genere la pianta tende a riprendersi. Evitiamo di mantenere il terreno sempre umido, o favoriremo l'insorgenza di marciumi, dannosissimi per la pianta. Le specie di fior di stelle temono il gelo intenso, quindi se viviamo in zone con inverni che presentano gelate frequenti posizioniamole in serra fredda all'arrivo dell'autunno, o comunque in luogo riparato. Sono piante comunque ben adattabili, che possono sopravvivere anche in appartamento, dove possono anche fiorire se la luce è sufficiente ed il clima non eccessivamente asciutto.

  • Lotus Il Lotus berthelotii è una pianta erbacea perenne originaria delle isole Canarie, semi sempreverde; ha portamento rampicante o prostrato, raggiunge i 25-30 cm di altezza, ma tende ad allargarsi molto ...
  • piante perenni Con il termine generico Perenni si intendono quelle piante erbacee che hanno uno sviluppo pluriennale, quindi rimangono nel nostro giardino per anni, contrariamente a quanto accade alle annuali, che i...
  • Eliotropio al genere heliotropium appartengono circa duecentocinquanta specie di piante, diffuse in gran parte delle zone temperate del pianeta; Heliotropium arborescens è una pianta erbacea, perenne, sempreverd...
  • potentilla fructicosa red ace Piccolo arbusto a foglia caduca, originario dell'America settentrionale e dell'Asia; esistono circa cinquecento specie di potentilla, diffuse in tutto il globo, soltanto alcune vengono coltivate come ...


Il giardino delle farfalle

Pentas Come accade per altre piante, le fior di stelle sono molto adatte al giardino delle farfalle, ovvero la loro fioritura continua attira in giardino farfalle, api ed altri insetti utili.

Oltre alle pentas hanno questo pregio anche la buddleia (il cui nome comune è appunto "albero delle farfalle), l'edera, il caprifoglio rampicante, la salvia, l'eliotropio, l'alisso, la zinnia, la ruta, il nasturzio, il sedum, le primule.

Come potete ben vedere le piante adatte alle farfalle, che inviteranno questi splendidi insetti a fermarsi nel vostro giardino, non sono soltanto piante da fiore, alcune piante vengono dette nutrici, in quanto su di esse le farfalle amano deporre le loro uova, per cibarsi poi del fogliame. Non preoccupatevi, le farfalle in genere non producono branchi di bruchi divoratori, e le vostre piante non verranno disturbate in maniera aggressiva dalla presenza dei bruchi.

Ricordatevi però che se desiderate ospitare nel vostro giardino delle farfalle, oltre a disporre le piante più adatte dovrete anche seguire qualche regola che riguarda insetticidi e pesticidi; questi insetti sono infatti assai sensibili a qualsiasi prodotto insetticida o fungicida utilizzato in giardino; evitate quindi di utilizzarli, per evitare di sterminare rapidamente gli insetti che avete cercato di attirare.


Fior di stelle - Pentas: Consigli pratici

pentas Generalmente comunque è utile utilizzare insetticidi di qualsiasi tipo, anche quelli biologici, solo su piante non in fiore, che non presentano neppure i boccioli, altrimenti oltre alle farfalle ed agli insetti nocivi per il giardino, diverremo sterminatori anche di ragni, api, bombici, ed altri insetti volanti molto utili.

Se proprio temiamo gli afidi sulle nostre belle varietà di rose coltivate con tanto amore, e non vogliamo però rinunciare al nostro giardino per le farfalle, possiamo pensare di posizionarlo in un angolo a sè stante, lontano dal resto del giardino, dove quindi non verrà raggiunto da eventuali trattamenti praticati sulle altre piante. Chiaro che per un progetto del genere è necessario disporre di una grande area, per poter lasciare un bel po' di spazio tra il giardino delle farfalle ed il roseto.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

COMMENTI SULL' ARTICOLO